Utente 514XXX
Egregi Dottori, ho 39 anni, nullipara, assumo Loette da luglio 2014 per via di un ciclo doloroso e abbondante che mi causava anemia.Esami ok, mai fumato, pressione e peso regolari.Con Loette mi trovo abbastanza bene, ma le mie emicranie (senza aura) sono più frequenti e forti, e d'estate ho spesso mal di gambe e malessere generale.Il cardiologo che mi visita per aritmie benigne mi ha suggerito di passare ad un metodo solo progestinico,e non volendo inserire la spirale jaydess, il ginecologo mi ha prescritto cerazette : sono piena di dubbi perché temo di scombinare un equilibrio non perfetto, ma comunque accettabile, raggiunto con loette.Vi chiedo : è vero che potrei avere amenorrea o solo spotting (e ne sarei felicissima!), ma purtroppo anche cicli ravvicinati e abbondanti? Temo molto quest'ultima cosa, visto la passata anemia.Inoltre il ginecologo mi ha detto che se anche mi trovassi bene non potrei assumere cerazette per anni, visto che la mancanza di estrogeni può causare problemi per la densità ossea....ma con la spirale medicata, che lui predilige, non sarebbe la stessa cosa?? Anche quella non contiene estrogeni, e bloccando l'ovulazione non ne fa produrre all'organismo...grazie di cuore se vorrete chiarire i miei dubbi.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non ha una corretta informazione sui sistemi intrauterini (IUS) come Jaydess (durata 3anni ) o KYLEENA (durata 5 anni ) , questi non agiscono sulle ovaie bloccando la ovulazione come per la pillola progestinica o estroprogestinica, ma riducendo la crescita endometriale non rendendo possibile un impianto della gravidanza.
Il progestinico presente in questi sistemi (IUS) non passa nel sangue , a differenza dei contraccettivi orali.
Mi auguro di essere stato chiaro !
BUON 2019
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 514XXX

Gentile Dott.Blasi, è stato chiarissimo e la ringrazio per la sua risposta.Solo una domanda: volendo io usare spirale medicata o cerazette principalmente per motivi di salute ( cicli dolorosi e abbondanti) e solo secondariamente per contraccezione, lei quale dei 2 metodi ritiene migliore? So che vanno provati....ma secondo il mio ginecologo con cerazette non si sa l'effetto sul ciclo, mentre la spirale dà maggiori garanzie di avere un ciclo scarso se non assente.Le ricordo che con loette, che assumo da 4 anni, ho avuto ottimi risultati sul ciclo, guarendo anche dall'anemia...ma ora vorrei passare ad un metodo solo progestinico perché le mie emicranie, senza aura, sono più frequenti.Grazie di cuore e buon anno anche a lei dottore!

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Io mi orienterei verso uno IUS ( jaydess kyleena o Mirena )
Buon 2019
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 514XXX

Buonasera Dottore, torno a disturbarla per un chiarimento....dopo le sue risposte sto valutando seriamente la spirale medicata, che in effetti mi era stata consigliata anche dal ginecologo.Se però volessi aspettare ancora un po', potrei farlo senza problemi? In sostanza, fino a quale età potrei assumere loette? Ho quasi 40 anni....secondo il mio medico di base fino ai 50 anni, secondo il mio ginecologo dopo i 40 è meglio valutare un metodo solo progestinico.Al momento non ho problemi con loette, emicrania e malessere si concentrano in primavera/estate.Grazie Dottore.

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dipende dalla situazione metabolica
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente 514XXX

Gentile Dott.Blasi, mi perdoni se torno a disturbarla.Alla fine, per motivi pratici ed economici, ho deciso di tentare con cerazette, e rimandare il discorso spirale.Ho assunto la prima pillola dopo l'ultima di loette, senza pause.Dal 5' giorno è iniziato lo spotting, durato 4 gg, ed ora da 3 gg ho un ciclo, leggero ma rosso vivo.La cosa curiosa è che mi dura mezza giornata, da quando mi alzo fino alle 15, ed io prendo cerazette alle 14, 30.....poi il pomeriggio e la notte non ho niente se non un leggerissimo spotting, e la mattina riparte il ciclo, che si interrompe a metà giornata dopo aver preso la pillola.Come mai?? È come se per le prime 12 ore la pillola tenesse......e dopo non più.La situazione si assestera' col tempo? Domanda forse scema: e se spostassi l'assunzione al mattino, in modo da avere i sintomi come ciclo e dolore in serata/ notte, quando tanto sono a casa? O sarebbe peggio visto che con la cerazette bisogna essere rigorosi con l'orario di assunzione? Grazie, di cuore.

[#7] dopo  
Utente 514XXX

Buonasera, avrei bisogno di un consiglio importante....da domani devo iniziare una terapia con bentelan 1 mg., una compressa dopo colazione ed una dopo pranzo per 3 gg, e poi una sola compressa al giorno per altri 3 gg.Il cortisone può creare problemi con la cerazette? Di quante ore devo distanziare i 2 farmaci? Assumo cerazette alle ore 12, temo sia troppo vicina all'assunzione dopo pranzo che avverrebbe intorno alle ore 13,30.Grazie.

[#8] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nessun problema , basta distanziarli di circa 4 ore
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#9] dopo  
Utente 514XXX

Grazie Dottore, quindi a questo punto devo spostare l'assunzione di Cerazette....non posso prenderla alle ore 12, dovendo poi prendere il cortisone a pranzo.Per distanziare i 2 farmaci di 4 ore, come da sue indicazioni, dovrei prendere la minipillola alle 17.Cosa comporta posticiparla di 5 ore da un giorno all'altro? Non dico come effetto contraccettivo, ma più che altro come sanguinamenti imprevisti, essendo la minipillola più rigorosa dell'estroprogestinica circa l'orario di assunzione.....dottore grazie di cuore per la sua cortesia, buona giornata e buon lavoro.

[#10] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
NON accade nulla siamo nell'ambito delle 12 ore
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#11] dopo  
Utente 514XXX

La ringrazio di cuore, mi è stato veramente di grande aiuto.Un cordiale saluto!

[#12] dopo  
Utente 514XXX

Buonasera Dott.Blasi, la disturbo per un suo parere : assumo cerazette dal 15 gennaio, dopo 4 anni di loette ; con cerazette mi trovo bene, dopo il primo mese di assestamento.Da quando l'ho iniziata mi sono ammalata 3 volte, tra forme influenzali e ricadute...so che è il periodo, anche mio marito si è ammalato 2 volte...ma vorrei sapere se un cambiamento significativo del clima ormonale, come il passaggio da un estroprogestinico ad un progestinico e la mancanza di estrogeni, possano aver contribuito ad abbassare le mie dfese immunitarie.Grazie e buon lavoro.

[#13] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Assolutamente NO!
Gli estrogeni non aumentano le difese immunitarie , nessuna correlazione.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#14] dopo  
Utente 514XXX

Grazie Dott.Blasi! Un cordiale saluto.