Bromocriptina e gravidanza

Gentilissimi, qualche mese fa ho sospeso la pillola anticoncezionale per cercare di restare incinta ma il ciclo non è arrivato e nemmeno una gravidanza. Dopo tre settimane di ritardo ho contattato la mia ginecologa per una visita e mi ha diagnosticato la presenza di alcune cisti alle ovaie che inibiscono l'ovulazione. Secondo lei la cosa si sarebbe anche potuta risolvere naturalmente ma per accelerare la "guarigione" mi ha nuovamente prescritto la pillola (minesse), 4 cicli senza periodo di sospensione. Ora dovrei fare un controllo tra un paio di settimane, prima di sospendere nuovamente la pillola, ed iniziare un trattamento a base di bromocriptina, che dovrebbe stimolare l'ovulazione e il normale funzionamento ovarico. Mi chiedevo se fosse necessario questo "aiuto farmacologico", quali effetti collaterali possa causare la bromocriptina e se questa terapia possa in qualche modo avere delle controindicazioni rispetto ad una gravidanza. Parlerò di questo certamente anche con la mia ginecologa durante il controllo ma volevo avere qualche chiarimento in più prima di presentarmi alla visita in modo da avere le idee più chiare. Ringrazio fin d'ora per la vostra disponibilità.
[#1]
Dr. Ivanoe Santoro Ginecologo 8,5k 280 7
L Bromocriptina è un farmaco piuttosto datato che si usa nella correzione farmacologica delle iper-prolattinemie, ovvero situazioni clincihe in cui è presente un incremento dei livelli della Prolattina (un ormone formato dal lobo anteriore dell'ipofisi). Le situazioni cliniche associate a questa iper-produzione vanno dall'amenorrea-galattorea (e sindromi correlate) alla galatotorrea singola, insufficienza luteale, irregolarità del ciclo, spotting premestruali, dolori alle mammelle, senso di turgore locale, irritabilità, nervosismo, insonnia.
Il farmaco, quindi, ripristina l'ovulazione solo nei casi in cui quest'ultima sia abolita da elevati livelli dell'ormone ipofisario.


Cordialmente.

Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
già Direttore f.f. UO OST/GIN Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2]
Dr. Marcello Sergio Ginecologo 14,7k 309 185
Gent. sig.ra, il farmaco da lei citato (come indicato anche nel foglietto illustrativo) trova indicazione nell'infertilità iperprolattinemica (ossia se c'e' un aumento della prolattina) ed e' controindicata in gravidanza.
Cordiali saluti

Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott. Santoro, ringrazio intanto lei e il collega per la risposta. Mi domando a questo punto se prima di prescrivere la terapia non sia opportuno un esame per verificare i valori di prolattina, ad oggi non ne ho sostenuto nessuno, l'amenorrea seguita alla sospensione della pillola è stata attribuita alle cisti ovariche individuate con l'ecografia, ma il fatto che sia stata amenorrea è sufficiente a far dedurre che i livelli di prolattina siano alterati? e magari esistono farmaci "meno datati e più efficaci"? certo forse sarebbe necessaria un'indagine diversa... posso chiedere cosa consiglierebbe?
Ringrazio e saluto cordialmente.
[#4]
Dr. Ivanoe Santoro Ginecologo 8,5k 280 7
Come già detto, la BrC (bromocriptina), ripristina il meccanismo ovulatorio se questo è alterato da elevati livelli di Prolattina.
Ora, non conoscimo il motivo per cui l'induzione dell'ovulazione Le è stata indicata dalla Collega con tale farmaco.
Come si diceva, senza un dosaggio della Prolattina è difficile sapere se vi siano incrementi patologici dell'ormone, tali da rendere an-ovulare una paziente.
In questo, ovviamente, non posso dirLe nulla.
Le consiglio un colloquio chiarificatore con la Collega, prima di scrivere altro.


Cordialmente.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentile dr. Santoro, oggi sono stata dalla mia ginecologa, a suo giudizio i valori della prolattina sono certamente alterati e questa è stata la causa delle mancate mestruazioni, ora mi è stata prescritta bromocriptina da assumere fino al primo ciclo "naturale" dopo il quale faremo visita per valutare i valori dell'ovulazione e poi continuare con bromocriptina fino a quando rimarrò incinta. Appena accertata la gravidanza bromocriptina andrà sospesa. Mi sono chiesta se non ci siano controindicazioni, di fatto se tutto precederà in questo modo comunque assumerò la bromocriptina almeno per le prime due/tre settimane di gravidanza, la dr.ssa mi ha garantito che assolutamente non ci sono "pericoli", tuttavia leggendo in internet i bugiardini del farmaco trovo cmq riportato che non va assunto in gravidanza.. come mi devo comportare? La ringrazio sin d'ora per la sua disponibilità.

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test