Utente 440XXX
Salve a tutti cari dottori, vi spiego la mia situazione. Io prendo la pillola YAZ da 5 anni senza mai fare pause, e il mese scorso ho dovuto fare una cura con il carbone vegetale. Aver letto sul bugiardo del carbone che questo potesse ridurre l'assorbimento dei farmaci presi in concomitanza, quindi era opportuno distanziare l'assunzione. Ho chiesto a varie farmacie, anzi a molte a dire il vero, tutte quelle delle 5 città che io abitualmente frequento e tutte mi hanno confermato la distanza di un range orario di 2/3/4 ore. Io allora ho preso il carbone dopo pranzo circa le verso 14, la pillola tra le 19/20 mai più tardi, e il carbone vegetale tra le 23.30/24, forse un paio di volte è potuto succedere che io lo prendessi verso le 23, ma mai prima di questo orario. Se nonché mi sono trovata a discorrere in ospedale con un ginecologo e questi mi ha accusata di essere stata una incompetente e che ero a rischio gravidanza ( il carbone a sua detta assorbe su di sé tutto ciò che trova a prescindere dai limiti di orario). Infatti giorno 3 Aprile ho avuto un rapporto coperto solo da pillola, non completo, ma ripetuto nello stesso pomeriggio. Ho chiamato la mia ginecologa la quale mi ha detto di fare un dosaggio di beta hcg otto giorni dopo questo rapporto: negativo con risultato 0.1. Non contenta, ieri, 13 giorni dopo il rapporto a rischio, con le prime urine del mattino, ho fatto un test clear blu digital con sensibilità di 25mUI/ml e ha dato responso " non incinta". Secondo voi posso escludere una gravidanza o era ancora troppo presto in entrambi i casi?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il test di gravidanza è sicuramente negativo .
Il CARBONE ATTIVO può ridurre l'assorbimento degli estroprogestinici (pillola) , diminuendo la sicurezza contraccettiva.Per questo è comunque consigliabile assumere il carbone 3 ore dopo e almeno 12 ore prima dell'assunzione della pillola contraccettiva ( Elomaa et al, 2001).
Per tranquillizzarla non sono stati registrati casi di ovulazione .
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 440XXX

Salve! Quindi lei mi conferma che questi due test sono comunque attendibili?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
CERTO !!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 440XXX

La ringrazio! Approfitto della sua gentilezza solo per chiararmi un ultimo dubbio: è circa un mesetto che avverto una sensazione di bagnato interna ed esterna e un aumento sebbene minimo delle secrezioni vaginali. Cosa molto strana perché con Yaz ho sempre avvertito moltissima secchezza.. Lei a cosa potrebbe imputare ciò?

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Deve escludere una vaginite , per l'esattezza una VAGINOSI batterica che a volte esordisce con una abbondante leucorrea e senza altri sintomi.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente 440XXX

Salve! A seguito di alcune perdite gialline un po' mucose ho chiesto consiglio alla ginecologa di fiducia, la quale mi ha detto proprio che si trattava di una vaginite dovuta a scompensi intestinali che mi tormentano da mesi e mi ha dato una cura a base di ovuli Neoxene da fare per 5gg che tuttavia hanno migliorato la situazione solo per alcuni giorni.. Posso fare altro? Ora la mia ginecologa è in ferie.

[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non ho dei criteri diagnostici e per la terapia si deve fidare della COLLEGA.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente 440XXX

La ringrazio dottore solo una ultima cosa: un test con sensibilità 10mUI/ml fatto con prima urina del mattino a 17 giorni dal rapporto a rischio è attendibile?

[#9] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
certo
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#10] dopo  
Utente 440XXX

Grazie mille e buona giornata!

[#11] dopo  
Utente 440XXX

Salve dottore e scusala disturbo! A causa di un mal di gola la dottoressa di base mi ha prescritto CEFODOX, un antibiotico appartenente alla classe delle CEFALOSPORINE. Volevo sapere se ci fossero interazioni con questo antibiotico e la pillola. La ringrazio!

[#12] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
piccola riduzione dell'effetto contraccettivo
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#13] dopo  
Utente 440XXX

Salve, chiedo scusa l'insistenza ma in un vecchio consulto lei stesso aveva dichiarato che questo antibiotico dato che non era un induttore epatico era sicuro. Tuttavia ho letto anche che può portare a forti scariche di diarrea. Il meccanismo di affievolimento degli estrogeni è dato da questo oppure da una questione epatica? Magari una distanza di assunzione tra le due cose può permettere alla pillola di entrare in circolo prima che ci siano problemi dettati dalla assunzione antibiotica?
Ps. Sia sul bugiardino della pillola che sul bugiardino dell'antibiotico l'interazione non è riportata, per questo mi permetto di chiedere chiarimenti prima di combinare guai! Grazie mille!

[#14] dopo  
Utente 440XXX

Dottore salve. Le scrivo per un dubbio atroce che mi è sorto a causa di uno strano e improvviso dolore/bruciore e gonfiore ai capezzoli. Io ho dovuto assumere il cefodox di fretta e furia, 24 h dopo un rapporto non completo a coito interrotto altrimenti la mia situazione alla faringe sarebbe troppo peggiorata ( ho erroneamente aspettato che il mio fidanzato partisse prima di andare dal medico di base).
Adesso secondo lei questo rapporto è da considerarsi a rischio? E più in generale i rapporti precedenti le assunzioni antibiotiche sono a rischio? Io so che uno dei modi che ha la pillola di funzionare è creare un ambiente ostile agli spermatozoi che muoiono nel giro di un paio di ore.
Premetto che avevo già iniziato il primo blister prendendo 3 pillole prima di assumere antibiotici,secondo lei saranno bastate a far inibire il sistema ovulatorio? La prego mi sciolga questo dubbio.

[#15] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
le ripeto la stessa risposta: piccola riduzione dell'effetto contraccettivo
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#16] dopo  
Utente 440XXX

Certo, volevo solo sapere se anche i rapporti precedenti alle assunzioni di antibiotici sono a rischio

[#17] dopo  
Utente 440XXX

Salve dottore mi scusi se la disturbo, volevo avere una informazione. Al termine della terapia antibiotica fatta non ho avuto rapporti per 15 giorni, quindi fino alla fine del blister. MI è comparsa la mestruazione e come di regola ho preso la prima pillola del nuovo blister. Quel giorno ho avuto rapporti protetti da preservativo. Il giorno dopo, quindi il giorno della seconda pillola del blister, ho avuto rapporti liberi. Questi rapporti sono protetti da pillola? Dalla fine di una terapia antibiotica a partire dal nuovo blister si è protetti?
Inoltre volevo sapere se il ciproxin ha interferenza con la pillola. Grazie mille!