Emisfero destro

Ad una persona di 80 anni ricoverata più volte in ospedale e sottoposto
anche ad intervento chirurgico di evacuazione di ematoma sottodurale cronico
emisfero destro, era stata fatta la diagnosi di "Parchinsonismo vascolare "
le avevano prescritto anche il Madopar. In altra struttura, ricoverato dal
pronto soccorso per caduta, dopo aver fatto tutti gli esami, viene
diagnosticata : encefalopatia vascolare. In questa occasione gli è stato
tolto il Madopar perchè non adatto ai suoi disturbi.
Mi potete dire quale differenza esiste fra le due diagnisi? A me, che non
sono medico, pare di capire che i disturbi siano quasi uguali e che il
Madopar gli avrebbe causato un miglioramento.
Visto che tra i tanti disturbi, cammina molto lentamente ed a piccoli passi.
Gli hanno consigliato di rivolgersi ad uno psichiatra, io sono convinta che
questi disturbi debbano essere seguiti da un neurologo.
Potete dirmi qualcosa in merito?
Vi ringrazio.
Carla
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 74.8k 2.3k 20
Gentile Utente,

le due diagnosi non sono sinonimi, infatti per encefalopatia vascolare si intende una condizione caratterizzata da alterazioni generalmente ischemiche e diffuse, mentre per parkinsonismo vascolare s'intende un quadro similparkinsoniano dovuto ad alterazioni vascolari della sostanza nera e delle sue vie che controllano il movimento. In quest'ultimo caso la levodopa (madopar e altri) sono meno efficaci rispetto alla malattia di Parkinson primaria. I medici penso che si siano basati su quadri TC o RM. Personalmente nel parkinsonismo vascolare utilizzo la levodopa, almeno per verificare gli eventuali benefici. Non conoscendo il quadro clinico della persona in causa non posso rispondere all'ultima domanda circa lo specialista di riferimento.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore, la ringrazio molto per l'esauriente risposta,pensavo fossero quasi sinonimi le due malattie perchè purtroppo ho mio marito che ha il parkinsonismo vascolare e assume da tempo il Madopar, cammina molto lentamente e faticosamente, ha perso completamente la memoria a breve e altri disturbi ancora. Questo amico per il quale ho scritto ha parecchi disturbi uguali a mio marito per cui supponevo quello che ho scritto.
Quali delle due malattie è la più grave e preoccupante?
Grazie ancora.
Cordiali saluti.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 74.8k 2.3k 20
Gentile Signora,

sono entrambe condizioni che possono diventare invalidanti. Non tutte le encefalopatie vascolari, per fortuna, evolvono in parkinsonismo. Se dovessimo fare una graduatoria di gravità diciamo che il parkinsonismo vascolare rappresenta una complicanza di una vasculopatia cerebrale, pertanto potrebbe considersi più invalidante.
Questo in generale, ci sono poi i casi specifici che si comportano al contrario. Pensi che un'encefalopatia vascolare può portare all'immobilità, anche senza la complicanza del parkinsonismo, come presentarsi con sintomatologia lieve o addirittura asintomatica per anni.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore, la ringrazio molto, ora ho le idee più chiare.

Il morbo di Parkinson è una malattia degenerativa che colpisce il Sistema Nervoso Centrale. Sintomi, cause, fattori di rischio e farmaci per la qualità di vita dei malati.

Leggi tutto