Utente cancellato
gentili dottori, buonasera. vorrei un parere. 3 settimane fa per un controllo di routine ho eseguito un pap test. il ginecologo contestualmente ha eseguito anche una colposcopia. la colposcopia ( senza biopsia perche non c era alcun problema) recitava: vulva e vagina normali. giunzione visibile completamente. epitelio orignale maturo. assenza di tessuti sospetti. ho telefonato per avere l esito del pap test e la segretaria del dottore molto cordialmente mi ha riferito che il medico le aveva detto che era assolutamente negativo. me lo sono fatta recapitare per posta, sapendo che non c era nulla. stamattina è arrivato il referto che recita: assenza di lesioni intraepiteliali e malignità- infiammazione lieve. metaplasia. dunque non era negativo? so cos'è la metaplasia ma non mi e stata data nessuna cura. vorrei specificare che 4anni fa ho eseguito un HPV TEST ed è emerso che ho 3 ceppi classicificati come a basso rischio oncogeno 40 42 e 69..(anche se ho letto che alcuni studiosi tiengono ch eil 69 sia a medio alto rischio oncogeno). inoltre piu volte inpassato ho avuto la candida curata con pomate ma credo mai completamente debellata. detto questo con un pap test che segnala metaplasia e colposcopia negativa che dovrei fare? io vorrei ripetere l hpv test anche per capire se ce l ho ancora questo virus...se magari ho beccato qualche ceppo ad alto rischio, ma una candidosi cronica anche potrebbe determinare metaplasia?o per forza è stato l hpv virus? tra 2settimane ritornero dal giencologo per un parere visto che non mi ha dato neanche una terapia locale per l infiammazione. potete darmi un consiglio a riguardo? io vorrei ripetere il test HPV, quantomeno per capire se ce l ho ancora e se e lui il maledetto responsabile di questa metaplasia...leggo anche che il 25% delle metaplasie puo degenare in displasia e successivamente in neoplasia... vorrei correre ai ripari prima.. aggiungo che gia nel 2009 il pap test segnalava modificazioni cellulari benigne. le modificazioni cellulari benigne e la metaplasia sono la stessa cosa? in ogni caso da 12 anni effettuo pap test e riscontro sempre infiammazione lieve o moderata.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Forse ha interpretato male il termine " metaplasia" che indica il passaggio da un tipo di epitelio ad un altro ,in un certo senso si tratta di guarigione.Questo accade in caso di ectropion del collo uterino ( piaghetta),quindi non deve parlare di "maledetta" metaplasia.l' HPV può generare una displasia ,non una metaplasia
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
59370

dal 2014
Grazie per la risposta. io capisco che la metaplasia non è displasia... tuttavia ho letto cose preoccupanti del tipo: Dalle metaplasia nel 25% dei casi si sviluppa displasia e quindi neoplasia. ora, senza voler prendere per oro colato tutto quello che si legge in giro quanto c è di vero in questa affermazione?oltretutto io mi controllo frequentemente non ho mai avuto nessuna piaghetta! col colposcopio il medico non avrebbe visto il tessuto cicatrizzato della piaghetta? scusi dottore, ma ho un po di dubbi. se lei potesse aiutarmi a chiarire.il mio medico dice di non fare nulla...nonmi ha dato neanche una terapia topica e di rifare pap test e colposcopia fra un anno.secondo lei è corretto?la metaplasia non e generata da un'infiammazione cronica? quindi non dovrei provare a eliminare questa infiammazione con qualche pomata?per quanto riguarda il papilloma virus di cui sono risultata portatrice di 3ceppi nel 2009 (40 42 e 69) dovrei rifare il test?dicono che possano regredire?ma possono anche rimanere nel corpo per tutta la vita?un'ultima cosa, poi non la disturbo piu: ma le modificazioni cellulari benigne delle cellule squamose e metaplasia sono la stessa cosa?grazie mille ancora

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
1. partiamo dall'ultima le modificazioni benigne delle cellule= metaplasia.
2,. sulla metaplasia dove ci sono cellule in attività riparatrice è più facile che il virus HPV trovi un terreno "fertile".
3 La condizione di portatore sano (di HPV) ,non significa portatore di malattia.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
59370

dal 2014
Grazie mille, Dottore. Ecco proprio questo intendevo dire ed è quello che in definitva piu mi preoccupa. il fatto che sulla metaplasia l HPV possa trovare piu facilmente terreno fertile.questa modificazione delle cellule squamose era gia stata rilevata a meta 2009 poi nel 2010 nulla adesso di nuovo.ma ho fatto anche 4 colposcopie dal 12009 ad oggi... la colposcopia nonla rileva mai la metaplasia?il medico quando usa il reagente non nota nulla di diverso quando c è una metaplasia? la biopsia non mi e mai stata fatta perche secondo il medico non vi è nessuna alterazione ai tessuti.in ogni caso è possibile che tutti i 3ceppi dell HPV che avevo nel 2009 siano spariti? lo vorrei tanto e il mese prossimo prendero coraggio e rifaro la tipizzazione.ho letto che i ceppi piu pericolosi siano il 16 e il 18 ma a quanto pare ogni ceppo ha una sua pericolosita. o ho capito male?grazie ancora dottore,buona serata

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Chiaramente per me non è possibile giudicare le varie Colposcopie effettuate e pertanto esprimere un giudizio.
Sottolineo che infezione da HPV non vuol dire malattia.
L'infezione di per sè può essere spontaneamente reversibile ,soprattutto in caso di prima infezione in soggetti giovani .
saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI