Cefalee in zona tempia sinistra, vertigini e abbassamento della vista all'occhio sin.

Salve sono un ragazzo di 28 anni ed è qualche mese che ho disturbi localizzati come cefalee in zona sinistra della testa, e abbassamento della vista di 2 gradi all'occhio sin, con qualche episodio vertiginoso e senzazione di dolore alle tempie come se il sangue pulsasse e scottasse all'interno delle vene. Sono andato al ps dove mi hanno fatto una tac cranio, visita oculistica(misurazione gradi,misurazione pressione oculare, PEV ) Tac cranio:
Non alterazioni densiometriche da riferire ad emorragie o lesioni ischemiche acute.Il sistema ventricolare e gli spazi pericefalici della convessità appaiono nella norma. Il settimo pellucido e il III ventricolo appaiono in asse.Presenza di cisti da ritenzione nel seno mascellare SN.
Il tutto nella norma. Solo i gradi effettivamente all'occhio sin erano 8/10, dovuto detto da loro da astigmatismo congenito, ma io ho sempre avuto 10/10 a tutti e due gli occhi a tutte le visite precedenti, e mi sembra un po strano che improvvisamente insieme ai mal di testa e alle vertigini, si sia presentato questo problema. ho fatto anche un eeg poco tempo fa, con il seguente risultato:
esame eseguito in condizioni di veglia.Collaborazione buona.
Tracciato caratterizzato da un'attività di fondo alfa a 10-11 c/s, di medio voltaggio, discretamente stabile, regolare reagente e simmetrica, frammista ad attività rapida di bassa ampiezza diffusa.
L'iperpnea, eseguita per 4 min. induce la comparsa di attività theta a 5-6 c/s di medio voltaggio sulle sedi fronto-centro-temporali bilaterali.
La SLI è senza effetto.
Conclusioni: EEG mostrante minime disritmie theta aspecifiche attivate unicamente in corso di iperpnea.
Il medico di famiglia mi ha comunque prescritto una risonanza magnetica in testa, per essere piu sicuro (anche se non so di che) che dovro fare a giorni.Ora vorrei chiedere se tante volte fosse la "cisti da ritenzione nel seno mascellare SN" a provocarmi i sintomi? Cordiali saluti
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

mi pare poco probabile che la cisti da ritenzione sia correlabile alla sintomatologia riportata (cefalea temporale e riduzione del visus). Concordo col Suo medico curante circa l'opportunità di un approfondimento mediante RM encefalo. Generalmente la cisti da ritenzione è asintomatica.
Dopo la RM però è preferibile effettuare una visita neurologica.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie della risposta dottor Ferraiolo. Stavo proprio oggi discutendo col mio medico di base, che la rmn potrebbe escludere varie patologie oltre che ischemiche, di natura degenerativa delle guaine mieliniche(sclerosi a placche credo si chiami così) o addirittura l'epilessia. Possibile che alla mia eta possa rischiare di soffrire di una patologia simile senza aver avuto familiari con tale malattia?La genetica credo conti per questi casi. Invece per quanto riguarda la causa ischemica,è possibile che alla tac in pronto soccorso e all' eeg sia sfuggito qualcosa?
cordiali saluti
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

la RM encefalica, nel Suo caso, si fa per maggiore sicurezza. Le patologie che Lei menziona generalmente non sono ereditarie nel comune senso che si dà a questo termine, hanno una componente genetica importante ma questo non significa che debbano esserci casi familiari. Alla TC eventuali eventi ischemici acuti spesso non vengono rilevati al primo esame, in fase precoce, ma si rendono visibili dopo alcuni giorni. Comunque mi sembra poco probabile che ques'ultimo sia il Suo caso.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
La rmn che dovro fare è senza mezzo di contrasto. Crede vada bene lo stesso? L'eeg che ho effettuato, cosa serviva a escludere?
Cordiali saluti
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

la RM va bene anche senza mezzo di contrasto.
Per quanto riguarda l'EEG, ritengo che non sia un esame utile per la sintomatologia che descrive. Infatti la maggiore indicazione a questo esame è per le epilessie o presunte tali, quindi utile nei casi dubbi ma la Sua sintomatologia non lo giustificava.

Cordialità
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie della risposta,
Quindi lei pensa che l'eeg , sia andato bene in generale?Perchè ho visto il medico di base un po dubbioso sulle "onde theta" e mi ha un pochino messo in apprensione.
Grazie ancora e scusi il disturbo
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

il referto dell'EEG è aspecifico e non indica una patologia in particolare. Di questi tracciati se ne vedono molti, senza essere patologici.

Cordiali saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,ieri ho ricontattato bene il mio medico curante riguardante la faccenda dell'eeg, chiedendo espressamente quali fossero i suoi dubbi in merito, e mi è stato detto che le onde theta nel mio caso potrebbero essere un segno di una lesione o comunque di una sofferenza in quella zona celebrale, dovuta a (tumore? vasculopatia ? ischemia?) ed è per questo che ha richiesto la RMN. Però allora io mi chiedo: allora le tac a cosa servono se praticamente non vedono nulla di tutto cio?
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

la RM, per quanto riguarda i tessuti molli cerebrali, è un esame più indicato rispetto alla TC. Comunque è corretto fare la RM come Le ha prescritto il medico curante. Non stia preoccupato perchè, oltre alle patologie riferite dal medico, di questi tracciati ne vediamo molti senza alcune lesione cerebrale.

Cordialmente
[#10]
dopo
Utente
Utente
Salve, in attesa della risposta della RM, stavo leggendo qualche articolo sulla Sclerosi multipla. Ecco mi è venuto il terrore che i sintomi combacino con i miei, visto che ultimamente ho un senso di pesantezza alla gola come se non riuscissi a deglutire bene del tutto, e in qualche modo sento di essere diventato un po meno tollerante agli sforzi. Vorrei sapere come si fa la diagnosi di Sclerosi multipla? Cordialmente
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

la diagnosi di SM si fa clinicamente e con esami diagnostici, in primis la RM encefalica e del midollo spinale. Poi, se questi sono positivi si prosegue con ulteriori esami (Potenziali Evocati, esame del liquor).
Non pensi a malattie importanti.

Cordialità
[#12]
dopo
Utente
Utente
salve, dopo tanto ho ritirato il referto della rmn cervello e tronco encefalico senza contrastoe massiccio facciale con particolare studiato sella turcica

Rm encefalo e angio rm intracranica
l'esame è stato eseguito con sequenze SE pesate in T1, TSE pesate in T2, FLAIR, EPI
Diffusione ottenute nelle sole condizioni di base come da richiesta clinica.
L'esame è stato completato con sequenza TOF per lo studio del circolo intracranico, successivamente ricostruita con tecnica MIP.

Non alterazioni dell'intensità del segnale del parenchima encefalico sovra e sotto- tentoriale.
Non segni di ischemia recente nelle sequenze pesate in diffusione.
Nei limiti della mancata somministrazione di MDC, si documenta ipofisi simmetrica di dimensioni nei limiti. Il penducolo ipofisiario appare sostanzialmente in asse.
IV ventricolo in sede , regolare per dimensione e morfologia-
SVST normoconformato, non dilatato, in asse sulla linea mediana.
Regolare ampiezza degli spazi liquorali della volta e della base.
Normalmente visualizzati i tratti intracavernosi e sovraclinoidei dei sifoni carotidei.
Normali le principali afferenze intracraniche dei distretti carotidei bilateralmente.
Di calibro regolare il tronco basilare.
Regolare e completa visualizzazione delle arterie celebrali posteriore bilateralmente.

Qui sembra tutto nella norma, pero mi hanno detto che senza mdc eventuali patologie dell'ipofisi, lesioni attive da sclerosi a placche, e ischemie di vecchia data non si vedono. che dovrei fare?
Saluti
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

le lesioni della SM si vedono anche senza mezzo di contrasto, l'unica cosa che non si possono distinguere quelle attive. In ogni caso non ci sono lesioni SM di nessun tipo, quindi nemmeno attive. Anche le ischemie passate si visualizzano senza contrasto e nel Suo caso non ne sono state riscontrate. L'unica incertezza resterebbe per l'ipofisi ma tutto sommato non presenta una sintomatologia da fare sospettare un'alterazione ipofisaria.
Ne parli col Suo medico curante ma può stare tranquillo.

Cordiali saluti
[#14]
dopo
Utente
Utente
gentilissimo dottore,

sull'ipofisi, il mio medico mi ha detto che se esami di tipo ormonali, quali: ACTH, Cortisolo, Prolattina Lh e Fsh, sono nella norma non ci dovrebbe essere nessuna patologia a carico dell'ipofisi.Nel mio caso erano tutte abbastanza nella norma.Lei che ne pensa?

Saluti
[#15]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

concordo anch'io col Suo medico curante, avevo dato lo stesso parere nel mio ultimo post.

Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa