Utente 447XXX
Buongiorno,
sono incinta e ho appena concluso la 25esima settimana di gestazione, la gravidanza sta procedendo serenamente e senza problemi, mi sento in gran forma. Tra pochi giorni avrei l'occasione di assistere a un concerto rock della mia band preferita e, vista la gravidanza in atto, avrei biglietti per posti a sedere in tribuna, un po' defilati e con libero accesso ai corridoi del palazzetto per potermi allontanare in qualsiasi momento. Il mio ginecologo mi ha assicurato che posso andare, senza stancarmi troppo, e che i decibel non costituiscono un problema.
Il mio compagno, però, teme che la musica ad alto volume possa arrivare al feto, comprometterne l'udito e provocare accelerazione del battito cardiaco. Ho cercato online informazioni da ricerche autorevoli per valutare e sciogliere i dubbi, ma alcune sono discordanti (mi pare di capire che il bambino allo stato attuale non percepisca ancora bene la mia voce, né i rumori esterni). Vorrei capire se in effetti esistono o no rischi legati all'esposizione alla musica ad alto volume in quest'età gestazionale e, per quanto riguarda un'eventuale accelerazione del battito cardiaco, se sarei in grado di percepire l'agitazione del bambino nel caso in cui qualcosa non andasse (da un paio di settimane avverto chiaramente i suoi movimenti).

Ringrazio in anticipo per il parere e porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si sconsiglia una persistente esposizione a rumori molto forti, in quanto possibile fonte di disturbo per il feto.
Parlo di PERSISTENTE esposizione .
E' consigliabile non essere molto vicini alla fonte del suono .
Quindi "una tantum " e non esponendosi direttamente , non nuoce.
Il feto quando non gradisce dà segnali come l' aumento dei movimenti attivi.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI