Utente
Salve Vi scrivo per avere cortesemente alcune informazioni riguardo il risultato del pap test fatto da mia moglie due settimane fà. Da premettere che mia moglie ha regolarmente effettuato il pap test l'ultimo ad aprile 2012 con esito negativo, oggi il pap test da come risultato il seguente:
Campione adeguato
Interpretazione diagnostica Anomalie delle cellule epiteliali squamose riferibili a:
Lesione intraepiteliale squamosa (SIL)
di alto grado (H-SIL) (CIN II) (CIN III) (CIS)
Prevalenza di cellule riferibili a displasia moderata
Si consiglia Colposcopia e biopsia mirata.
Vorrei sapere se è possibile che a distanza di un anno e mezzo si possa riscontrare un risultato di questo genere essendo glia ltri sempre negativi.
Ora siamo in attesa di effettuare gli altri esami,sono molto preoccupato per la salute di mia moglie, ci è stato detto che dopo tutti gli esami dovrà sottoporsi a conizzazione, che percentuale di successo ha questo intervento .Dimenticavo di dirvi che mia moglie ha 41 anni, grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In effetti é molto strano che nel giro di 15 mesi circa ci sia stato il passaggio da negativo a H-SIL .
É importante valutare l'adeguatezza del precedente esito ( quello negativo per intenderci ).
Io in questa situazione chiederei una rivalutazione del vetrino, prima di affrontare un intervento demolitivo sul collo uterino (conizzazione).
Naturalmente ë decisivo l'esito dell'esame COLPOSCOPICO .
MI FACCIA SAPERE!
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore per la sua risposta, la terrò informata.

[#3] dopo  
Utente
Salve Dottore, ieri siamo stati in una clinica per la valutazione del pap test, il dottore dopo aver letto l'esito dell'esame ha fatto una biopsia a mia moglie , prelevando due campioni di tessuto, ora aspettiamo l'esito e ci ha detto che il prossimo passo sarà la colposcopia e la conizzazione.Come da lei suggerito oggi richiedero' la rivalutazione del vetrino del precedente esame ( quello che ha dato esito negativo). Vorrei chiederle cortesemente se sarebbe stato piu' opportuno fare prima l'esame colposcopico, e poi la biopsia. Grazie.

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'osservazione è giusta ,questo secondo le linee guida della società di COLPOSCOPIA , io di solito mi comporto in questo modo.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente
Salve dottore le scrivo per aggiornarla, oggi ci sono stati comunicati gli esiti dei vari esami che ha fatto mia moglie dopo il Pap-test positivo, biopsia campioni prelevati ore 9-15 risultato tutto negativo, mentre il test per hpv e risultato positivo virus 16,
abbiamo effettuato anche una colposcopia, risultato zona di trasformazione normale lodochiara, zona di trasformazione anormale grado 0 area lodochiara muta ore 11/13.
Ho letto che questo tipo di hpv e molto aggressivo, ora la mia domanda è come sarebbe piu' procedere visto i risultati dei vari esami.
LA ringrazio in anticipo.

[#6] dopo  
Utente
Le volevo fare un altra domanda dottore, ma è possibile che il pap test dia come risultato un CIN II (Prevalenza di cellule riferibili a displasia moderata), che il test per HPV sia positivo al ceppo 16, e l'esame istologico effettuato sui campioni di tessuto prelevati dia esito negativo?
E' possibile che i campioni prelevati prima di fare la colposcopia quindi in punti casuali ore 9-12, non siano adeguati, perchè la colposcopia come le ho scritto,prima ha evidenziato una zona di trasformazione anormale a ore 11-13 ?Cosa ci consiglia di fare sono molto confuso.
La ringrazio in anticipo.

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Lei ha centrato , sicuramente le biopsie sono state effettuate su zone esenti da malattia.
Questo spiega tutto.
Deve rifare l'esame colposcopico , rivalutare tutto.
Non si deduce se le biopsie sono state COLPOSCOPICAMENTE MIRATE.
Io consiglierei un trattamento con ANSA a RF (radiofrequenza)
https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/1232-trattamento-con-ansa-a-radiofrequenza-delle-lesioni-dell-utero.html
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente
Salve Dottore, la prima biopsia non era mirata è stata fatta senza la guida colposcopica.Ora come da suo suggerimento stiamo rifacendo la colposcopia con biopsia mirata, aspettiamo poi l'esito e le faro' sapere.
Leggendo i suoi vari articoli ho visto che per rinforzare le difese immunitarie che servono a contrastare il virus HPV si possono prendere degli integratori naturali a base di lattoferrina e beta-glucano, vorrei sapere se è necessaria una prescrizione medica o se si possono prendere senza e per quanto tempo vanno presi.La ringrazio in anticipo, cordiali saluti.

[#9]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
NON necessita di ricetta medica.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#10] dopo  
Utente
Salve dottore, dopo aver rifatto tutti gli esami, colposcopia con biopsia mirata, oggi abbiamo ritirato l'esito della biopsia che è il seguente: CIn 2 3 dell'epitelio superficiale e ghiandolare. Qual'è la terapia migliore da seguire ora secondo Lei.
Mercoledi' abbiamo un appuntamento con il ginecologo per valutare la situazione.
Grazie in anticipo.

[#11] dopo  
Utente
Mi scusi dottore un altra domanda, se sarà sottoposta a conizzazione quale è il metodo migliore in questi casi. Grazie.

[#12]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/1232-trattamento-con-ansa-a-radiofrequenza-delle-lesioni-dell-utero.html
Come le ho detto i tempi sono tecnici , quindi tutto è guidato dall'esperienza clinica.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#13] dopo  
Utente
Salve dottore, avrei una domanda da porre visto la sua esperienza in merito, come le ho scritto circa un mese fà, a mia moglie è stato riscontrato un cin 2-3 dopo aver eseguito colposcopia con biopsia mirata ed esame istologico, il medico ci ha detto che doveva sottoporsi a conizzazione con ansa a radiofrequenza, ma che il macchinario era in manutenzione e che dovevamo aspettare qualche settimana.
Ora è trascorso un mese ed il macchinario tarda ancora qualche giorno per arrivare, la mia domanda è la seguente, ma in questo lasso di tempo quanto puo' peggiorare la situazione di mia moglie? Sarebbe opportuno rivolgerci a qualche altro centro per accelerare il tutto o ci conviene aspettare questi giorni?Il dottore dice che non c'è problema, mia moglie è molto spaventata e non sappiamo cosa fare, siamo molto in ansia,cosa ci consiglia.
Grazie in anticipo.

[#14]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Potreste provare presso un altro centro , nella provincia di Lecce non conosco centri specializzati.
A quale Ospedale si è rivolta?
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#15] dopo  
Utente
Salve dottore , ci siamo rivolti all'ospedale Panico di Tricase. Dove potremmo rivolgerci anche fuori Lecce? Grazie.