Ho provato 5 pillole diverse e continuo ad avere fortissimi dolori mestruali

Buonasera, volevo parlare di un problema che mi preoccupa da un bel po' di tempo ormai.

Sono una ragazza di attualmente 21 anni, ma I miei problemi con le mestruazioni vanno ormai avanti da più di un anno ormai.

Premetto che ho iniziato ad avere le mestruazioni già da quando avevo 11 anni, ma sempre in maniera indolore o al massimo leggermente fastidiosa.

Invece, verso l'autunno del 2018 ho iniziato ad avere mestruazioni molto irregolari e dolorose in maniera crescente, tanto che verso l'inverno di quell'anno ho vissuto un episodio per me traumatico: una mattina del primo giorno di mestruazioni mi sono recata come sempre in università e, all'improvviso ho iniziato a provare così tanto dolore all'addome da volermi recare di nuovo a casa.

Non sono riuscita ad arrivare a casa talmente erano forti i miei dolori, ho creduto di morire, penso sia stata l'esperienza più dolorosa della mia vita.

Dopo questo episodio ho fatto un'ecografia in cui le ovaie e l'utero risultavano normali e in salute e ho anche avuto un consulto ginecologico in cui risultavo perfettamente sana, perciò ho iniziato a prendere la pillola.

Nonostante questo, ormai prendo la pillola da un anno e mezzo, la situazione non è affatto mutata.

La ginecologa mi ha detto che la pillola blocca il ciclo a tutti gli effetti e quindi anche la maggior parte dei dolori, ciò nonostante io continuo a soffrire tanto da non poter vivere normalmente nei giorni mestruali.

Ormai ho provato circa 6 pillole diverse, tutte per circa 3 mesi a testa, senza risultati.

Perciò ho pensato di avere un'opinione diversa, magari c'è un metodo per non provare così tante pillole e trovare quella giusta, oppure ci sono altri esami che potrei fare.

Ho riassunto molto la mia esperienza, ma spero di essermi spiegata.

Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 39,9k 1,2k 246
Mi viene spontaneo pensare ad una ENDOMETRIOSI pelvica micronodulare che si è localizzata a livello dei ligamenti uterini e quindi non molto visibile ecograficamente , ma evidenziabile con RMN pelvica specifica per endometriosi .
Potrebbe eseguire un dosaggio del CA125, e poi valutare le altre indagini
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio