Neurite ottica retrobulbare

buonasera.
mio marito, 32 anni,mi ha detto di non vederci bene dall'occhio destro.il nostro oculista dopo la visita dice che è neurite ottica retrobulbare e parla di SM dandogli rm encefalo e pev.Mi sono allarmata e ho preso appunt. privato con un altro oculista che sapevo essere il primario del rep. di oculistica di uno dei maggiori ospedali di Napoli.Appuntamento dopo 3 giorni.Intanto prenoto la rm per il giorno seguente.Facciamo la rm senza contrasto ma nn ho i risultati.Andiamo poi a visita da questo oculista che conferma la neurite ottica retrobulbare e decide di ricoverarlo il giorno seguente.Si ricovera e L'oculista gli fa 1 g di solumedrol al giorno x 3 giorni e 500 mg il 4° e 250° il 5.
Scrivo l'esito degli esami fatti.
ecg: nella norma
prelievi del sangue (non li scrivo tutti comunque nessuna malattia tipo hiv, epatiti, tubercolosi) tutti nella norma solo nella fascia dei globuli bianchi neutrofili 49.8 (valori di riferimento 50-72)
RM encefalo senza e con contrasto: assenza di aree cerebrali con alterata morfologia e segnale ed abnorme impregnazione dopo mdc. normale segnale senza patologica impregnazione dei nervi ottici.
PEV: evidenzia un discreto rallentamento della conduzione nervosa lungo la via prechiasmatica di destra, associata a lieve perdita di fibre. sinistra nella norma.
CAMPO VISIVO: in od aumento della macchia cieca con presenza di una vasta area di non visione nei settori info nasale e temp. in os nella norma.
VISITA NEUROLOGICA: negativo
intanto prendo la mia RM fatta precedentemente al ricovero e c'è scritto: sisitema ventricolare in sede, non dilatato nè deformato. normale ampiezza degli spazi liquorali periencefalici della base e della volta. Regolare morfologia delle strutture encefaliche con rilievo di tre micronuclei di elevato segnale in T2 e Flair nella sostanza bianca sopratentoriale localizzati a destra in regione frontale e sede paraventricolare ed a sinistra a sede sottocorticale in regione parietale ed a sede paratrigonale di non certa interpretazione (gliosi aspecifica? nuclei di floglosi?) da inquadrare nel contesto e monitorare nel tempo.
La faccio vedere e mi dicono che la loro nn aveva evidenziato qsti 3 micronuclei xkè sono comuni alla maggior parte della popolazione ma vanno cmq controllati.
Lo dimettono che il visus in od è 10/10 con sforzo. Delatacortene a partire da 50 a scalare.Dopo 15 giorni al controllo il visus è 11/10.Ora è passato un mese.Siamo a 20 di deltacortene al giorno.
Hanno scritto RM encefalo + midollo cervicale + gad a giugno.(cosa è gad?)
Lui è uno sportivo.Qualche crampo ogni tanto dopo la partita.Mai avuto altri sintomi di sm.Di notte quando sta per addormentarsi qualche muscolo compie dei movimenti involontari tipo piccoli scatti(da 10 anni).Tutto qui.Fuma tabacco puro umido.Prima della neurite aveva avuto una leggera influenza.
E' iperteso (fatto vari esami ma non si sa xkè) da 2 anni e in cura con zopranol 30.
chiedo un consiglio e un parere.Sono preoccupata.Grazie!!
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Signora,

è difficile dare un parere a distanza, comunque mi sentirei di confermare ciò che Le hanno detto gli specialisti consultati. Consideri che la neurite ottica non necessariamente deve essere associata a SM.
Infatti potrebbe anche riconoscere cause infettive, traumatiche, tossiche. Potrebbe anche restare un episodio isolato, senza recidive. Ovviamente queste sono ipotesi.
Concordo anche con l'indicazione del controllo RM a giugno. Gad in questo caso vuol dire gadolinio che è il mezzo di contrasto della RM.

Cordiali saluti ed auguri

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore,
Grazie mille per la sua celere risposta.
Molti dei miei dubbi sono connessi al suo essere iperteso. Il cardiologo 2 anni fa, notando l'andamento della pressione durante l'elettrocardiogramma in sforzo, disse che probabilmente poteva trattarsi di una rigidità venosa. (di mia iniziativa gli avevo precedentemente fatto fare un'ecografia renale per escludere problemi ai reni). Il discorso della rigidità venosa lo ritrovo nella ccsvi che potrebbe essere associata anche a sm. Siccome non ho un neurologo di riferimento ma soltanto un oculista, forse è il caso che porti la copia cartella clinica e la risonanza non ospedaliera ad un neurologo che magari possa darmi la sua interpretazione sui fatti leggendo le immagini? Siccome un suo zio è mancato x un aneurisma cerebrale a poco + di 40 anni, io 2 anni fa, in seguito ai suoi problemi di ipertensione, gli feci fare un eco-doppler all'aorta che non evidenziò problemi. Posso fare qualche altro esame x controllare la circolazione sanguigna al cervello? Leggevo dell'eco-color doppler transcranico ed extra cranico in connessione con la ccsvi, potrebbe essere utile?
Nel momento in cui stava facendo il campo visivo sentii un oculista che diceva con un altro che sembrava + una vasculite..poi però nessuno me ne ha più parlato e a volte sembra di fare la figura degli stupidi nel chiedere cose che magari sono fuori luogo. Siccome lei è stato cosi gentile e io sono cosi' ansiosa mi sono permessa di scriverle tutti i miei dubbi. Non ho un medico curante a cui rivolgermi perchè vivo in un piccolo paese e molte cose vengono date x scontate. Grazie mille davvero per il suo aiuto!
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Signora,

avere un neurologo di riferimento è senz'altro consigliabile.
Capisco la Sua preoccupazione ma consideri che Suo marito, in atto, non ha sintomi specifici di SM.
A mio parere il consiglio migliore che Le possa dare è di effettuare a giugno il controllo RM e di rivolgersi ad un neurologo di riferimento.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
grazie mille dottore. Buon lavoro.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test