Parestesia

Gentile dottore sono una ragazza di 27 anni e da quasi 3 anni soffro di un dolore trafittiivo parossistico alla coscia destra senza altra sintomatologia. Mi sono recata dal neurologo che mi ha eseguito una visita ed ha detto che i miei sintomi sono riconducibili a qualche intrappolamento di nervi a livello periferico e non ha ritenuto opportuno effettuare una risonanza. Dopo circa un anno e mezzo il mio medico di base mi ha prescritto una risonanza all encefalo e al midollo spinale senza mezzo di contrasto l esito e':

RM ENCEFALO
esame RM dell encefalo eseguito con tecnica SE, FSE e FLAIR con immagini pesate in T1 e T2 in acquisizioni assiali, sagittali e coronali.
Sistema ventricolare in sede, regolare per ampiezza e morfologia. In sottocorticale occipitale destra ancorché appena apprezzabile nella sola sequenza FLAIR assiale forse minuta areola similgliotica di incerto significato senza altri caratteri di definita specificità. Allo stato non sembrano potersi identificare ulteriori anomalie del segnale parenchimale sia a livello sopra che sottotentoriare, in ragione del dato clinico anamnestico occorre tuttavia controllo nel tempo. Regolari gli spazi liquorali della base e delle convessità emisferiche.
Non le riporto il referto per il midollo spinale in quanto è tutto in regola. La mia domanda e': cosa sono queste aree similgliotiche di incerto significato? Devo effettuare altre indagini? Potrebbe trattansi di un inizio di sclerosi multipla? La ringrazio anticipatamente . Cordiali saluti




[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Utente,

la minuta area riscontrata alla RM è stata addirittura messa in forse, nemmeno il neuroradiologo ne è certo, pertanto l'immagine è dubbia. Ha fatto visionare l'esame ad un neurologo?
Per gliosi si intende una piccola riparazione cicatriziale che il nostro cervello mette in atto in seguito a qualche insulto (vascolare, traumatico, ecc.). Ecco, l'immagine rilevata sarebbe simile ad un esito gliotico, ad una gliosi.
Le consiglierei di ripetere l'esame secondo i tempi che Le verranno indicati dal neurologo (in media dopo sei mesi) possibilmente col mezzo di contrasto.
Sulla gliosi può leggere questo articolo https://www.medicitalia.it/minforma/neurologia/1672-esiti-gliotici-devo-preoccuparmi.html

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la celere risposta. Ho fatto visionare la RM al mio medico di base il quale mi ha tranquillizzato dicendomi che molte volte si riscontrano aree similgliotiche ma che non hanno nessuna rilevanza clinica, ho anche contattato il neurologo che mi ha confermato lo stesso, ma volevo anche un parere in più per essere più certa di ciò che mi è' stato detto. Il neurologo ha detto che non devo più ripetere la RM in quanto la ritiene inutile . Cosa devo fare? Posso stare tranquilla? Grazie mille il suo parere e' per me importante
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Utente,

se il neurologo visionando le immagini della RM non Le ha consigliato un controllo RM può stare tranquilla. In effetti anche il neuroradiologo non è convinto nemmeno della presenza dell'alterazione.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile Professore Ferraloro la ricontatto perché sono preoccupata per la mia situazione. Da come ho scritto in precedenza ho eseguito RM all encefalo e il midollo per essere sicura di escludere una patologia demielinizzante. Ho eseguito tale analisi perché avevo degli episodi parossistici alla gamba destra come una forte scossa urente tipo coltellata solo in determinate situazioni e avvertivo delle piccole punture di spilli localizzate sempre alla coscia destra ma sempre in posti differenti ora all interno coscia, ora parte alta del gluteo, ora al bacino. Ma devo dire che sono nettamente diminuite. Ora però da un paio di giorni avverto lo zigomo destro come se fosse addormentato e pesante, ma non sempre e ogni volta preoccupata vado dinanzi allo specchio per vedere se è paralizzato... Sono molto preoccupata perché ho 27 anni e ho una vita davanti e al sol pensiero che potessi avere qualcosa di degenerativo mi mette in uno stato di angoscia tanto da non poter più dormire la notte serenamente....chiedo gentilmente un suo parere. Cordiali saluti
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Utente,

con tutti i limiti del consulto on line, mi sentirei di tranquillizzarLa. Non pensi a malattie degenerative sia perchè la visita neurologica è risultata negativa, sia perchè alla RM encefalica e midollare non è emerso nulla di importante.
Non escluderei del tutto che il problema al viso sia di tipo psicosomatico causato dalla paura di avere qualche malattia importante.
Le ricordo però che siamo sempre a livello di ipotesi a distanza.

Cordialità
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott Ferraloro la ringrazio per le rassicurazioni mi dispiace disturbarla di continuo e mi dispiace essere "pesante" nel riferirle ogni piccolo sintomo. Le volevo riferire che dopo aver eseguito un massaggio linfodrenante agli arti inferiori, ho avvertito nella coscia destra lievissime scossette elettriche che si sono attenuate nel giro di pochi minuti, inoltre dopo aver fatto la doccia ho notato che a livello sempre della coscia destra ho avvertiti una sensazione di pelle d oca ma guardando la mia coscia ho notato che gli avvallamenti della cute, tipici della pelle d oca, si presentavano lungo la coscia destra a chiazze cioè non uniformemente per poi passare entrò pochi secondi.
Secondo lei avendo questa neuropatia periferica il massaggio linfodrenante lo posso fare? Inoltre come mai ho avuto questa pelle d oca a chiazze? A cosa può essere riconducibile?
La ringrazio anticipatamente e la ringrazio per la sua disponibilita
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Utente,

senza una valutazione diretta non è possibile stabilire la natura del problema che descrive.
Lei dice che è stata sospettata una neuropatia da intrappolamento ma è stata effettuata un'EMG agli arti inferiori?

Cordiali saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test