Domanda sul diabete gestazionale

Buongiorno.
Sono a 31 settimane di gravidanza.
Sono insulino-resistente, con ovaio micropolicistico, peso corporeo nella norma.
Sono ipotiroidea, assumo attualmente Tiche 125 e sono seguita da un endocrinologo.

La mia glicemia al mattino è sempre stata inferiore a 90 durante le analisi mensili che ho fatto finora.

La curva da carico di glucosio è andata bene (86-98-78).
La mia domanda riguarda un possibile aumento della glicemia a digiuno oltre 90 negli ultimi due mesi di gravidanza, nonostante quindi la curva sia andata bene.

La mia preoccupazione nasce dal fatto che sono insulino-resistente (difatti la curva è leggermente piatta nonostante per i medici sia perfetta) e spesso quando non ero in gravidanza ho trovato glicemie superiori a 90 di poco a digiuno al mattino a seguito di analisi del sangue di routine.

In questi casi come ci si comporta?
Se ad esempio si trova un valore di glicemia a 93-94 a 34 settimane si diagnostica comunque diabete gestazionale oppure si procede la gravidanza normalmente senza ulteriori approfondimenti?

Attualmente la bambina cresce al 50 percentile, liquido nella norma, io ho preso 6 kg, peso 56, 7 partendo da circa 50, 5 kg.

Spero che qualcuno mi risponda.
Grazie.
E buona giornata
[#1]
Dr.ssa Lucia Vecoli Ginecologo 905 36 125
Gent. Sig., mi complimento con lei per gli ottimi risultati finora raggiunti. La diagnosi di diabete gestazionale(GDM) viene effettuata a 24-28 settimane col test da carico con 75 g di glucosio (OGTT), nei soggetti a maggiore rischio ( obese, pregresso diabete gestazionale, glicemia a digiuno 100-125 mg/dl già a 16-18 settimane. Per porre diagnosi di GDM basta un solo valore glicemico alterato. I valori soglia per la glicemia sono: 92 mg/dl a digiuno, 180 mg/dl dopo un'ora, 153 mg/dl dopo 2 ore. Secondo me, visti i risultati che ha ottenuto, può stare tranquilla, basta che controlli la dieta. La curva piatta conferma semplicemente che lei è un soggetto a rischio per il diabete tipo 2, quindi si tenga a dieta anche dopo la gravidanza e controlli la glicemia, per prevenirne l'insorgenza di questa malattia metabolica in età matura.

Dr. Lucia Vecoli

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie, dottoressa. È stata molto gentile a rispondermi.
Sapendo la mia situazione (due aborti, genitori diabetici insulino-dipendenti, mia insulino-resistenza), ho da subito adottato un regime alimentare adeguato alla situazione, bilanciando bene l'assunzione di carboidrati (integrali) all'interno dei pasti, senza eliminarli.
Questo ha in effetti portato i suoi frutti, soprattutto nel controllo del peso e nellaccrescimento corretto della bambina, però sul nodo "glicemia basale" si può intervenire poco, come ho potuto capire, nonostante alimentazione adeguata e spuntino serale adeguato, la glicemia basale è tosta da correggere.
Spero che non mi faccia brutti scherzi negli ultimi due mesi che mi restano.
Grazie ancora. Buona giornata

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test