Utente 288XXX
Gentili dottori,

è da qualche mese oramai che avverto questo strano sintomo.
Praticamente,soprattutto quando sono a "riposo",quindi seduto o a letto diciamo,avverto una strana "vibrazione" all'interno della gamba sinistra. Dire vibrazione forse è errato o forse giusto,nel senso che di preciso non so bene nemmeno io come specificare una tale cosa. Cioè la gamba in sè non è che trema,per dire,ma all'interno è come se avvertissi un continuo "muoversi" di qualcosa,ovviamente appena percepibile,altrimenti,specie con il fatto che sono molto ansioso,mi sarei doppiamente preoccupato.
Voglio inoltre aggiungervi un particolare che forse,spero,possa esservi molto di aiuto in una possibile diagnosi. Qualche mese fa,mentre stavo a letto,tranquillamente guardando la tv tra l'altro,ebbi un attacco di panico,seguito da tremolio continuo(durato quasi 5-6 minuti credo)su tutto il corpo.
Ecco, praticamente(sempre se magari non mi sbaglio ovviamente)mi sembra che da quella sera ho cominciato poi ad avvertire questa cosa. Nelle altre parti del corpo non avverto nulla,come ad esempio la gamba destra,non ho alcun problema.
Cosa potrebbe essere? Finora non ho ancora effettuato una visita,anche perchè penso(e spero)che sia soltanto una cosa nervosa.
Se fosse ad esempio un problema di circolazione ad esempio,dovrei avere ovviamente una grande stanchezza nella gambe ad esempio(giusto?),cosa che invece non avverto,anche perchè facendo un lavoro che mi porta a stare all'impiedi per molto tempo,dovrei subito avvertire qualcosa di strano...


Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ne ha parlato col medico curante come Le avevo consigliato in un precedente consulto?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 288XXX

Gentile dottor Ferraloro,

mi scuso con Lei,ma sinceramente avevo praticamente rimosso il fatto di aver già chiesto un consulto su tale sintomo. Tra l'altro in questi ultimi mesi che mi sembra di sentire sempre nuovi sintomi,a momenti appunto non ricordo su quale ho chiesto già un consulto/effettuato una visita a riguardo.
Diciamo che comunque sono sicuro che se andrei dal medico,conoscendomi e sapendo quindi che sono una persona molto ansiosa/nervosa,mi direbbe appunto che è qualcosa legato all'ansia o cose del genere.
Diciamo che comunque in generale,un tale sintomo cosa potrebbe essere,a grandi linee?

Grazie in anticipo.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con tutti i limiti del consulto a distanza ci sarebbero buone probabilità che il disturbo sia di tipo psicosomatico. Però è necessaria una visita medica diretta per potere fare una valutazione attendibile ed arrivare ad una diagnosi corretta, anche mediante esami diagnostici se il medico li ritenesse utili.
Il precedente consulto era il seguente
https://www.medicitalia.it/consulti/Neurologia/340972/Domanda-su-pulsazioni-nelle-gambe

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 288XXX

Si, la ringrazio dottore,ora mi sono ricordato appunto del precedente consulto.
Sto pensando a questo punto di tagliare subito la testa al toro e rivolgermi ad un buon neurologo,che già conosco e capire quindi se effettivamente è qualcosa di psicosomatico,oppure no.

Diciamo che se non fosse così,in casi "peggiori" di cosa si potrebbe trattare?C'è da dire,che da come spiegavo nel primo messaggio,ho questi sintomi oramai da mesi,quindi se fosse qualcosa di grave penso che ora dovrei già avvertire qualcosa di molto più grave,o almeno credo.


Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

senza una visita non è possibile sbilanciarsi a distanza su un sintomo aspecifico, non sarebbe eticamente professionale. Sono certo che capirà.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 288XXX

Ok,la ringrazio comunque dottore.
A questo punto quindi effettuerò una visita da un neurologo,perchè effettivamente credo anche io che sia un fattore "nervoso" a questo puntio.


Saluti.