Utente 298XXX
Gentile dottore,
a causa di una continua cefalea, il mio medico di base mi invia da un neurologo. Quest'ultimo non riscontra nulla di rilevante se non rot vivaci e clono achilleo e rotuleo esauribili. Per questo mi fa ricoverare e mi fa fare degli accertamenti: esami del sangue (tutto nella norma), esami urine (tutto nella norma), raggi torace ( tutto a posto). Effettuo poi rmn con mezzo di contrasto all'encefalo e al rachide cervicale. Nell'encefalo non viene riscontrato nulla, nel midollo viene riscontrata un'alterazione di segnale che non assume mezzo di contrasto. I neurologi sembrano perplessi riguardo a questa "cicatrice" perché dicono che si vede e non si vede, che insomma appare offuscata. Anch'io sono molto perplessa a riguardo perché non ho nessun sintomo: non ho formicolii, non ho intorpedimenti, non ho difficoltà di deambulazione, non ho dolore ai muscoli.
Volevo sapere quindi il Suo parere. Può trattarsi di artefatto, di SCLEROSI MULTIPLA o di sindrome clinicamente isolata? Io sono preoccupatissima, anche perché non presento nessun sintomo, vivo la mia vita normalmente.
La ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

si dovrebbero visionare le immagini per darLe un parere attendibile. Escluderei la sindome clinicamente isolata in quanto in questo caso è necessaria l'insorgenza di un evento neurologico compatibile con malattia demielinizzante (Lei è asintomatica).
Inoltre la mancata impregnazione del mezzo de mezzo di contrasto è un elemento altamente positivo.
Anche i neurologi che hanno visto l'esame sono perplessi sulla natura dell'alterazione riscontrata. L'ipotesi dell'artefatto è possibile così come un evento pregresso di natura imprecisata, ormai guarito.
Un consiglio potrebbe essere quello di effettuare un controllo RM tra qualche mese, secondo le indicazioni del neurologo che La segue.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 298XXX

Cosa intende Lei per evento pregresso di natura imprecisata?
Può essere anche un evento di natura traumatica? Lei quindi esclude possa trattarsi di sclerosi multipla?
La ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un'evento pregresso può anche essere di natura traumatica.
A distanza non si può escludere nulla, questo è ovvio, la SM sembra poco probabile ma lo dico on tutti i limiti del consulto on line.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 298XXX

Si so che il consulto online presenta questi limiti, però essendo io terrorizzata dalla sm volevo una maggiore rassicurazione: non avrebbero dovuto riscontrare dalla rmn lesioni numerose sia all'encefalo che al midollo (e io ne ho una sola e per giunta neanche chiara e che assume mezzo di contrasto al midollo), e io dovrei presentare o avrei dovuto presentare sintomi ben precisi? Essendo questa alterazione di segnale riscontrata al midollo cervicale livello c4-c5 potrebbe anche trattarsi di gliosi?
La ringrazio
Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

voleva dire che NON assume mezzo di contrasto.
Le ho detto che la SM è poco probabile, più di questo on line non è possibile aggiungere. Allo stato attuale elementi a favore della SM sembra che non ce ne siano. Anche la gliosi è un'ipotesi possibile.
Le consiglio di stare tranquilla e di effettuare un controllo RM tra qualche tempo, secondo le indicazioni del neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 298XXX

Gentile dott. Ferraloro,
mi era sorto un ulteriore dubbio: esiste una correlazione tra l'alterazione di segnale che non assume mezzo di contrasto e i riflessi vivaci riscontrati nella visita? Può esserci come spiegazione il fatto che questa alterazione sia dovuta ad un evento pregresso che a me non ha causato nessun sintomo, lasciandomi solamente i riflessi vivaci?
La ringrazio anticipatamente
Cordiali saluti.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è un'eventualità da prendere in considerazione, infatti se fosse insorto in passato un evento vascolare o infiammatorio avrebbe potuto causare tale condizione dell'esame neurologico.
Ovviamente stiamo parlando soltanto di ipotesi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 298XXX

Gentilissimo dott. Ferraloro,
quindi questa alterazione di segnale, non assorbendo il mezzo di contrasto, potrebbe essere una lesione inattiva, quindi un evento pregresso di origine vasculare o infiammatoria, che non ha dato a me nessun sintomo ma ha provocato solo una vivacità dei riflessi?
La ringrazio
Cordialmente.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente ma Le ricordo che è solo un'ipotesi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 298XXX

Cosa dovrei fare per capire se si tratta di un evento pregresso di origine vascolare o infiammiatoria, ormai guarito?
Cordialmente.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

questo non è possibile saperlo, non esiste un esame specifico che possa distinguere le due cose.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 298XXX

Gentile dottore,
e per sapere se si tratta di evento pregresso o di qualche lesione patologica come si può stabilirlo?
Cordialmente

[#13] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, leggo il suo primo messaggio;:
"a causa di una continua cefalea, il mio medico di base mi invia da un neurologo. Quest'ultimo non riscontra nulla di rilevante se non....." Se non i riscontri alquanto sfumati della RM.
Non entro in quanto incompetente sugli eventuali approfondimenti che saranno forse ritenuti necessari a questo riguardo, ma vorrei tornare al problema che ha innescato il suo iter diagnostico, allo stato senza sbocco, cioé la "continua cefalea".
Non leggo di alcuna diagnosi che sia stata fatta, e sarebbe strano visto addirittura il ricovero cui si è sottoposta.
Sarebbe interessante che lei riportasse quanto scritto dai Colleghi ospedalieri nella lettera di dimissioni.
Sarebbe anche il caso di sapere se i Curanti hanno preso in qualche considerazione l'ipotesi che la sua cefalea possa essere sostenuta da una scorretta occlusione dentaria e/o da una disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare, causa di cefalea spesso sottostimata.
Le suggerirei di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema. Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la "cicatrice" o gliosi è già di per sé un evento pregresso.
Inoltre nel Suo caso la presenza di questa è pure dubbia, si parla anche di eventuale artefatto. Per questo motivo Le ho consigliato un'eventuale ripetizione dell'esame.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le ricordo che per le cafalee lo specialista di riferimento è il neurologo (infatti i centri cefalee sono gestiti da neurologi). Poi sarà il neurologo che, se sospetta una cefalea secondaria di competenza di altri specialisti, indica come e se proseguire l'iter diagnostico. Le ricordo inoltre che la stragrande maggioranza delle cefalee sono primarie e pertanto di competenza neurologica, così come alcune cefalee secondarie.
Soltanto una piccola minoranza di cefalee secondarie è di competenza di altri specialisti ma deve essere sempre il neurologo ad indirizzare il paziente verso lo specialista competente, in base ai riscontri della visita neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 298XXX

Gentile dott. Ferraloro,
i neurologi che mi hanno seguito mi sono sembrati un po' "strani" perché, io sì mi sono presentata da loro per una cefalea, cefalea che loro non hanno nemmeno preso in considerazione, e che è passata da sola senza farmaci quindi è comparso il raffreddore e l'influenza. Essendo una cicatrice che non assorbe il mezzo di contrasto quella riscontrata al midollo, e quindi inattiva e lesione ormai vecchia e guarita perché non viene subito considerata da quei neurologi come tale? Potrebbe essere legata ad una malattia infettiva come rosolia (che ho avuto da piccola)?
Cordialmente

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se l'alterazione riscontrata non è nemmeno certa che sia tale i neurologi sono rimasti giustamente perplessi. Comunque non si crei eccessive preoccupazioni perchè potrebbero essere immotivate. Fino alla prossima RM non è possibile avanzare interpretazioni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 298XXX

Gentile dottore,
aspettando la cartella clinica mi è sorto un'ulteriore dubbio: se è stata riscontrata un'alterazione di segnale al midollo tra c4 c5 dovrei avere i riflessi addominali assenti? E soprattutto, quali sintomi dovrei avere?
Cordialmente

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

questi sono ragionamenti "filosofici" che non portano da nessuna parte in quanto in questi casi l'esame neurologico può essere anche perfettamente normale.
Non vada in Rete alla ricerca di autodiagnosi perchè rischia di impazzire sia perchè ci sono dei siti non controllati sia perchè in medicina ogni elemento deve essere interpretato dal medico in quanto esiste una grande differenza tra ciò che viene scritto (cultura sui libri, cioè teoria) e pratica sul paziente (clinica).
Inoltre ogni paziente è diverso da un altro e non è possibile generalizzare nemmeno nell'ambito della stessa patologia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 298XXX

Gentile dott. Ferraloro,
eccomi a scriverLe dopo aver ritirato la cartella clinica. Il referto completo della rm cerebrale e del rachide cervicale senza e con mezzo di contrasto: alterazione di segnale nel midollo cervicale in sede anteriore, in C4-C5 nelle sequenze a TR lungo che non assume mezzo di contrasto (lesione demielinizzante di vecchia data/esito?).
Nei limiti l'ampiezza degli spazi liquorali periencefalici e delle cavità ventricolari. Non evidenziabili alterazioni di segnale in atto. Linea mediana in asse.
Volevo un Suo parere.
La ringrazio anticipatamente.
Cordialmente

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il mio parere è sempre lo stesso, l'alterazione riscontrata non sembra di particolare rilievo, i neurologi che hanno visionato le immagini non hanno dato nessuna importanza.
Starei tranquillo, al massimo una ripetizione dell'esame tra alcuni mesi (6-12) se consigliata dal medico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 298XXX

Buongiorno dottore,
martedì ho un altro consulto neurologico con un luminare. La mia situazione non è cambiata, però volevo chiederLe se la mia attuale e sospetta cistite possa centrare con l'esordio della possibile SM.
Aggiungo che non nessun sintomo: formicolii, intorpidimento, dolori o vertigini.
Cordialmente.

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una cistite non è in correlazione con la SM, stia tranquilla.
Mi faccia sapere cosa Le dirà il neurologo.
Buon fine settimana.
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 298XXX

Gentile dott. Ferraloro,
come già Le avevo detto martedi 7 maggio ho effettuato una visita privata da un primario di neurologia. Alla visione delle immagini della risonanza magnetica il neurologo mi ha detto che il cervello è perfettamente pulito; e quando è arrivato al l'alterazione riscontrata al midollo spinale ha detto che si trattava di una stupidaggine (proprio questa parola ha utilizzato). Quindi per lui o è un artefatto della macchina o in quel punto il mio canale è leggermente dilatato e di conseguenza la macchina rileva questa alterazione. Mi ha poi visitata e ha si riscontrato i riflessi vivaci agli arti e il clono però mi ha detto che sono normali per la mia giovane età e il mio stato nervoso poiché sono simmetrici e poiché non ha riscontrato nessun segno patologico nella visita ( tipo babinski o lermitthe).
Quindi dovrò fare solo un controllo rmn al rachide senza mdc. E alla fine il neurologo mi ha detto:"tu non hai la sclerosi multipla".
Volevo chiederLe un'altra consulenza: oggi dopo 2 mesi mi è tornato il mal di testa che arriva all'improvviso con una fitta sulla tempia sinistra che poi rimane e si intensifica al tatto. Cosa potrebbe essere?
Cordialmente

[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi pare che il neurologo l'abbia rassicurata abbastanza, dovrebbe essere più tranquilla ora.
Per quanto riguarda il mal di testa questo si manifesta sotto forma di fitte o è un dolore continuo? Pulsante o gravitivo-costrittivo? ha altri sintomi di accompagnamento? Passa da solo o in seguito a farmaci?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 298XXX

Gentile dottore,
Grazie per la sua celere risposta, certamente ora sono molto più tranquilla. Per quanto riguarda il mal di testa è iniziato come una fitta lancinante sulla tempia e sull'occhio sinistri, il dolore però non è andato via nel giro di pochi minuti ma è rimasto fisso come se qualcuno mi premesse in continuazione la tempia e l'occhio. Inizialmente il dolore è accompagnato da una forte nausea che diminuisce un po' stando distesa su un lato, e poi un po' regredisce ma il dolore resta. Quest'ultimo da solo non passa e stenta a passare con i comuni analgesici.
Cordialmente

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è difficile avanzare ipotesi a distanza, la cefalea potrebbe sembrare di tipo emicranico ma non è tipica, pertanto se dovesse persistere faccia una visita neurologica. In ogni caso può stare tranquilla avendo effettuato una RM encefalica con esito negativo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 298XXX

Gentile dott Ferraloro,
Oggi dopo una crisi di pianto dovuta ad una situazione ahimè spiacevole, mi è subentrato un grande mal di testa diffuso su tutta la testa. Senso di peso e pressione soprattutto a testa inclinata in avanti e come qualcosa scoppiasse dentro a livello della tempia sx. Volevo un Suo gentilissimo parere.
Cordialmente

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

generalmente nei casi come quello che Lei ha descritto la cefalea che insorge dopo potrebbe essere di tipo tensivo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 298XXX

Buonasera,
a distanza di mesi chiedo ancora un Suo parare. In questi giorni sento una strana sensazione di sassolini e spilli sotto il piede sx, in particolare sotto il tallone e lungo la parte esterna del piede. Questo fastidio aumenta appena sveglia quando metto il piede per terra, e dopo un lungo periodo di riposo. Se cammino per lungo tempo sembra che il problema diminuisca.
Si tratta di un problema neurologico?
La ringrazio anticipatamente.

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per dare una risposta alla Sua domanda si dovrebbe valutare direttamente il caso. Tra le ipotesi possibili c'è anche quella neurologica, per es. una neuropatia periferica ma stiamo ragionando solo su pure ipotesi a distanza.
Persistendo il problema, sarebbe utile una visita neurologica ed eventuali esami diagnostici qualora consigliati dal neurologo, per es. EMG.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 298XXX

Buonasera,
sono di nuovo qui a scriverVi perché da un po' di tempo avverto una notevole perdita di forza ad entrambe le mani, soprattutto alla mano sinistra, che presenta anche formicolii. Non riesco più a svitare ed avvitare le cose, scrivo male e faccio fatica a tenere in mano gli oggetti per più di due minuti. Ad esempio se tengo in mano un bicchiere per più di due minuti, la mano diventa pesante e cede. Tutto questo è accompagnato da capogiri molto forti e da una difficoltà nello svuotare completamente la vescica dopo la minzione. Cosa ne pensate?
Cordialmente.

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il disturbo che riferisce va affrontato mediante una visita neurologica diretta al fine di valutare determinate funzioni come la forza, i riflessi, la coordinazione, ecc. per arrivare ad un inquadramento diagnostico corretto, pertanto si rivolga ad un collega e, se vorrà, potrà farmi sapere l'esito della visita.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 298XXX

Tutto questo può essere dovuto ad una precedente lesione riscontrata tra C4-C5 nella RMN al midollo fatta 2 anni fa? E il clono achilleo e rotuleo che avevano riscontrato nella vista neurologica di 2 anni fa sono segni patologici?

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

quale tipo di lesione è stata riscontrata? Perchè ha fatto la RM cervicale? E' stata effettuata anche all'encefalo? In caso di risposta affermativa, con quale esito?

Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 298XXX

Io mi ero presentata dal neurologo 2 anni fa per continui mal di testa caratterizzati soprattutto da dolore oculare accentuato con i movimenti dell'occhio. Durante la visita il neurologo riscontra rot vivaci agli arti superiori e clono achilleo e rotuleo esauribili. Per questo motivo mi prescrive una RMN encefalo e rachide cervicale. Nell'encefalo tutto negativo, nel rachide cervicale in corrispondenza di C4-C5 riscontrano una lesione che nel referto dicono essere di tipo demielinizzante. Voleva completare l'iter con pev rachicentesi per valutare bande ogliconali indice di link ecc. Io per paura di una diagnosi grave non ho più fatto niente. In questi anni ho avuto formicolio per uno o 2 mesi alla pianta del piede sx e oggi mi ritrovo con svuotamento incompleto della vescica e deficit di forza alle mani soprattutto alla sinistra con impossibilità di scrivere di guidare, formicolio alla mano sinistra, strana sensazione al tatto; ma soprattutto non riesco a tenere in mano un oggetto per più di un minuto senza avvertire un immenso senso di pesantezza e di cedimento della mano.
Tutto può centrare con ciò che mi è stato riscontrato 2 anni fa? Il clono achilleo e rotuleo sono segni patologici?

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il clono achilleo e rotuleo sono segni patologici indicativi di problematiche del sistema nervoso centrale e vanno ovviamente approfonditi per cui concordo perfettamente con quanto detto allora dal collega.
La lesione riscontrata a livello cervicale potrebbe essere teoricamente correlata all'attuale sintomatologia, dico teoricamente perché non è possibile stabilirlo senza una visita neurologica diretta ed una RM con mezzo di contrasto che invito ad effettuare al più presto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 298XXX

Buonasera,
il formicolio alla mano sinistra diventa sempre più intenso e si estende anche al braccio. Mi consiglia prima una visita neurologica o direttamente la RMN?

[#39] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come regola generale è corretto effettuare prima la visita neurologica ma nel Suo caso è necessaria la RM per cui se avesse la possibilità dì farla prima per abbreviare i tempi sarebbe preferibile.
La RM va fatta all'encefalo e al midollo in toto senza e con mezzo di contrasto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#40] dopo  
Utente 298XXX

Oggi mi sono recata dal mio medico di base per l'impegnativa della visita neurologica. Mi ha fatto fare il test di Mingazzini agli arti superiori che è risultato positivo con deficit dell'arto sinistro e prova indice-naso fallita a sinistra. Cosa indicano questi 2 segni riscontrati? Io continuo ad avere formicolii ed intorpidimento alla mano sinistra che peggiorano con l'aria calda.

[#41] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i due segni menzionati indicano problematiche a livello del sistema nervoso centrale la cui natura è da chiarire mediante la RM encefalica di cui Le parlavo e vanno valutati nel contesto di una visita neurologica completa.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#42] dopo  
Utente 298XXX

Buongiorno Dottore,
ieri ho effettuato la visita dal neurologo per quei sintomi che presentavo e il referto è stato: lieve slivellamento AS in Mingazzini, Rot diffusamente vivaci (tranne bici pitale e cubito-flessore dx normoevocabili), clono achilleo e rotuleo esauribili bilateralmente. Non mi ha fatto eseguire prove cerebellari (ad esempio indice-naso ecc). Quindi mi ha detto di eseguire RMN encefalo e midollo con mdc.
Lei che ne pensa dell'esilio della visita?
La ringrazio e La saluto cordialmente.

[#43] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è normale che in base alle alterazioni riscontrate all'esame neurologico sia stata richiesta una RM encefalica e midollare con mezzo di contrasto. Successivamente, qualora Le venissero richiesti altri esami diagnostici, non faccia come la prima volta che per paura dell'esito non ha effettuato.
Avere una diagnosi precoce può prevenire problematiche più serie in futuro e può consentire di vivere una vita assolutamente normale.
Non si scoraggi!

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#44] dopo  
Utente 298XXX

Cosa ne pensa Lei delle alterazioni riscontrate nella visita neurologica? Cosa si potrebbe sospettare?
La ringrazio e La saluto cordialmente.

[#45] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è il caso di sbilanciarsi on line, non è deontologicamente corretto, aspettiamo l'esito degli esami e poi si potrebbero avere le idee più chiare.
Il collega neurologo ha avanzato qualche ipotesi?
Dr. Antonio Ferraloro

[#46] dopo  
Utente 298XXX

Il Suo collega ha detto che alla RMN si vede una cicatrice che Lui propende più essere dovuta ad un processo infiammatorio, anche in base alle alterazioni riscontrate alla visita e alla familiarità (zia paterna con sm).
Tutti i miei sintomi e le alterazioni riscontrate potrebbero supportare questa ipotesi.
Cordialmente.

[#47] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo con quanto detto dal neurologo, infatti negli ultimi post Le dicevo di approfondire eventualmente con ulteriori esami dopo la RM senza commettere l'errore di tralasciarli come ha fatto precedentemente per paura.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#48] dopo  
Utente 298XXX

Gentile Dottore,
in attesa di effettuare la RMN ad encefalo e midollo con mdc, Le scrivo perché avverto un dolore sordo soprattutto all'occhio sx accentuato con i movimenti dell'occhio, e la fatica a mantenere la messa a fuoco. Potrebbe essere tutto collegato ai sintomi di cui precendemente Le avevo parlato?
La ringrazio e La saluto cordialmente.

Katia Sartori

[#49] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente potrebbe essere collegato, questo in generale però, non posso sapere se lo sia anche nel Suo caso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#50] dopo  
Utente 298XXX

Si potrebbe trattare, secondo un Suo parere più di neurite ottica o di nevralgia del trigemino?
Cordialmente.

[#51] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nevralgia del trigemino, classica, non direi, per il resto non è possibile avanzare ipotesi ma un'esclusione del trigemino non esclude una nevralgia atipica o un tipo di dolore diverso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#52] dopo  
Utente 298XXX

Buonasera Dottore,
oggi ho fatto la visita oculistica a causa di dolore orbitale e di offuscamento e sdoppiamento della vista. Non è stato riscontrato niente alla visita e l'oculista mi ha indirizzato da un neurologo per sospetta neurite ottica retrobulbare. Lei che ne pensa? La lesione cervicale riscontratami in precedenza può essere dovuta ad infiammazione in base alle alterazioni riscontrate alla visita?
Cordialmente

[#53] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ipotesi della neurite ottica retrobulbare è una delle tante, ovviamente va indagata.
Anche l'alterazione cervicale può essere di natura infiammatoria ma non è correlabile all'attuale disturbo della vista.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#54] dopo  
Utente 298XXX

Gentile Dottore,
vorrei un'informazione riguardo una cosa che ho letto, ossia che spesso vengono riscontrate alterazioni in familiari asintomatici di malati di sm compatibili con la malattia. Le alterazioni riscontrate in questi casi sono sempre dovute a processi infiammatori e sono una manifestazione precoce della malattia? Questo non è il mio caso perché sono sintomatica io e in seguito alle alterazioni riscontrate all'esame neurologico sto aspettando di fare la rmn, ma solo una curiosità.
Cordialmente

[#55] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lei usa il termine "spesso", non è cosi, non sono casi frequenti, si tratta di soggetti con alterazioni alla RM suggestive per malattia demielinizzante ma completamente asintomatici.
In questi casi si parla di "sindrome radiologicamente isolata" ed il paziente va monitorato con RM, inizialmente ogni sei mesi e poi ogni anno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#56] dopo  
Utente 298XXX

Buonasera Dottore,
Le scrivo nuovamente perché proprio oggi ho eseguito un'altra visita neurologica. Il referto recita: "obiettività: paziente vigile, orientata. Modesta ipostenia all'arto superiore sx (che slivella in basso in Mingazzini I) e a quello inferiore sx (accenno a Mingazzini II a sx). Riflessi muscolari: tutti un po' vivaci con prevalenza del patellare e tricipitale a sx. L'achilleo mostra un accenno a clono a dx e a sx (dove è un po' più evidente). Plantare zero bilateralmente. Addominali: incostantemente e vocaboli senza apparenti assimetrie. Lieve Lasegue bilaterale a 80 gradi. Prove cerebellari: un po' incerta la indice/naso a sx. In Romberg oscillazioni con accenno a retropulsione. Non rilevo attualmente deficit sensitivi settoriali. Nella marcia (senza caratteri patologici) sono ridotti i movimenti automatici a sx".
Lei che ne pensa? Cosa significa "plantare zero bilateralmente?
Cordiali saluti

[#57] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'esito della visita neurologica è praticamente sovrapponibile all"ultima, ovviamente da questa postazione non si possono cogliere eventuali sfumature.
Il riflesso plantare è quello che si evoca strisciando con una punta smussa sulla pianta del piede. Quando è fisiologico l'alluce si flette in basso, quando è anormale si estende verso l'alto, mentre quando non si verifica nessuna delle due condizioni si parla di alluce muto o zero che va inquadrato nel contesto della visita neurologica e non sempre è patologico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro