Utente
Buongiorno,
Sono una ragazza di 28 anni.
In seguito al pap-test di controllo promosso dal Progetto Primula mi è stato riscontrato un LSIL e consigliata una colposcopia.
Ho effettuato questo step il giorno dopo da una ginecologa che si è dimostrata oltre che molto preparata, anche molto disponibile essendo io una ragazza molto ansiosa.
Effettuata la visita mi è stato tolto un campione per fare la biopsia la quale ha evidenziato invece un HSIL/CIN2.
Lei mi ha spiegato che ha preso la porzione della lesione visibilmente più alterata e che ci sta che le parti restanti abbiano un'entità minore.
Mi ha indirizzato comunque dal primario per sottopormi a una conizzazione (leep) che farò la prossima settimana.
Nonostante tutte le rassicurazione della dottoressa, la quale mi ha più volte detto di essere nell'ambito preventivo e che si parla di displasia e assolutamente non di tumore (che sottolineo essere molto brava, a livello professionale e non solo), ho paura che il successivo esame istologico possa evidenziare qualcosa di più grave e profondo.
Volevo gentilmente sapere se questa eventualità è possibile o se posso star tranquilla e togliermi dalla testa questo pensiero.
Per completezza di informazioni scrivo i risultati della biopsia aggiungendo che sono stata vaccinata per l'HPV in età adolescenziale.


BIOPSIA:

Notizie cliniche: pap test HSIL.
Colposcopia antz grado 1.
Eseguite due biopsie ore 2 e 10 su mosaico regolare
Esame macroscopico: due frammenti grigio bruni, il maggiore di cm 0.7x0.
3x0.2. Il materiale è stato analizzato e incluso in toto.

Diagnosi: mucosa cervicale con lesione squamosa intraepiteliale di alto grado (HSIL/CIN2), p16 positiva (--->che vuol dire positiva??
?
So che è una proteina che funge da marcatore.
Ma l'essere positiva, il fatto che ci sia, è un aggravante o un fattore prognostico positivo?)
Elenco colorazioni: Ki67 (---> in cui appunto non vi è scritto alcun dato di positività) e P16

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Concordo pienamente con la Collega per l'iter diagnostico messo in atto , concordo che ci troviamo di fronte ad una DISPLASIA e non ad una NEOPLASIA (tumore) .
Il trattamento escissionale proposto (LEEP) è quasi sempre terapeutico oltre che diagnostico.
Tutto dipenderà dall'esame istologico dei margini del tessuto asportato , se saranno liberi , il trattamento sarà stato risolutivo. La proteina p16 conferma la validità dell'esame istologico Hsil /CIN 2.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dr Blasi,
ringrazio innanzitutto per la risposta tempestiva e avermi spiegato "P 16 positiva". In caso di margini "non liberi" (mi passi il termine, non so se questo è il termine corretto), potrebbe essere un aggravante del problema? In tal caso sarebbe necessaria un'ulteriore conizzazione? Inoltre posso quindi escludere che l'esame istologico successivo alla LEEP possa rilevare un CIN3, carcinoma o una neoplasia "sfuggita" alla prima biopsia?
In attesa di riscontro la ringrazio molto dell'attenzione e mi scuso per il disturbo

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Quasi sempre in queste occasioni , come ho già riferito, la LEEP è risolutiva . .
Un CIN2 non può dare improvvisamente una neoplasia.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Quindi, se non ho capito male, essere positiva alle Proteina P16 non è un fattore aggravante della situazione ma solo uno strumento a conferma diagnostica giusto? E che, avendo già effettuato una biopsia che ha evidenziato un CIN2 il successivo esame istologico confermerà CIN2 andando a indagare dai lembi della porzione se la lesione è stata asportata in toto o meno. Non dovrebbe esserci niente di nascosto sfuggito alle visite e alla prima biopsia, è questa la cosa che mi spaventa di più visto che da un primo LSIL è poi invece risultato dalla biopsia un CIN2