Scosse elettriche e "bolle" nelle vene

Gent.lissimi Dottori,
è ormai da anni che ho delle scosse sotto al pene, in quella parte che collega il pene al retto, scosse forti e improvvise che durano qualche secondo, qualche fitta.
Ho notato, ultimamente, che queste scosse, a volte, ci sono anche in altre parti del corpo come gambe, mani e persino nella zona che collega il collo all''orecchio.
Da qualche giorno l''ho anche vicino al cuore, ma quello potrebb''essere un semplice dolore intercostale.
A volte, poi, sento come delle bolle che mi attraversano le vene.
Cosa può essere?Potrebbero essere sintomi assimilabili alla Sclerosi Multipla?
Grazie, saluti.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

è molto più facile che questi siano sintomi di tipo psicosomatico. Poi la sensazione di "bolle nelle vene" è davvero strana, espressione di stato ansioso.
Ovviamente questa è solo un'ipotesi a distanza, faccia una visita neurologica per una eventuale conferma.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,
intanto grazie per la risposta.
Si, pare che io soffra d'ansia...ma è possibile che questa maledetta ansia mi stia così condizionando la vita?
E' possibile che questi problemi ci siano anche quando non sono in ansia?
Poi, io...non ho nessuna fiducia negli ansiolitici.
Leggo da tantissime parti che a volte non fanno effetto, oppure portano a forte assuefazione e appena non li prendi ritorni come prima.
Ma è possibile che nelle società moderna, con ansia e stress che colpiscono tante persone non si sia arrivati a produrre una medicina che gli elimini per sempre, tipo un vaccino...tipo una medicina che prendi per un periodo ma che poi smetti e non hai più ansia.
Io speravo fosse qualsiasi malattia, ma purtroppo so che le malattie psicologiche, ad oggi, secondo me, non sono curabili...o almeno, vengono curate in parte, oppure curate solo in apparenza, cioè...stai bene per un periodo e poi torna tutto come prima.
Non trovo soluzione, sono molto amareggiato.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

innanzitutto la mia è solo un'ipotesi a distanza senza la pretesa di diagnosi, questa la fa il medico che visita direttamente il paziente.
Non è vero che per curare l'ansia esistono solo gli ansiolitici, tutt'altro, questi vengono utilizzati solo per breve periodo ma i farmaci che agiscono in profondità sono altri.
Si rivolga prima al Suo medico curante, poi questi la indirizzerà verso lo specialista di competenza.
Anche un supporto di tipo psicologico sarebbe certamente utile qualora venisse confermata la natura ansiosa del disturbo.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore, non volevo criticarla ne offenderla. Il mio era solo uno sfogo!
Quali sarebbero questi farmaci che agiscono in profondità?
Comunque si, presto andrò da un neurologo.
Grazie, saluti
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

c'è stato un equivoco, Lei non ha mosso critiche nè offese nei nostri confronti, stia tranquillo.
Per quanto riguarda i farmaci, questi non possono essere consigliati a distanza anche perchè non ha una diagnosi, sarà lo specialista che, se lo riterrà opportuno, Le prescriverà quelli più idonei al Suo caso.

Cordialmente
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille Dottore, saluti.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,
sono stato da un neurologo che ha detto potrebbe trattarsi, appunto, di ansia!
Dopo gli ho confermato che soffro, appunto, di ansia in determinate occasioni e mi ha prescritto il CYBALTA da 30 mg. per 2 mesi.
Ma il CYBALTA è più che altro un anti-depressivo e lui mi ha detto che serve per eliminare anche quelle scosse, che, però, a me danno poco fastidio, anche perchè se nascono dall'ansia allora posso anche tenerle.
Cosa devo fare, io non sono depresso!
Non c'è un farmaco che posso usare solo per placare l'ansia quando si presentano certe situazioni?
Poi io ho paura degli effetti collaterali!
[#8]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

una delle indicazioni degli antidepressivi è appunto l'ansia. Oggi questi farmaci non vengono utilizzati solo nella depressione ma in molte altre condizioni come ansia, attacchi di panico, sindromi ossessive, ecc..
Nel Suo caso è stato prescritto un dosaggio basso, al di sotto di quello medio utilizzato (60 mg).
Probabilmente lo specialista vorrebbe agire alla base del problema, mentre gli ansiolitici agiscono solo sul sintomo e non sono "curativi".

Cordialità
[#9]
dopo
Utente
Utente
Quindi, l'antidepressivo, oggi, è usato anche per combattere l'ansia anche se uno non è depresso?
Cosa vuol dire, vorrebbe agire alla base del problema?
Grazie Dottore, saluti.
P.S.: e poi ho paura della dipendenza e dell'abbassamento del libido!
[#10]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

sì, l'antidepressivo viene utilizzato anche per l'ansia in assenza di evidenti sintomi depressivi. Questi farmaci non causano dipendenza, se non, a volte, di tipo psicologico.
Gli eventuali effetti collaterali non si presentano in tutti i soggetti, sono strettamente individuali.

Cordiali saluti
[#11]
dopo
Utente
Utente
Sembrerebbe un buon farmaco per curare l'ansia e, soprattutto, che non crea dipendenza e che non in tutti i soggetti porta a effetti collaterali.
Bha, non saprei...sono sempre un pò diffidente verso gli psicofarmaci, mi fanno paura!
Intanto grazie Dottore!
[#12]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,
ho fatto una ecografia e mi è stato riscontrato idrocele più ectasia dei vasi del funicolo spermatico, poi ho fatto una risonanza magnetica ed è stato rilevato degli iniziali fenomeni degenerativi di spondilosi somatica ed interapofisaria...cosa ne pensa?
Grazie, saluti.
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

a quale parte della colonna vertebrale ha effettuato la RM?
Potrebbe copiare il referto?
In atto quali sintomi manifesta?

Cordialmente
[#14]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo Dottore,
ho fatto una "RM COLONNA LOMBO SACRALE".
In atto ho, ogni tanto, leggere "scosse elettriche" a varie parti del corpo(braccia, gambe, collo) ed una, molto più forte, nella zona inguinale. Ho poi come la sensazione, a volte, di avere delle "bolle" nelle vene...sento come un passaggio di bolle...
Grazie, saluti.
[#15]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

senza visionare le immagini dell'esame, cosa indispensabile, e basandomi esclusivamente sul referto le alterazioni riscontrate non giustificano la sintomatologia riferita. Pertanto faccia vedere la RM al medico che La segue.
La sensazione di "bolle nelle vene" sembrerebbe un sintomo tipicamente ansioso.

Cordialità
[#16]
dopo
Utente
Utente
Quindi, Dottore, dovrei allegarle le lastre?
Comunque si, alla fine pure secondo me si tratta di ansia e nervosismo...
[#17]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

le regole del sito vietano che vengano inviate immagini di esami diagnostici, infatti Le ho detto di farle visionare al medico che La segue.

Cordiali saluti
[#18]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore, saluti.
[#19]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,
ma per "iniziali fenomeni degenerativi di spondilosi somatica ed interapofisaria", s'intende un'iniziale fenome di attrosi?
Grazie, saluti
[#20]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Esatto, inizio di artrosi.
[#21]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore...e cosa potrei fare?
[#22]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Potrebbe effettuare una visita fisiatrica per avere una valutazione diretta del problema.

Cordialmente
[#23]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore, quindi non da un reumatologo?
[#24]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

in questi casi è più indicato il fisiatra.

Buon fine settimana
[#25]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille Dottore e buon fine settimana anche a Lei!
[#26]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
pensavo...non potrebbe trattarsi di epilessia(ci sono varie forme) o sclerosi multipla il problema delle scosse alle vene?
Ho spesso anche l'acufene.
Grazie, saluti.
[#27]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

con tutti i limiti del consulto a distanza escluderei le due condizioni citate, la prima perché non ha sintomi tipici, la seconda perché ha effettuato la visita neurologica con esito negativo.

Buona domenica
[#28]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore,
però nel caso dell'epilessia, ho letto di forme molto "blande" dove si può anche avere solo delle scosse.
Cosa ne pensa?
Grazie, saluti
[#29]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

"scosse elettriche" che durano qualche secondo non fanno pensare alla natura epilettica del problema. In casi di epilessia le scosse durano alcuni minuti e "spostano" l'arto.

Cordialità
[#30]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore,
gentilissimo, preciso e paziente!
Ma, nel caso, che tipo di esame andrebbe fatto per vedere se un soggetto ha l'epilessia "leggera"?L'elettroencefalo?
Grazie, saluti
[#31]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

sì, l'EEG ma spesso anche in caso di epilessia può risultare nella norma.
Prima comunque va fatta la visita neurologica e dopo gli esami diagnostici.

Cordiali saluti
[#32]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore, saluti.
[#33]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Di nulla, buona giornata.
[#34]
dopo
Utente
Utente
Dottore, mi scusi, ci potrebbero essere dei problemi ad alcuni nervi che causano disfunzione erettile?
Grazie, saluti.
[#35]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

alcune neuropatie, per es. quella diabetica, possono causare disfunzione erettile ma non penso sia il Suo caso. Anche una neuropatia del pudendo ma Lei non ha sintomi che indirizzino verso questo problema.

Cordialmente
[#36]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore...eppure ho le scosse sotto al pene, a volte(raro) quando urino mi brucia, una volta nello sperma furono trovati batteri, a volte ho dolori nella parte bassa della schiena...
[#37]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

le scosse non sono segno di neuropatia, così come il bruciore durante la minzione. In generale non ci sono elementi che possano fare pensare ad una neuropatia.

Buona domenica
[#38]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille Dottore, saluti.
[#39]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,
visto che Lei è sempre così "pronto" e gentile, mi permetto di chiederLe una cosa.
Uno Specialista, dopo una visita, è obbligato a rilasciare qualche "carta" al paziente dove ci sia scritto cosa ha visto?Credo si chiami diagnosi.
Perchè, uno Specialista, dopo una visita, ad una persona e me cara, non ha rilasciato nulla di scritto...
[#40]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

se lo specialista è di struttura pubblica o struttura privata convenzionata è tenuto a rilasciare un referto dell'esito della visita, se un professionista privato no.
Personalmente, anche nel mio studio privato, rilascio sempre un referto che riporta il motivo della visita, l'esito dell'esame neurologico con le eventuali alterazioni riscontrate, la diagnosi (anche di probabilità), eventuali esami diagnostici richiesti e la terapia.

Cordialità
[#41]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille gentilissimo Dottore!
Ecco, è un medico privato...però se ne facciamo richiesta?Cioè, se gli dovessimo chiedere di mettere per iscritto?
Grazie, saluti.
[#42]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

chiedere non fa male..........fate il tentativo.

Cordiali saluti
[#43]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo Prof. Ferraloro,
e cosa dice di alcune parti di muscolo che, a volta, si contraggono da sole?Oppure di una sensazione di "puntura di spillo" in alcune parti del corpo.
Tipo, a volte mi sembra di esser punto da qualcosa su una delle gambe, oppure, a volte, tocco una parte del corpo, un pezzo di pelle per intenderci, e mi fa male.
Poi il tutto sparisce...
[#44]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

sintomi che riferisce sono di breve durata e si presentano sporadicamente?
[#45]
dopo
Utente
Utente
Si, in genere la durata è molto breve e si presentano non del tutto sporadicamente.
Le "scosse" sotto il pene e piccole parti di muscolo che si contraggono da sole, le ho abbastanza spesso.
La "puntura di spillo" (a volte mi sembra che abbia un insetto nei pantaloni che mi punge sulla gamba) e le scosse in altre parti del corpo o il sentire delle "bolle" nelle vene, invece, son più rari.
Raramente, tocco una parte del corpo, adesso mi viene in mente la gamba, e sento dolore, ma solo in un punto.
Il problema è che non so se fare l'elettromiografia e dove far applicare gli aghi.
Non so, potrebbe trattarsi di ansia...ma anche di S.M. o S.L.A. secondo Lei?O anche difficoltà nell'erezione, ecco perchè temo il problema delle scosse sotto il pene.
Grazie, saluti.
[#46]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

la breve durata dei vari fastidi riferiti farebbe escludere malattie importanti.
Ha assunto il farmaco prescritto dal neurologo?

[#47]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo Dottore,
poi, alla fine, io non ci faccio molto caso a queste "scosse", però le ho abbastanza spesso, "scosse" o "punture d'insetto".
No, non l'ho preso perchè questi sintomi non mi creano problemi, quindi non prendo psicofarmaci da cui, per altro, potrei diventare dipendente.
L'unica cosa che questi sintomi mi creano e la preoccupazione per un'eventuale S.M. o S.L.A., solo questo.
Grazie mille, saluti.
[#48]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

Le ripeto, la modalità d'insorgenza e la breve durata dei sintomi riferiti farebbe escludere le malattie che teme.
Inoltre la visita neurologica negativa dovrebbe tranquillizzarLa.

Cordialmente
[#49]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore,
vedremo il da farsi, solo che queste scosse, per me, non sono normali...magari è solo stress/ansia.
Saluti, grazie.
[#50]
dopo
Utente
Utente
Dottore,
la schisi in S1 può influire in qualche modo?
Grazie, saluti.
[#51]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Ritengo di no ma è ovvio che si dovrebbero vedere le immagini per essere precisi.

Cordialità
[#52]
dopo
Utente
Utente
Bene, via mail non posso inviargliele, quindi dovrei rivolgermi ad un neurologo?

Grazie, buon fine settimana.
[#53]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

la sola visione delle immagini non è sufficiente senza una correlazione clinica, cioè una visita, per cui ritengo più utile rivolgersi ad un neurologo.

Cordiali saluti
[#54]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore!
Saluti.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio