Utente
Buongiorno,
premetto che ogni anno eseguo il pap test e la visita ginecologica e che è sempre risultato negativo; quest'anno purtroppo la mia situazione è questa:
- luglio 2013 - pap test - esito: cin3
- ottobre 2013 - colposcopia e biopsia portio ore 6 - esito - gsc visibile - due lembi di mucosa prevalentemente esocervicale con acantosi a carico dell'epitelio malpighiano con note di coilocitosi. Ricerca immunoistochimica proteina p16 NEGATIVA. Campione non rappresentativo della giungione squamo-columnare appare esente da significative alterazioni confermate nell'esame citologico (pap-test) Utile pertanto prosecuzione follow-up.

A questo punto il Colposcopista mi consiglia di fare lo stesso la conizzazione in via preventiva, dicendo che la biopsia potrebbe essere stata presa in un punto sano..........(l'ha fatta lui) ......ma io sono dubbiosa...allora puo' essere sbagliato anche il pap test, dato che un margine d'errore c'e.......concordiamo per rifare il pap test con ricerca e tipizzazione hpv.

- dicembre 2013 - esito nuovo pap test: ASC - H
ESITO HPV-DNA : POSITIVA PRESENZA HPV 74

Mi consigliano nuova colposcopia e nuova biopsia.
Io vorrei un vostro parere. Sul referto c'e' scritto che il ceppo 74 è di classificazione incerta, mentre in rete ho trovato informazioni contrastanti, chi dice che è a basso rischio e chi ad alto rischio. Idem per quanto riguarda ASC-H .......è tutto molto dubbioso......io rifarei anche la "tortura" di una nuova biopsia, ma se dato che questa lesione pare piccola mi prendono ancora un tessuto in un altro punto? A furia di tagliare e raschiare non rischio ulteriori danni?
Grazie infinite per il consiglio che vorrete darmi.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi permetto di esprimere da COLPOSCOPISTA che probabilmente la biopsia non é stata eseguita sotto guida colposcopica., in questi casi é impossibile avere una conferma .
L'unico consiglio che potrei dare é quello di eseguire un trattamento con ansa a radiofrequenza , cioé un trattamento escissionale non una conizzazione.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta Dottore.
La colposcopia con biopsia è stata eseguita in ospedale, non le so' dire se sotto guida colposcopica, io ho visto solo il microscopio .... ma non c'erano monitor che mi permettessero di vedere come si è svolto l'esame.......quindi secondo lei è inutile che io ripeta una colposcopia piu' biopsia in un altro ospedale, sperando che la facciano sotto guida colposcopica?
Gli interventi preventivi senza certezza di diagnosi mi lasciano perplessa....e soprattutto bisogna sempre sperare che chi esegue l'intervento lo esegua nel modo corretto.........
Secondo lei, considerato che ho questo ceppo hpv 74 di incerta evoluzione, non ci sarebbe la possibilità di aiutare le difese immunitarie in modo da tentare di debellare il virus e guarire dalla lesione senza intervento?
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ha una proteina p16 NEGATIVA , rivaluterei la situazione con paptest ravvicinati e eventuali COLPOSCOPIE , associando prodotti naturali con betaglucano .lattoferrina che naturalmente aumentano le difese immunitarie.(nomi commerciali non se ne possono fare)
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI