Utente
Buongiorno, scrivo su questo sito che trovo molto utile per non vagare nella rete alla ricerca di risposte incomplete....
Ho 31 anni, e nell'arco della mia vita , ho sempre sofferto di "mal di testa".
Ho preso la pillola per circa 15 anni e avevo crisi di emicrania catameniale abbastanza "regolari" con il ciclo mestruale e/o l'ovulazione, infatti da 2 anni tengo un diario dei momenti in cui mi capita e dei farmaci che assumo.
Da gennaio 2010 ho sospeso la pillola e ho notato un incremento delle emicranie, pertanto ho effettuato una visita neurologica, risultata del tutto negativa, con diagnosi di emicrania catameniale, con episodi di cefalea muscolo tensiva.
QUasi tutti gli attacchi infatti iniziano con la tensione delle "cervicali" dei muscoli del collo e si irradiano a casco con un dolore diffuso e forte (quasi sempre non riesco a rinunciare all'antinfiammatorio).
Alcuni attacchi sono di emicrania con aura (ma pochissimi in proprorzione).
Da circa 6 mesi sto cercando una gravidanza e ho notato un aggravamento della cefalea in questo periodo....
Inizialmente ho fatto terapie tens per cervicali, rx, domani faro' una risonanza al tronco encefalico ma fin'ora tutto negativo (spero anche la risonanza di domani).
Ho provato a fare delle sedute di agopuntura e a iscrivermi ad un corso di yoga perche' mi sono resa conto che la cefalea/emicrania e' proprio di tipo tensivo/emotivo, oltre che ad essere catameniale.
Infatti ne soffro durante il ciclo mestruale, il giorno prima del ciclo e generalmente durante i primi 5 gg ho altri 2-3 episodi.
Poi durante il periodo ovulatorio (altri 2-3 episodi) per un totale di circa 5 episodi al mese per i quali assumo IBUPROFENE 400 a episodio .
Tale emicrania comincia ad essere molto presente ultimamente anche per 6 gg consecutivi che mi provoca una forte tensione , paura, e disabilita'.
Potrei sapere se :
1) e' normale avere dei periodi con la cefalea presente tutti i giorni
2) gli antidolorifici , nella quantita' che assumo, sono troppi e possono causare cefalea da abuso ?
Vorrei inoltre essere tranquillizzata sul fatto che realmente questa tensione possa essere la reale causa dell'emicrania, anche perche' ultimamente la cefalea e' presente dalla mattina e fatica a passare o non passa con l'antidolorifico.
Sto infatti pianificando delle sedute psicolterapiche associate magari all'assunzione si Samyr che ho usato in passato e che mi ha dato giovamente in periodi di maggior stress o blanda depressione.
Grazie e saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

probabilmente i Suoi problemi sono di due tipi, uno emicranico ed uno tensivo. I periodi con cefalea prolungata probabilmente sono di tipo tensivo, la cefalea mestruale invece di tipo emicranico. I FANS che assume non penso che possa no provocare cefalee da abuso ma dovrebbe andarci piano. Penso che anche una terapia di prevenzione possa essere indicata ma è da sconsigliare durante la ricerca di una gravidanza.
Con l'agopuntura non ha tratto alcun beneficio?

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
grazie della celere risposta, con l'agopuntura per il momento no, forse dovrei continuare....

le crisi sono in effetti come dice lei, vorrei sapere quanti FANS al massimo posso assumere, per stare sotto una certa soglia.
La terapia preventiva mi era stata proposta dal neurologo ma in effetti per la ricerca della gravidanza, non l'ho ancora presa in considerazione.
Grazie ancora

[#3] dopo  
Utente
per completezza la avviso che ho provato anche ad assumere TACHIDOL per limitare l'assunzione di FANS; tutto sommato mi ha fatto n buon effetto (1 bustina al bisogno) , non tanto a livello analgesico che non e' molto forte quanto piuttosto a livello rilassante.
Questo prodotto puo' essere meno invasivo del FANS o comunque preferibile?
Grazie nuovamente

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'effetto dell'agopuntura spesso è tardivo, occorrono diverse sedute prima di vedere i benefici che a volte possono manifestarsi anche dopo avere ultimato un ciclo di terapia.
Non esiste un numero stabilito di FANS per non incorrerre nell'abuso, serve il buon senso. Anche il paracetamolo si può assimilare ai FANS anche se presenta delle caratteristiche particolari, come la minore gastrolesività ed una minore azione antinfiammatoria. Per l'utilizzo dei farmaci deve fare riferimento al Suo neurologo perchè on line non è possibile suggerire terapie.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente
Salve dott. Ferraloro, stamattina dopo un colloquio con il mio medico,mi ha prescritto un ciclo di punture SAMYR e una blanda dose di ansiolitico per calmare le tensioni e non ricorrere all'antifiammatorio.
Ho preso una pausa di qualche giorno, per "staccare la spina" essendomi resa conto di avere una piccola forma depressiva.
Mi auguro che tutto cio' possa ridurre ed eliminare le crisi.
Cosa ne pensa?

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

segua la prescrizione del Suo medico curante.
Quale ansiolitico è stato prescritto e a quale dosaggio?

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
Ansiolin 5 gocce mattina + 5/7 alla sera per 10 gg.

Oggi ne ho prese solo 3 perche' vorrei sempre limitare i farmaci,sono andata a fare un po' di nuoto e non lavorando e cercando di non pensare ai problemi, sembra che vada meglio....

ovviamente il mio medico mi ha detto che una volta che avro' il risultato della RM encefalo di oggi di tornare dal neurologo per eventualmente stabilire un approccio con i triptani per le crisi emicraniche.

la ringrazio molto della sua disponibilita', saluti.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ok, se vuole potrà farmi sapere l'esito della RM encefalica.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Certamente e rinnovo i ringraziamenti.
Saluti

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno dott nuovamente, oggi sto prendendo le gocce come da prescrizione e dormo pressoche' tutto il giorno...

al risveglio pero' il dolore che e' sempre nello stesso punto si fa comunque sentire.

Non avverto piu' il mal di testa, ma un dolore lungo il muscolo trapezio/che sale sotto l'occipite/ e talvolta sulla sommita' del cranio/occhio, solo dalla parte sx.

Non e' un dolore forte ma continuo....
E' anch'esso rimadato alla cefalea tensiva?

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente potrebbe essere, associata a contrattura muscolare. La sonnolenza all'inizio è normale. Comunque le benzodiazepine, di cui l'ansiolin fa parte, andrebbe assunto solo per alcune settimane per poi iniziare, su indicazione dello specialista, una graduale riduzione fino alla sospensione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Si il dottore mi ha detto di prendere le gocce per 10 g circa e poi diminuirle giorno per giorno.

Grazie

[#13] dopo  
Utente
Salve dottore, mi dispiace disturbarla ulteriormente, ma le giornate sono molto pensanti e il male e' sempre costante, anche se non forte,,,,ho paura di avere qualche grave patologia o che il dolore non mi passi piu',,,,

potrei avere una cervico-occipitalgia,,,,leggendo qua e la'.

se facessi delle manipolzioni chiropratiche /osteopatiche potrei risolvere il dolore?

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

senza sapere da cosa origina il Suo problema non Le posso dare le indicazioni richieste. Personalmente aspetterei l'esito della RM e poi delegherei il Suo medico curante a prendere decisioni di questo tipo. Per il momento non mi farei mettere le "mani addosso".

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
SAlve dottore la disturbo ancora perche' la cefalea non mi da tregua....ieri prima di dormire ho preso un brufen 400, ma ora ce l'ho continua e non riesco a resistere,senza farmaci.
Che sia il caso di andare in ospedale cosicche' mi facciano dei controlli?
Posso prendere ancora antidolorifico?
saluti

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'antidolorifico va assunto su prescrizione del medico curante e non lo si può prescrivere on line in un paziente che non si conosce. Quando Le danno il referto della RM?
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente
il referto tra 7 g circa, il fatto e' che il medico e' in sciopero, da venerdi scorso ho assunto 5 brufen 400 ad oggi, non so se posso prenderne ancora, nonostante il dolore

grazie ancora

[#18] dopo  
Utente
quello che vorrei capire, dottore, e' se e' normale una cefalea che dura cosi' a lungo, oppure e' da controllare urgentmente in quanto sintomo di qualcosa di piu' grave, mi sembra che 8 gg consecutivi siano molti......

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se può, eviti ulteriori asssunzioni di brufen. Se il dolore è forte si faccia controllare al P.S. possibilmente di un ospedale dove c'è il reparto di neurologia (potrebbero chiamare il neurologo di turno per consulenza ma è a discrezione del medico di P.S.).

Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente
Salve dottore leriporto l'esito dela RM appena ritirato.
Ho sentito il mio medico che mi ha tranquillizzato, ma sinceramente sono molto preoccupata, quest'uleriore RM e' fondamentale? E cosa potrebbe essere?

"complesso ventricolare in asse,di forma e ampiezza nella norma. Nella norma gli spazi liquorali sopratentoriali e sottotentoriali. nei limiti della norma l'intensita di segnale del parenchima cerebrale. attorno alla part anteriore della falce cereb da ciascun lato e' riconoscibileuna piccola formazione lenticolare,nettamente delimitata cha ha intnsita' di segnale simile a quella della sostnza bianca in T1 che appare ipointensa in DP e T2 con spessore di 0.5 cm circa in lunghezza complessiva di 3 cm circa. per distinguere fra meningioma della falce cerebrale e calcificazioni della falce cerebrale si raccomanda approf diagnostico con rm con mezzo di contrasto endovenoso

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non c'è nulla di grave, faccia visionare le immagini al Suo neurologo per avere una valutazione diretta del problema. La RM encefalica con mezzo di contrasto, come consigliato dal neuroradiologo, è particolarmente opportuna per una diagnosi differenziale.
Non stia preoccupata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente
grazie mille per la veloce risposta.....purtroppo sono molto preoccupata, ho paura di avere un tumore cosi' da giovane...

lei mi potrebbe dire, nel peggior caso la rm con mdc cosa potrei avere?

e' meglio che vada dal neurologo con l'altra RM o con questa?

Ho paura anche ra che sto cercando una gravidanza, di non poterla piu' avere o di non poter fare gli esami.

mi scusi dottore per tutte queste domande, ma mi sento impotente....
grazie comunque moltissimo

[#23]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

nel referto della RM sono indicate le due ipotesi diagnostiche, un meningioma della falce (formazione benigna) o una calcificazione della falce (niente di importante). Pertanto stia serena. Al neurologo faccia visionare entrambe le RM.
Non si faccia prendere dalla paura.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente
scusi dottore se insisto ma il meningioma della falce (formazione benigna) sarebbe grave? dovrei asportarlo?

[#25]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non è grave e se non da fastidio non si asporta, si fanno soltanto dei controlli RM periodici.
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente
Grazie infinite dottore.
Dopo un momento di paura adesso mi sto confortando, ho anche risentito il mio medico leggendogli l'esito che mi ha rassicurato spiegandomi le stesse cose che mi ha detto Lei
.
Probabilmente andro' comunque a breve dal mio neurologo giusto per sottoporgli il tutto e fargli le mie domande.

Rinnovo i miei ringraziamenti, avere un consulto cosi' rapido in un momento particolare e' veramente utilissimo e confortante.
Buona serata

[#27]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che si sia rasserenata. Se vuole può farmi sapere cosa Le dirà il neurologo.

Buona serata a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente
Salve dottore, il mio umore e' variabile....sono tanto fiduciosa a momenti....quanto drastica in altri.
Devo fissare l'altra RM e mi sembra di capire che attualmente non ha senso andare da un neurologo in quanto non avrebbe delle risposte.
Io pero' ho molte domande e non so se lei possa gentilmente rispondermi:
- data la mia assenza di sintomi ( e l'avere scoperto per caso questa cosa) potrei avere solo una calcificazione?
- se avessi un meningioma, lei mi ha detto che non e' grave. Quindi non avrei un tumore? e quindi non potrebbe degenerare negli anni e magari trasformarsi in tumore?
- posso sviluppare dei sintomi?
- potro' avere figli?
- se fossi incinta come faccio a fare la RM con mdc? Potrei aspettare il parto per farla? Non sarebbe troppo tempo?
- le mie cefalee ed emicranie sono dovute a queste due ipotesi?
- da quanto e' probabile che sia li se fosse meningioma? Anni? giorni?
- E' una cosa comune alla mia eta'?
- lei reputa che questa RM debba essere fatta urgentemente? quanto?

Mi scusi ancora e la ringrazio infinitamente.
Ho molta paura di morire giovane, di far soffrire la mia famiglia e di non godermi la vita....

Grazie infinitamente e saluti

[#29] dopo  
Utente
Salve dottore, mi sembra di avere trovato una buona notizia tra i miei referti di 11 anni fa

avevo fatto una rx cranio a seguito del colpo di frusta e il referto chiaramente dice:
alcune calcificazioni si proiettano in sede di face cerebrale.

Puo' tutto cio' essere collegato e farmi sentire piu tranquilla e piu' propensa a pensare che sia la calcificazione il mio "problema"?

[#30]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

provo a rispondere alle Sue domande,

1) potrebbe essere una calcificazione, avvalorata anche dalla TC di 11 anni fa.

2) il meningioma è una formazione benigna che non degenera.

3) gli eventuali sintomi si possono sviluppare qualora il meningioma aumentasse di volume e comprimesse le strutture circostanti.

4) certo che potrà avere figli.

5) se non c'è compressione le cefalee che accusa non sono dovute a questi problemi.

6) l'eventuale meningioma potrebbe essere lì da anni.

7) non c'è urgenza per effettuare la RM ma non perda molto tempo per Sua tranquillità.

Non si abbatta e stia serena, si godrà la vita.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#31] dopo  
Utente
Grazie di cuore, nuovamente.

[#32] dopo  
Utente
Salve dottore, ho lasciato tutti i miei refetti al neurolradiologo refertante della mia RM che mi ha rassicurato dicendomi che non e' nulla di preoccupante in ogni caso e che sembra sia la calcificazione presente negli esami vecchi.
Si occupera' comunque id fare una verifica adeguata per confermarmi o meno la necessita' di effettuare la RM con contrasto.

Nello stesso tempo pero', arrivato il ciclo, ho cominciato con le solite crisi emicraniche il giorno prima del ciclo (brufen400), il 3^ e 4^ gg (un brufen400 al gg) e adesso continua il dolore occipitale e dentro l'occhio sx....penso che continuera' intermittente fino all'ovulazione e poi nulla fino al prossimo ciclo come da diario...

Vorrei farmi prescrivere i triptani, pensa che mi possano aiutare mglio?

Crede che queste crisi catameniali (con la relativa ssuznione dei FANS, siano nella norma?
Saluti

[#33] dopo  
Utente
Salve dottore, ho lasciato al neuroradiologo tutti i referti che mi ha detto probabilemtne essere combacianti (calcificazione) , ma che li esaminera' con calma per confermarmi l'effettiva necessita' della RM con contrasto.

Nel frattempo arrivato il ciclo, sono arrivate le crisi (una il gg prima , una il 3^ giorno e una il 4^ gg , ieri ) ho preso 1 brufen400 per ogniuno di questi 3 gg.
Adesso continua il dolore occipitale e dentro l'occhio , non sembra emicrania ma una cefalea forse tensiva, forse non avro' bisogno del FANS vedro' in giornata se aumenta.
Continuera' cosi' fino a meta' ciclo per poi smettere del tutto fino al ciclo successivo.

QUesta emicrania catameniale con relativa assuznione di FANS e' nella norma?

Grazie saluti

[#34]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

cosa intende per <<QUesta emicrania catameniale con relativa assuznione di FANS e' nella norma?>>?
Comunque nel Suo caso sarebbe indicata una terepia di prevenzione, se possibile.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente
gentile dottore, purtroppo da quando e' arrivato il ciclo , come l mese scorso e quelli precedenti....eccco arrivata l'inesorabile emicrania quasi giornaliera, uno strazio, non riesco a pianificare le mie giornate.
oggi ho assunto Tachidol 1 bustina, ma non con molto risultato (per ora, assunto 3 ore fa)

mi domandavo se la quantita' di mal di testa e la quantita'di medicine assunte sono "nella norma" in quanto dolori mestruali o perimestruali.
ovvero, a chi viene diagnosticata emicrania catameniale, ha tutte queste crisi e assume la stessa quantita' di farmaci?
in cosa consisterebbe la profilassi?

[#36]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

gli attacchi emicranici durante il ciclo sono variabili per numero ed entità, diciamo che Lei sta nella media.
La profilassi consiste nell'assunzione quotidiana di un farmaco, limitata, nel Suo caso, al periodo premestruale e mestruale (se il ciclo è regolare). Questa decisione comunque spetta al neurologo che La segue.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#37] dopo  
Utente
Salve dottore, venerdi ho la visita dal neurologo per indicarmi dei farmaci specifici e/o delle terapie di profilassi.
Il mese scorso in pronto soccorso mi avevano suggerito di prendere 2 burfen 600 al giorno per 2 giorni per alleviare l'infiammazione, ma non ho seguito il loro consiglio in quanto sono molto restia all'assunzione di fammaci continuativi.
Questo mese pero' ne ho presa 1 compressa del 400 al gg per 4-5 giorni per vedere se cosi' riesco a tenere controllato il dolore e a pianifiare una giornata.

Il dolore c'e' ma in parte credo dipenda anche dal fatto che aumenta se ci penso e se ho paura che mi aumenti (che sia possibile?????)

inoltre ho notato, ma questo non so se sia giusto, che da quando sono passata dal brufen 600 al brufen 400 (di mia iniziativa) gli attacchi si sono ravvicinati , con conseguente fatto che ovviamente prendo + pastiglie.
puo' essere?

in ogni caso il mio ciclo dura 25 giorni (per 14 gg consecutivi sto benissimo) negli altri circa 12 gg assumo 5-6 pastiglie.

Spero che questo non mi causi problemi di altro tipo (gastrointestinali o assuefazione pur facendolo tutit i mesi (penso che altre donne che soffrono di dismenorrea ne assumano...).
saluti

[#38]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per farmaci di prevenzione non intendo antidolorifici ma farmaci di altro tipo.

<<inoltre ho notato, ma questo non so se sia giusto, che da quando sono passata dal brufen 600 al brufen 400 (di mia iniziativa) gli attacchi si sono ravvicinati , con conseguente fatto che ovviamente prendo + pastiglie.
puo' essere?>> In senso generale è possibile, non so nel Suo caso.

Se il Suo neurologo è d'accordo potrebbe provare una terapia di prevenzione per circa 12-15 giorni al mese (i giorni "sensibili") ma anche una terapia continuativa, per es., trimestrale sarebbe utile. Se questa terapia desse buoni risultati non assumerebbe più FANS.

<<Il dolore c'e' ma in parte credo dipenda anche dal fatto che aumenta se ci penso e se ho paura che mi aumenti (che sia possibile?????)>>. Anche questo potrebbe essere possibile.
Mi faccia sapere.

Buon pomeriggio

Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
Utente
il neurologo mi avevaeventualmente detto che se volevo potevo provare per 3-6 mesi a usare "sibelium", ma dovevo sospendere la ricerca di una gravidanza non ho mai voluto farlo.

spero che comunque si possa fare qualche terapia preventiva anche in previsione di un eventuale concepimento.

la ginecologa mi ha prescrito esami ormonali con prolattina intanto per vedere che non sia dovuto a quello.

nel frattempo mi sto facendo delle sedute chiropratiche, spero tanto che tutto cio' serva......anche se piu' ci penso e piu' lego tutto il male (non mi capacito che sia possibile...) ad una sorta "di ansia per concepire" legato appunto ai 10 giorni che precedono il periodo ovulatorio.

ne parlero' venerdi con il neurologo

grazie di cuore nuovamente per i preziosi consigli

[#40] dopo  
Utente
gentile dottore, in attesa della visita venerdi dal neurologo le chiedo nuovamente delle cose....
ormai considero la mia situazione insostenibile per me e per i miei familiari...

ho un'ansia tremenda e ho ripreso a prendere 5+5 gocce di ansiolin per placarla e vedere se il male migliora.

ho paura di avere uqalcosa di grave in testa (aneurisma, embolo ...che ne so'...) ma credo che avendo fatto la RM questo si sia visto e dovrei tranquillizzarmi vero?

il problema non e' tanto l'emicrania (quella va e viene...) quanto il fatto che sento un dolore che si propaga dall'occipite al nervo occipitale sopra la nuca e talvolta arriva alle sopracciglia e agli occhi che mi sembra che siano gonfi (non lo sono e' la sensazione).

Leggo tante cose...nevrangia di arnold (ma io ho male SOPRA la protuberanza dell'occipite non di lato), cervico occipitalgia....e non so piu' cosa fare, ho tanta ansia che vorrei andare al PS ma come l'ultima vo,ta ho paura che mi liquidino con qualche brufen e basta.

secondo lei devo preoccuparmi? avro' qualcosa di grave? passera' questo male?

grazie di cuore nuovamente

[#41] dopo  
Utente
specifico "sento un dolore che si propaga dall'occipite al nervo occipitale sopra la nuca e talvolta arriva alle sopracciglia"

sento proprio un bruciore in testa (alle volte tipo calore)

[#42]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tranquillizzi perchè non ha nulla di grave. Potrebbe anche essere una cefalea di tipo tensivo ma avrà la visita neurologica tra qualche giorno e così tutto sarà più chiaro. Mi sembra che ci sia anche un notevole stato ansioso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
Utente
Grazie dottore, si lo stato ansioso e' enorme eme ne rendo conto, il male produce ansia e l'ansia produce male,,,un brutto circolo vizioso.

Grazie delle parole di tranquillita', se ha piacere la informero' della visita neurologica

[#44]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certamente, mi faccia sapere e riferisca allo specialista anche dello stato ansioso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente
Salve dottore, amaramente mi devo ripetere...la mia cefalea (o qualsiasi cosa sia,.....) si presenta tutti i santi giorni, appena mi sveglio e peggiora nel corso della giornata....un vero incubo!

Ieri sera ho assunto un brufen 600 e uno stamane, perche' non riesco + a sopportare il dolore, che comunque passa dopo 2 ore e non del tutto perche' poi si ripresenta.

il mio medico di base mi ha tranquillizzato che, in attesa della visita di domani) posso prendere ibuprofene anche due v. al di per questi giorni (per questa settimana insomma).

Lei crede che questo periodo che spero termini domani (8 brufen/in 12 gg) possa causarmi una cefalea da farmaci?
Non saprei attualmente come fare per resistere al dolore che e' talmente forte che se non prendo niente penso di esplodere.

inoltre lei che e' un neurologo, mi sa dire se queste cose sono curabili e risolvibili definitivamente?
Mi passera' mai questo male?
Al momento non penso + ad una gravidanza (prima devo curarmi) ma quando potro' pensarci?

grazie nuovamente

[#46]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

innanzitutto deve essere fatta la diagnosi ed in base a questa si può impostare una terapia di prevenzione, se possibile. In linea di massima questi problemi sono curabili anche se non sempre risolvibili definitivamente.
Le posso dire una cosa, se si trattasse di emicrania, in gravidanza tende spontaneamente a regredire. Molte emicraniche non hanno avuto alcun attacco in gravidanza.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#47] dopo  
Utente
salve dottore, la diagnosi del neurologo e' cefalea tensiva + catameniale.

terapia preventiva con SANDOMIGRAN per 3 mesi e MAXALT 10 mg al bisogno + tc cerebrale per confermare le calcificazioni (il meningioma sembra escluso).

Ha guardato la risonanza e a livello occipitale mi ha confermato non esserci nulla, il dolore del nervo occipitale e' quindi tensivo?

ovviamente dovro' sospendere la ricerca di una gravidanza in questo periodo perche' la profilassi non e' compatibile con eventuale concepimento.
vorrei cominciare subito, ma non sapendo se potro' essere incita in questo mese, l dottore mi ha detto di aspettare il ciclo.
Secondo lei potrei comunque cominciare con la profilassi e interromperla in caso di gravidanza, o no?

grazie mille comunque di tutto e delle sue consulenze rapide ed efficaci. saluti




[#48]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è auspicabile iniziare la terapia dopo essersi accertata di non essere in gravidanza, quindi dopo il ciclo.
Il dolore in regione occipitale è probabile che sia di tipo tensivo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#49] dopo  
Utente
Salve dottore, venerdi ho cominciato la terapia con Sandomigran d'accordo con la ginecologa (sono a inzio ciclo).
Tanta sonnolenza e affaticamento ma dovrebbe essere normale.
Dopo quanto dovrei avere i primi effetti positivi?

Oggi attacco di male preso maxalt ma e' passato lentamente e non del tutto dopo 3 ore , e' normale?

Pensa che sia il caso che chieda al neurologo un farmaco + efficace?

Vorrei sapere inoltre, se posso prendere un antinfiammatorio nel caso in cui il maxalt dopo tante ore non faccia effetto.

lei concorda con la terapia? io vorrei essere fiduciosa ma ho addirittura paura a partire per le ferie tra 1 settimana....


Saluti

[#50]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con quale dosaggio ha iniziato la terapia col sandomigran?
Per quanto riguarda il Maxalt, è ancora prematuro dichiarare la sua scarsa efficacia, lo provi ancora, possibilmente ai primissimi sintomi.
Non abbia paura a partire, si goda le ferie.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#51] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, le scrivo in un momento di calma (emotiva) per capire bene le situazioni, e non farmi prendere dal panico.

Purtroppo ho millle domande continue (per forza ho mal di testa... ;) ?!)

Domani chiedero' anche al mio neurologo il parere sul Maxalt (oggi non c'e') che ieri non mi ha fatto nessun tipo di effetto e sono andata a dormire con il male.

GLi avevo chiesto se il MAxalt faceva effetto anche su emicranie tensive e lui dice solo se c'e' componente emicranica.
il problema e' che non so quando devo prenderlo ...appena sento il dolore tensivo? (che magari passa senza niente,,,per non abusare di farmaci)

Poi ho paura di tutti questi farmaci (a volte sento dei formicolii alle mani e mi prende il panico...), prendo sandomigran 1 cp alla sera e il dottore mi dice che nel giro di 1-2 settimane dovrei avvertire l'effetto, compariranno le emicranie?

Mi domando se la mia sia tutta tensione/sintomi depressiva, in quanto mi trovo ad aver paura di avere male e chiamare sempre il dottore per chiedere chiarimenti (o scrivere qui).

Dovrei forse parlarne con la mia psicoterapeuta?
E' normale comunque avere emicranie cosi' a lungo o sono fuori dalla norma?
Io partirei per le ferie ... ho paura di sentirmi male e di non avere assistenza...ma se qualcuno mi tranquillizzasse dicendomi che e' solo l'ansia che mi fa reagire cosi' io parto , amici e genitori me lo dicono gia'.
graize di cuore

[#52]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il maxalt non agisce sulla componente tensiva. Personalmente per evitare la sonnolenza consiglio di inizare il sandomigran con mezza cpr ma Lei ormai continui come sta facendo. Probabilmente occorre qualche farmaco per la cefalea di tipo tensivo.
Stia serena e parta tranquillamente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#53] dopo  
Utente
intende FANS per la tensione? oppure ansiolitici?
userei anche il TACHIDOL, ma ho paura che tra questo e la sonnolenza del Sandomigran (che comunque passa nel pomeriggio)

comunque con il sandomigrand dovrei avere effetti positivi a breve?

crede che tutti quesit effetti che sento (cuore che batte, formicolii ...) siano dovuti all'ansia?

[#54]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi riferisco a diversi farmaci utilizzati per la cefalea tensiva (non FANS e nemmeno ansiolitici).
Un paio di settimane potrebbero essere sufficienti per vedere gli effetti del sandomigran che comunque è un pò sottodosato.
<<crede che tutti quesit effetti che sento (cuore che batte, formicolii ...) siano dovuti all'ansia?>>
E' possibile.

Cordiali saluti


Dr. Antonio Ferraloro

[#55] dopo  
Utente
Salve dottore, intanto volevo ringaziarla per i consigli e la disponibilita'.
Sono appena tornata dalle ferie, passate molto bene e con meno mal di testa!
Ho l'impressione che il sandomigran faccia buon effetto.Oggi ciclo, e compressa di MAxalt che dopo 1 ora e mezza ha fatto il suo buon effetto stavolta.
va bene come tempistica?
volevo chiederle se durante la profilassi con sandomigran posso assumere la pillola, la mia gine infatti mi ha detto che la posso prendere (mi ricordo che quando la assumevo, avevo emicranie solo durante il ciclo).
La pillola ha qualche effetto, intendo a livello emicranico e/o con la profilassi , o la posso assumere tranquillamente?
Grazie e saluti

[#56]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che la sintomatologia cefalalgica sia nettamente migliorata, probabilmente incomincia a vedere gli effetti del farmaco. Anche il triptano adesso funziona meglio su un terreno più favorevole.
Per quanto riguarda la pillola non ci sono interazioni negative col sandomigran ma in alcune donne la pillola può favorire l'insorgenza di emicrania.
Lei la sta assumendo o l'aveva sospesa?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#57] dopo  
Utente
ho assunto la pillola per 15 anni, mi ricordo delle crisi solo (perlomeno) in periodo mestruale.

Ho usato questo tipo di pillola che metterei adesso (anello nuvaring-dosaggio leggero) anni fa per qualche tempo.

attualmente sono circa 18 mesi che non assumo contraccettivi orali.

Saluto e rinnovo i ringraziamenti

[#58]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

penso che non dovrebbero esserci problemi.

Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro

[#59] dopo  
Utente
Salve dottore, vengo ad aggiornarla della mia situazione.

dall'inizio della terapia con Sandomigran (1 mese) ho avuto 3 episodi di emicrania trattati con MAxalt e circa 3-4 episodi (1 al gg) di cefalea tensiva/ dolori cervicali, comunque non tutti i gg ma intervallati da qualche gg.
Puo' essere un miglioramento?

Attualmente ho comuinciato a fare movimento, perche' la mia vita sedentaria davanti al PC tutto il giorno credo che mi abbia provocato parte della cefalea tensiva.
Le concorda?

Mi sto facendo seguire anche dalla mia psicoterapeuta in quanto tutte queste tensioni (che sfociano nelle testa) sono dovute anche dalla paura non riuscire a diventare madre.

Faccio un corso di pilates 1 v a sett e poi nuoto libero che ho fatto ieri per la prima volta in maniera continuata circa 40 minuti.
Dopo la lezione ho avuto dei forti dolori alle spalle, cervicali e nuva che si irradiano alla testa, io credo che sia normale e di dovermi continuare a muovere (con moderazione) per bloccarmi lei pensa che sia normale inizialmente avere i dolori?

Comunque questi dolori di tipo tensivo sono piu' sopportabili di prima e raramente sfociano in mal di testa , forse e' il sandomigran che fa effetto...

Sto anche assumendo il cloruro di magnesio che mi hanno consigliato per le tensioni muscolari, in effetti mesi e mesi fa l'avevo usato per 2 mesi con risultati ottimi sul mal di testa.

Adesso e' da circa 5 gg da venerdi, che avverto un mal di testa tensivo (sia dovuto allo sport che alla tensione) pero' solo venerdi notte ho preso il MAXALT poi e' sopportaible.

VOrrei sapere un suo parere sull'andamento delle mie terapie e sull'andamento del dolore.

Grazie e saluti

[#60]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi sembra che il sandomigran abbia migliorato notevolmente le Sue emicranie. Per quanto riguarda la cefalea di tipo tensivo il farmaco non è particolarmente indicato (esistono farmaci più efficaci in tal senso e di prima scelta). E' ovvio che la postura prolungata contribuisca al mantenimento di questo tipo di cefalea.
Ottima l'idea di praticare attività sportiva (i dolori nei primi giorni sono normali).
Il Maxalt non è indicato per le forme tensive (è praticamente inefficace), se Lei ha avuto benefici è più facile che si sia trattato di una forma emicranica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#61] dopo  
Utente
Grazie dottore, come sempre gentilissimo e rapido.
Se non e' un disturbo la terrei volentieri aggiornato , anche in vista della TAC che ho fatto ieri.

Saluti

[#62]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ma scherza, nessun disturbo!
Può aggiornarmi quando vuole.

Buon pomeriggio
Dr. Antonio Ferraloro

[#63] dopo  
Utente
Salve dottore, la Tac ritirata oggi ha concluso che fortunatamente si tratta di calcificazioni della falce cerebrale
.
Le volevo chiedere inoltre se la terapia con Sandomigran che devo fare per 3 mesi, possa causare un aggravamento o un effetto rebound sia
- nel caso in cui debba sospenderla prima dei 3 mesi (in caso di gravidanza ad esempio, possibilita' molto remota attualmente, lo chiedo a titolo informativo)

- alla fine dei 3 mesi (che poi non potro' piu' riprendere sandomigran perche' cerchero' una gravidanza).

Ovviamente penso e spero di no anche perche' il mio neurologo non me ne ha parlato , ma vorrei togliermi questo pensiero.
Attualmente sono circa 40 gg che lo assumo.
Grazie , saluti

[#64]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi fa piacere che alla TC cranica non sia stato riscontrato alcun problema importante.
Circa la sospensione del sandomigran non ci sarà nessun effetto rebound anche se è opportuno sospenderlo gradualmente.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#65] dopo  
Utente
Se prendessi mezza cpr gli ultimi 10 gg andrebbe bene?

[#66]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certamente, poi mezza a giorni alterni per un'altra settimana.

Dr. Antonio Ferraloro

[#67] dopo  
Utente
Salve dottore, un chiarimento...

Oggi 1^ gg di ciclo e forte emicrania trattata alle 8.30 con maxalt....mi passa sempre dopo un' ora abbondante e poi dopo circa 4 ore mi ritorna o nella volte precedente rimaneva latente, adesso mi sta pulsando....

Devo prendere ancora MAXALT? non e' che rischio stanchezza o altri effetti?

Meglio che prenda un FANS?
Meglio cambiare triptano?

Grazie

[#68]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le informazioni circa il dosaggio di un farmaco o la sua sortituzione non è possibile darle in Rete. Deve rivolgersi al neurologo che La segue.

Buon pomeriggio
Dr. Antonio Ferraloro

[#69] dopo  
Utente
sALVE DOTTORE,
ho provato ad usare RELpax come da consiglio del mio neurologo e sembra che la tempistica perche' il dolore passi sia minore!

Nel frattempo ho notato una diminuzione si dell'emicrania, ma quando mi viene il dolore sembra una cefalea a livello oculare, non mi fa male la testa ma principalmente gli occhi.

Io l'ho associato ad una maggior stanchezza, uso continuo del pc e magari al maggior effetto del sandomigran che agisce a livello di "testa" ma magari sento il male sull'occhio.... potrebbe essere che il male si sia "affievolito" in questo senso?

Quando sono a casa riesco anche a non assumere nulla, al lavoro invece prendo un brufen600 perche' mi sento infiammata.

Saluti



[#70]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

avanzare ipotesi di questo genere, on line, mi sembra poco produttivo e poco utile per il Suo problema. Quando avrà il controllo neurologico?
Dr. Antonio Ferraloro

[#71] dopo  
Utente
Il controllo sara' a settembre, terminata la profilassi.

Nel frattempo pero' credo, per me, che sia piu' utile prendere i triptani solo durante il ciclo (che ho proprio cirisi emicraniche) e usare FANS al bisogno negli altri momenti.

I mal di testa sono diminuiti quindi credo che un consumo "normale" di prodotti da banco non possa certo crearmi problemi, anzi mi fanno affrontare meglio le crisi e con meno paura.

Nel frattempo, essendo principalmente un problema tensivo, probabilmente lavorare su me stessa e sui pensieri credo sia la strada migliore piuttosto che provare e tentare varie terapie; oltrettutto perche' noto appunto questi cambiamenti (male occhi, testa etc...)

Ho letto che la cefalea da abuso di FANS e' quando si supera l'assunzione di 15 compresse al mese e sinceramente non mi e' mai successo di prendere cosi' tante pastiglie comunque. Inoltre gli esami del sangue (tramsaminasi reni e fegato) fatte nel periodo clou dell'assunzione dei farmaci hanno dato dei risultati perfetti.
quindi, non sono un medico, ma al posto di scervellarmi con cio' che fa bene e cio' che puo' far male, prendero' i miei FANS al bisogno senza esagerare, dato che mi fanno passare il dolore e non sovraccaricano il mio fisico.

Grazie della sua pazienza, saluti

[#72]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

al bisogno può utilizzare i FANS che ha sempre usato. Consideri però che nella cefalea tensiva la loro efficacia non è elevata. Alle dosi che riferisce non c'è alcun rischio di sviluppare cefalea da abuso farmacologico. Continui così e mi faccia sapere cosa Le dirà il neurologo.

Buone vacanze
Dr. Antonio Ferraloro

[#73] dopo  
Utente
Grazie Dottore, sempre molto gentile.
A presto

[#74] dopo  
Utente
Salve dottore, i miei dolori sono molto migliorati.
Uso il Relpax al bisogno (circa 3-4 al mese) che il mio dottore giudica non troppi e OKI al bisogno (1 alla settimana).

HO scoperto, grazie ad un recente controllo, di essere migliorata nella mia miopia e pertanto di star usando occhiali ipercorretti tutti i gg davanti al PC (8 ore).
La mia miopia era 1.00 e 1.25 ed e' diventata .75 da entrambi gli occhi.

Spero che questa possa essere una della cause (o la piu' significativa) della cefalea tensiva soprattutto del dolore lungo il nervo occipitale o oculare che sentivo.

Potrebbe essere che una ipercorrezione generi questo tipo di cefalee?

Riferiro' tutto al neurologo al prossimo incontro,assieme agli altri esami.

Grazie Saluti

[#75]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente potrebbe contribuire ma ne parli col neurologo. Mi fa piacere comunque che la situazione sia migliorata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#76] dopo  
Utente
Grazie, lo faro' di certo.

[#77] dopo  
Utente
Salve dottore, le scrivo per informale che la mia situazione si sta stabilizzando (in bene)....non ho avuto alcun attacco per 16 gg consecutivi (un record per me nell'ultimo anno!!!!) e sono stata benissimo; adesso mi sento piu' tranquilla anche se ho gli attacchi forti.

durante il ciclo ovviamente l'emicrania torna e assumo Relpax o oki se e' leggero ; mi capita quindi che nei 7 gg del ciclo di assumere anche 3-4 relpax quindi ravvicinati, poi quasi niente ( oppure 1-2 al massimo) fino al il ciclo successivo.

volevo solo accertarmi che l'assunzione di piu' Relpax cosi' ravvicinati in poco tempo sia accettabile o sarebbe meglio fare diversamente.

a fine mese avro' il controllo neurologico per presentare tutta la situazione al medico.

La ringrazio per i suoi commenti, sempre molto utili.
Saluti

[#78]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

La ringrazio per l'aggiornamento, mi fa particolarmente piacere sapere che la situazione sia molto migliorata,
Con tutti i limiti del consulto on line, 3 Relpax in 7 giorni si possono assumere, questo in generale ma nel singolo caso è corretto chiederlo al medico curante o allo specialista.

Buon pomeriggio
Dr. Antonio Ferraloro