Utente
Buongiorno Dottori, vi scrivo qui per avere un chiarimento circa un problema subentrato da qualche giorno. Dopo anni e anni di pillole combinate, mi è stata prescritta la pillola Azalia, in quanto essendo io una fortissima fumatrice che non è mai riuscita a diminuire, con casi di trombosi in famiglia e ad entrambi i genitori, si è stabilito che é meglio che io non assuma estrogeni. Ho cominciato a prenderla ad ottobre, e fino adesso era andato tutto bene, cioè dopo l’ultimo ciclo arrivatomi il 14 ottobre, non ho più avuto nè mestruazioni, nè perdite, spotting,nulla di nulla. Adesso però, da un po’ di giorni ormai, (dal 12 gennaio circa), ho delle perdite, che ormai definirei veri e propri sanguinamenti, che necessitano di assorbenti. Subito ho pensato a del semplice spotting, poi però vista la persistenza e l’abbondanza ho pensato che fosse una vera e propria mestruazione, ( vera per modo di dire) anche se ormai anche fosse il ciclo dovrebbe essere più che finito, invece prosegue senza dar cenni di interruzione. Vorrei sapere come mai, se é normale, e cosa dovrei fare ora. Io sto continuando ad assumere la pillola normalmente ogni sera. È possibile che abbia causato io questa cosa, con qualche dimenticanza o qualche pillola presa con troppe ore di ritardo? Le sere intorno a capodanno, potrete immaginare, tra festeggiamenti vari, posso aver avuto una dimenticanza o qualche ritardo nell’assunzione. Poi però ho proseguito normalmente. Cosa dovrei fare adesso? Quando finiranno questi sanguinamenti? Grazie anticipatamente.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di tutto è importante chiarire che l'assunzione della pillola progestinica ( minipillola o POP) comporta la irregolarità dei cicli non contenendo estrogeni. Se si aggiunge la irregolarità dell'assunzione o l'interferenza con farmaci , sicuramente porterà a spotting o a vere e proprie mestruazioni..
Alternativa a questa pillola è l'uso degli IUS a levonorgestrel.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI