Utente
Buonasera, ho 30 anni e da circa due anni ho scoperto di dover tenere sotto controllo i valori legati all'omocisteina.
Tutto è partito dal fatto che un mio cugino ebbe un piccolo trombo all'occhio (per cui fortunatamente non ha perso completamente la vista!) e da quel momento la mia famiglia si è sottoposta alle relative analisi.
E' emerso che alcuni componenti della mia famiglia avessero i valori leggermente alti.
Nel mio caso sono risultata omozigote e quindi periodicamente mi sottopongo alle analisi e quando è capitato che i valori fossero leggermente più alti sono ricorsa ad un ciclo di Prefolic.
Detto ciò in passato ho fatto uso di pillola anticoncezionale (diversi anni fa) e l'anno scorso, sotto indicazione del ginecologo, ho usato l'anello.

Essendomi trovata meglio con la pillola, volevo chiedere se c'è un rischio effettivo per cui è consigliabile non assumerla proprio oppure se si può ipotizzare l'utilizzo con modi per tenere tutto sotto controllo...
Grazie mille per la disponilità
Saluti

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In questi casi a scopo contraccettivo si consiglia la MINIPILLOLA (cioè una pillola senza ESTROGENI , detta POPs , Progestogen Only Pills) .La sicurezza contraccettiva è sovrapponibile a quella degli estroprogestinici (anello, cerotto e pillola)
LA minipillola è consigliata alle donne per le quali sono controindicati gli estrogeni : donne che allattano, donne affette da malattie cardiovascolari donne che soffrono di emicrania con aura, e donne come nel suo caso portatrici di alterazioni genetiche trombofiliche (iperomocisteinemia).
Cordiali saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Ringrazio per la risposta tempestiva e ne approfitto per fare un'ulteriore domanda...Ho letto del rischio che il flusso e la durata del ciclo possano diminuire fino ad amenorrea...cosa mi sa dire al riguardo? E' comunque sicuro come medicinale?

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Recentemente è stata commercializzata una "minipillola" a base di DROSPIRENONE che evita il problema dell'amenorrea , infatti non si assume in modo continuativo , il blister è composto da 24 compresse attive e 4 compresse placebo , durante l'assunzione di quest'ultime si verifica il flusso mestruale.
Cordiali saluti
dr BLASI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI