Utente 169XXX
Buongiorno,
volevo sottopormi il mio problema che mi sta preoccupando in quanto da diversi giorni (quasi due mesi) avverto questi sintomi:
- Forti bruciori e formicolii continui alle gambe (polpacci, cosce e articolazioni sopra il ginocchio), sembra quasi che ho degli aghetti conficcati nella pelle, che ultimamente si sono sviluppati anche agli arti superiori (mani, avambraccio, spalle e collo)
- Debolezza alle gambe e mani (non riesco ad effettuare lavori di precisione con le mani perché avverto un leggero tremorio)
- Pesantezza alle gambe e alle braccia (mi sembra che pesino tantissimo)
- Fascicolazioni e crampi soprattutto alle gambe (ad occhio nudo si vede il muscolo dei polpacci pulsare come un cuore)
- A volte mi sembra di avvertire i piedi come dei corpi estranei
- Faccio difficoltà a mettere a fuoco soprattutto se fisso un monitor (cosa che prima non mi accadeva)
Un mesetto fa ho effettuato una EMG che è risultata essere negativa.
Cosa mi consigliate di fare? Ho notato che molti dei sintomi sono comuni a tante malattie (SM, Sla, Fibromialgia ....) quindi non saprei dove iniziare!


[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

considerata la molteplicità dei sintomi descritti, a mio parere la prima cosa da fare è una visita neurologica per avere una valutazione diretta del caso. Poi sarà il neurologo che, se vedrà l'opportunità, prescriverà eventuali esami diagnostici.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 169XXX

Grazie Dottore per il consiglio, ho già preso un appuntamento con un neurologo della zona, che mi visiterà tra 15 giorni. Nel frattempo mi consiglia di farmi prescrivere un antinfiammatorio o meglio che attenda la visita per non peggiorare le cose?

Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

questa è una valutazione che deve fare il Suo medico curante, se la sintomatologia non interferisce con la qualità della vita potrebbe attendere la visita neurologica altrimenti si rivolga al curante per un parere diretto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 169XXX

Ho effettuato la visita neurologica in data 20 settembre 2013 in cui la Dott.ssa che mi ha visitato ha considerato tutto nella norma in particolare non ha notato segni di sofferenza al sistema nervoso centrale e periferico, ritiene tuttavia utile NMR lombo-sacrale e mi ha prescritto l'assunzione di Nicetile cp. 2 al dì a mesi alterni.
Purtroppo i sintomi non sono scomparsi, ma anzi ne avverto di nuovi, oltre a quelli già descritti precedentemente:

- Continui formicolii e bruciori ad arti inferiori e superiori (soprattutto mani e piedi)
- Alterazioni delle sensazioni di caldo e freddo, sempre alle mani e ai piedi
- Acufeni soprattutto all'orecchio dx che mi disturbano molto il sonno.

Aggiungo che devo ancora effettuare la RMN prescritta, ma vorrei avere un consiglio da Lei sull'utilità o meno di effettuare anche la risonanza encefalo e rachide cervicale per escludere altre malattie. Vorrei anche capire perché la Dott.ssa che mi ha visitato non ha considerato tale possibilità.
Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza, Le direi che è consigliabile estendere la RM a tutto il midollo spinale e all'encefalo. La collega evidentemente, in base alla visita neurologica, non ha riscontrato segni sospetti per patologie evidenziabili con gli esami menzionati.
Potrebbe contattarla per comunicare i nuovi sintomi ed i Suoi dubbi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 169XXX

Scusi se la disturbo nuovamente, ma la RM deve essere con liquido di contrasto e soprattutto la RM spinale ed encefalo comprende anche la lombo-sacrale o devo effettuarle entrambe?
Grazie di nuovo.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la RM del midollo spinale comprende anche il tratto lombo-sacrale.
Sull'eventuale utilizzo del mezzo di contrasto deve chiedere alla neurologa.
Personalmente, nei casi come il Suo, non prescrivo il mezzo di contrasto, poi se all'esame si riscontrano alterazioni che devono essere approfondite questo si utilizzerà nell'esame successivo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 169XXX

Approfitto ancora della Sua gentilezza per un ultimissimo chiarimento:
Ho chiamato oggi per la prenotazione della RMN con l'impegnativa del medico di famiglia in mio possesso che riportava la dicitura "RMN Encefalo e midollo spinale", ma dal centro di prenotazioni mi dicono che così non va bene, che deve essere distinta in tre parti o qualcosa di simile. Chiedo a Lei gentilmente, se mi può specificare quale deve essere la dicitura esatta da far riportare sull'impegnativa medica, in quanto la Dott.ssa che mi segue in questi giorni è fuori sede.
La ringrazio nuovamente di tutto e La saluto cordialmente.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la dicitura accettata varia da un ambulatorio all'altro, essenzialmente la RM va distinta in "RM encefalica" e "RM midollo spinale in toto", questa doppia ricetta è la regola. Poi alcuni ambulatori vogliono la richiesta della RM midollare scomposta in tre parti e in tre ricette diverse, cioè "RM rachide o midollo cervicale", "RM rachide dorsale" e "RM rachide dorso-lombare".
Ho dato queste indicazioni ma è ovvio che le richieste deve farle il Suo medico curante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 169XXX

Salve,
La volevo ringraziare infinitamente perché è stato l'unico che mi ha indicato perfettamente come formulare l'impegnativa, in quanto il centro diagnostico mi diceva una cosa ed il medico di famiglia un'altra.
Premetto che lunedì 21 ottobre effettuerò la risonanza magnetica, ma vorrei solo un consiglio su un valore degli esami del sangue che ho effettuato ieri, dove si rileva un valore sopra la normalità dei monociti 11,9 e un po' basso dei globuli bianchi 5,06 ma comunque rientrante nei valori normali, per il resto i valori sono tutti regolari.
Secondo Lei può essere indicativo di qualcosa quel valore "sballato" dei monociti in considerazione dei sintomi già descritti?

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un aumento dei monociti potrebbe indicare tante cose, prevalentemente infezioni di tipo virale, caratteristico, per es., nella mononucleosi. Nel Suo caso potrebbe avere un nesso, per es., se avesse contratto una mononucleosi anche passata inosservata e una parte dell'attuale sintomatologia (debolezza) rappresentasse un esito tardivo.
Le dico tutto questo però solo a livello esemplificativo, la monocitosi potrebbe non avere infatti nessun nesso con i sintomi descritti.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 169XXX

Buongiorno Dottore,
ho appena ritirato il referto delle RM che così cita:
"Regolari i solchi corticali le cisterne della base. Le cavità ventricolari sono in sede con normale morfologia ed ampiezza. Non significative alterazioni di segnale del parenchima cerebrale in sede sovra e sottotentoriale. Non alterazioni segnale con sequenze pesate in diffusione. Libere le cisterne dell'angolo ponto-cerebellare. Modesto ispessimento della muscosa del seno frontale di sinistra con opacamento di alcune celle etmoidali di tale lato.

Vertebre cervicali in asse. Piccolo angioma in C7. Lievemente disidratati dischi esaminati. Modica riduzione d'ampiezza del forame di coniugazione dx in C3-C4 per presenza di piccoli osteofiti. Conservata l'ampiezza del canale rachideo cervicale. Non alterazioni di segnale del midollo cervicale.

Vertebre dorsali in asse con regolare struttura morfologica e rapporti. Non aspetti riferibili ad ernie discali. Conservata l'ampiezza del canale rachideo dorsale. Non alterazioni di segnale del midollo dorsale.

Vertebre lombari pressoché in asse. Rettificata la fisiologica lordosi lombare. Modesto bulging del disco L4-L5 con accennata impronta sull'astuccio durale. Piccola protrusione erniaria mediana paramediana dx del disco L5-S1 con lieve impronta sull'astuccio durale. Regolari cono-cauda"

Secondo il suo parere potrebbe essere l'ernia a provocarmi i disturbi?
Non riesco a comprendere il significato di "Piccolo angioma in C7" e ".. riduzione d'ampiezza del forame di coniugazione dx in C3-C4 per presenza di piccoli osteofiti"
RingranziandoLa ancora una volta per la Sua disponibilità fin qui dimostrata le porgo cordiali saluti.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come avrà capito la RM encefalica è perfettamente normale.
Una parte della sintomatologia può essere giustificata dalle alterazioni riscontrate a livello cervicale e lombare ma per una correlazione clinica deve rivolgersi al medico che La sta seguendo.
Il piccolo angioma in C7 non ha significato clinico, stia tranquillo.
La riduzione del forame di coniugazione è stato attribuito ad artrosi cervicale, infatti gli osteofiti sono di origine artrosica.
Faccia vedere le immagini dell'esame allo specialista che La segue.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro