Utente 307XXX
Gentili dottori sono andato ieri dal neuro/psichiatra per fare una visita in quanto avevo paura tipo di avere la sm o la sla. Volevo mano ad interpretare il referto allora:
Esame neurologico: indifferente;
Diagnosi: ansia fobico ossessiva;
Come cura mi ha dato una serie di antiansiolitici e antidepressivi.
Dunque volevo capire se l'esame fisico ovvero quello col martelletto per capirci è da considerarsi negativo cioè se abbia escluso queste malattie.
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se è stato effettuato un esame neurologico completo (quello col martelletto, ecc.) con esito negativo si possono escludere malattie come quelle che menziona nel post. Se il neurologo avesse avuto dei dubbi avrebbe prescritto degli esami diagnostici mirati al sospetto diagnostico. E poi anche il racconto del paziente è fondamentale per un inquadramento clinico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 307XXX

Dottore grazie per la risposta volevo però chiederle visto questo mio stato ossessivo per la paura di queste malattie, nel caso in cui il neurologo avesse riscontrato qualcosa me lo avrebbe detto lo stesso? O avrebbe prima curato la mia psiche per prepararmi ad eventuali esami successivi? In fine perché non scrive negativo nella voce esame neurologico ma dice indifferente? Siccome prima dell'esame gli ho raccontato tutte le mie paure e riferivo di avere paura di ricevere brutte notizie o s di fare esami tipo emg, non è che l'ho condizionato? In fine le confesso che appena ho letto quello che ha scritto (e soprattutto lei dottore che reputo molto valido dato che ergo dai consulto on line che fornisce)i sono tranquillizzato! Sa cosa mi ha spaventato della visita obbiettiva che il martelletto lo ha ribattuto più volte nella zona gomito tricipite sia vestito che spogliato. Alla mia domanda mi ha detto che lo ha fatto perché è meticoloso! Dottore grazie di tutto. Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tranquillizzi, infatti se il neurologo avesse avuto qualche dubbio o sospetto Le avrebbe consigliato di effettuare esami diagnostici per approfondire il caso.
Se le cose sono andate come Lei racconta non abbia preoccupazioni di sorta ed inizi la terapia prescritta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore, e un periodo veramente brutto. Può questo stato ansioso portarmi a pensare tutte queste cose negative, cioè il fatto di pensare che qualcuno possa nascondere qualcosa sulla mia salute? Anche a livello fisico può manifestarsi sensazione di tremolio alle mani. Ad esempio ora sono agitato ed ho preso una xanax 4 minuto fa, e mentre scrivo a Lei attraverso il telefonino mi tremano un po' i pollocci? Quindi il termine indifferente che ha usato per quando concerne l'esito dell'esame neurologico è da considerarsi negativo alidila della dagnosi di disturbo ossessivo fobico? Grazie dottore Lei mi sta aiutando tanto! Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, un disagio psichico può causare la sintomatologia che riferisce.
Il termine "indifferente" indica un esame neurologico negativo.
Stia tranquillo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore onestamente già da un mese avevo queste paure e la visita sarei venuto a frla da Lei a Messina ma il lavoro me lo impediva. E ammirevole come Lei metta la sua professionalità a disposizione delle persone cosa non comune a tutti. Anche io svolgo un sevizio pubblico e a differenza di tanti colleghi avverto la responsabilità di aiutare veramente il prossimo. Conservi sempre questo Suo modo di essere che la distinguerà sempre dagli altri e forse sarà uno dei pochi caso che essere unici o rari non rappresenterà sinonimo sempre di malattia. Grazie mille. Buona vita.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ringrazio Lei per averci scelto e per le belle parole che ha usato.
Noi speriamo di potere essere sempre utili agli altri, a volte ci riusciamo a volte no ma l'intenzione c'è sempre.
Buona vita anche a Lei.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 307XXX

Dottor ferrarolo volevo chiederle oggi sono andato a giocare a pallavolo per svagarmi! Dopo la partita è normale che ho avuto qualche fascicolazioni? Un po' più al braccio? Da premettere che ero concentrato molto su questo fattore fascicolazioni per paura che mi venissero! Può la mente di una persona preovaaa dall'ossessione fobica provocare fascicolazioni? Grazie mille come sempre!

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'origine ansiosa è certamente possibile ma non escluderei nemmeno, in questo caso, lo sforzo muscolare.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore e se è dovuto da sforzo muscolare e preoccupante? Cordiali saluti

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Assolutamente no, stia tranquillo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore buon fine settimana

[#13] dopo  
Utente 307XXX

Dottore scusi se la disturbo volevo dirle una cosa che mi capita. Nella mia gasse ossessiva fobica provo a stendere sempre il tricipite del braccio sinistro per essere se poi fascicola, quando lo rilascio a volte la zona fascicola a volte no! E normale o dovrei suggerire un emg al mio neurologo? Grazie taro , Lei è il mio angelo

[#14] dopo  
Utente 307XXX

Scusi gli errori di battitura ma il telefono cambia le parole in automatico?

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non riesco a capire, a causa degli errori di battitura, il senso della domanda.
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 307XXX

Scusi dottore, volevo dire che a causa del mio disturbo ossessivo fobico stendo sempre il braccio sinistro per provare se dopo lo sforzo arrivano fascicolazioni al tricipite sinistro perché un po' di tempo fa le avevo averte li. Dunque durante questa manovra , ieri, su 7 -8 volte che lo facevo una volta almeno mi veniva la fascicolazione, e normale? Oggi ad esempio non ci provo proprio ho detto basta alla mia mente! Io ne parlai delle fascicolazioni sporadiche alle braccia al neurologo e lui mi disse ora vediamo, poi inizio a martellare velocemente, più di una vola nella zona avambraccio e tricipite ma niente. Io inizialmente pensai che non trovava i riflessi poi ho pensato che in realtà stesse cercando le fascicolazioni sotto sforzo! Comunque niente! Per curiosità può essere che abbia eseguito quella manovra ai tendini così ripetitiva per verificare le fascicolazioni? Grazie mille dottore buon lavoro

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è possibile che con quella manovra siano state provocate le fascicolazioni che comunque non si sono manifestate (questa è una mia personale interpretazione però). La condizione che descrive non assume significato patologico.
Non faccia prove e si tranquillizzi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore, volevo chiederle quanto contano le fascicolazioni a riposo o post sforzo dopo una visita neurologica negativa? O comunque anche in genere? E il sintomo più significativo in un sospetto di malattie neurologiche o no? Grazie mille, purtroppo sono tutte risposte che il mio neuro psichiatra d'iniziativa non mi ha dato pur essendo in queto stato ossessivo fobico!
In ultimo volevo elencarle il tipo di visita:
30 min a parlare, in piedi occhi chiusi e occhi aperti, seguire il dito con gli occhi, martelletto alle braccia da seduto con il maglione poi da disteso senza maglia con braccia incrociate al petto, prova di mingazzini gambe, prova riflesso achilleo battendo dietro il tendine e tallone velocemente, poi strisciato sotto il plantare ma non chiudevo le dita del piede e lui mi ha feto questa già la conoscevi quindi sei inibito ad un certo punto a mia insaputa mi ha punto sotto il piede ed ho chiuso istintivamente le dita del piede. Poi il diapason in diversi punti, e punture sul corpo che avvertivo come il diapason del resto. Dimenticavo anche la mingazzini a braccia potreste palme verso il basso! Grazie di tutto

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non si ponga queste domande perché con la loro risposta non risolverebbe il problema, si sentirebbe più rassicurato per qualche ora o qualche giorno e poi tornerebbero altri dubbi. Deve curare il disturbo ossessivo di base per il quale occorre del tempo. Sta facendo la terapia prescritta? In caso affermativo da quanto tempo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore, la sto facendo da 6 giorni. In maniera costante. Grz dottore per tutto quello che fa.

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per vedere i primi risultati deve attendere 3-4 settimane, a volte anche di più, da quando assume la dose piena del farmaco. Un po' di pazienza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore ieri sono stato da neurologo per parlare della cura, ho spiegato il fatto che le dicevo delle fascicolazioni dopo che contraevo il muscolo e lui non ha neanche voluto vedere perché dice che sto bene e assolutamente mi esclude malattie neiromuscolari. Volevo chiederle visto che questi guizzi sparsi o talvolta localizzati sono apparsi 4 giorni dopo la visita neurologica posso stare tranquillo lo stesso? Io mi sono fatto un ragionamento per cercare di razionalizzare ovvero: le favi colazioni o guizzi non sono segni premonitori ma sonno eventuali sintomi benigni o patologie già in stato avanzate quindi se 5 giorni prima sono stato visitato e non ha riscontrato nulla vuol dire che queste non hanno alcun significato. Grazie mille dottore

[#23] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore ieri sono stato da neurologo per parlare della cura, ho spiegato il fatto che le dicevo delle fascicolazioni dopo che contraevo il muscolo e lui non ha neanche voluto vedere perché dice che sto bene e assolutamente mi esclude malattie neiromuscolari. Volevo chiederle visto che questi guizzi sparsi o talvolta localizzati sono apparsi 4 giorni dopo la visita neurologica posso stare tranquillo lo stesso? Io mi sono fatto un ragionamento per cercare di razionalizzare ovvero: le favi colazioni o guizzi non sono segni premonitori ma sonno eventuali sintomi benigni o patologie già in stato avanzate quindi se 5 giorni prima sono stato visitato e non ha riscontrato nulla vuol dire che queste non hanno alcun significato. Grazie mille dottore

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

perfetto, il Suo ragionamento è accettabile. Le Sue sono fascicolazioni benigne, tranquillo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 307XXX

Dottore volevo chiederle un parere, oggi sono andato a giocare a calcio dopo circa mezz'ora le gambe, all'ennesimo scatto le ho sentite proprio senza forza, leggere, tipo benzina finita, ovviamente mi sono preoccupato perché l'ho vissuto come un deficit. Ovviamente sino qualche mese fa non avevo questo problema se non dopo un oretta di gioco. Volevo chiedere potrebbe anche essere effetto della medicina che assumo o dovrei valutare come deficit vero e proprio? La medicina che assumo e la seguente: stilden soluzione ad oggi sono arrivato a 14 gocce la sera; xanax 2 mg rp; e da poco aggiunto haldol ggt 0,2 in 5gocce! Dunque potrebbero queste concorrere anche a quano detto? Gazie

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dalla Sua descrizione non si evince alcun deficit motorio o deficit di forza, non s'intende questo per deficit, in questo caso è soltanto stanchezza e i farmaci che assume possono contribuire alla sua comparsa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 307XXX

Dottore la ringrazio come sempre per la Sua pronta risposta. Ad ogni modo ad oggi va molto meglio, so che ci vorrà del tempo ma già comincio a godermi la vita e ogni volta che avverto qualcosa di strano nel mio corpo tipo fascicolazione etc non do tanto peso.
o. Devo ammettere che i farmaci al contrario dell'opinione comune aiutano veramente così come fidarsi dei propri medici. In fine volevo due consigli:
1) posso assumere integratori alimentari per fare attività fisica tipo prodotti di farmacia che contengono vitamina creatina, arginina beta- alanina, rispetto ai farmaci che assumo?
2) in fine visto che l'altra volta mi sono spaventato quando ho visto che perdevo forze mentre giocavo, magari normalissimo perché era solo stamchezza, mi consiglia di evitare dunque di riprovare a giocare per evitare di fissarmi o di farlo per battere questa paura? Grazie mille.

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

gli integratori menzionati non hanno interazioni negative con i farmaci che sta assumendo. Mi fa piacere che incominci a sentirsi meglio e più tranquillo.
Per quanto riguarda l'attività sportiva potrebbe continuare a patto che giochi tranquillo senza pensare malattie varie e sapendo che la stanchezza è un elemento che può verificarsi frequentemente durante una partita di calcio.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 307XXX

Mille grazie dottore, recepito il messaggio! Distinti saluti

[#30] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore volevo chiedere perché quando avvolte faccio uno sforzo col braccio sinistro capita (non sempre) che dopo i muscoli della spalla o del tricipite di quel lato fanno delle leggere contrazioni involontarie? Può essere normale? Grazie mille, la terapia continua, siamo agli ultimi scogli. Grazie di tutto

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere dovuto proprio allo sforzo, non dia alcun peso.
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille. Buona notte

[#33] dopo  
Utente 307XXX

Buona sera dottore sta volta scrivo per la mia terapia farmacologica , volevo chiedere generalmente, come viene gestita la cura? Parlo a livello di somministrazione, quando sarò arrivato alle 40gg! Quale farmaco potrebbe essere scalato o eliminato prima? So benissimo che dovrò seguire lo specialista che mi ha in cura, ma la mia è solo curiosità. In ultimo volevo chiederle se al termine di tutta la terapia potrò ritornare ad essere realmente forte come prima.
Con stima, distinti saluti

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la paroxetina va assunta per diversi mesi o per qualche anno, sarà il medico a dirlo, mentre lo xanax andrebbe ridotto dopo qualche mese.
Ritornerà come prima? La maggioranza dei pazienti dopo una terapia appropriata ritorna come prima, una minoranza farà una terapia di mantenimento protratta nel tempo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille, capisco che anche questo rientra nella sfera soggettiva del paziente e credo anche dalla sua volontà.
Grazie.
Distinti saluti

[#36] dopo  
Utente 307XXX

Buona sera e buon anno Dottore! Volevo esporle un problema! Ad oggi sto molto meglio, non ho più timori di sorta e ho riacquistato la sicurezza sulla mia salute! Il problema e che da quando sono arrivato a 40 gg di stilden mi sento un po' a terra fisicamente e un po' stonato mentalmente. In più capita di fare sogni brevi e spesso incubi cose che prima non avevo! Provo a chiamare il mio psichiatra, che non ho mai disturbato, e non mi risponde al telefono o perlopiu mi invita a richiamarlo perché impegnato!! Volevo chiederle se forse la cura ora comincia ad essere pesante. Sono passati 2 mesi da quando assumo xanax 2 r. P. 40 gg di stilden, e 5 di haldol. Non so come comportarmi, se cambiare psichiatra o altro!! Grazie. Distinti Saluti

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa molto piacere che stia meglio e che la gran parte della sintomatologia sia regredita. Per quanto riguarda i disturbi attuali, è possibile che possano essere riferiti ai farmaci ma questo in generale, non saprei nel Suo caso particolare, deve rivolgersi allo psichiatra per avere un parere diretto.
Cambiare specialista? penserei di no, in fondo la terapia ha dato i risultati sperati, deve solo essere fortunato a trovarlo in un momento di minore impegno.
Generalmente però dopo due mesi dall'inizio della cura sarebbe utile un controllo diretto.

Cordiali saluti e buon anno anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille Dottore, seguendo il Suo consiglio alla fine sono riuscito a parlargli, ho spiegato la situazione. In un primo momento ha optato per scalarmi 10 gg di stiliden potandole a trenta poi quando gli ho ricordato tutta la medicina che assumo ha ripristinato le dieci gocce e mi ha portato haldol a 3 gocce scalandone 2, invitandomi a richiamarono questo mercoledì.
Distinti saluti

[#39] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ok, segua le indicazioni dello psichiatra e stia tranquillo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#40] dopo  
Utente 307XXX

Sale Dottore, ormai sono tre mesi che continuo la terapia con le xanx 2 mg r.p. e Stiliden 40gg i risultati sono eccellenti. Da circa 20 giorni ho cominciato ad accusare disturbi del sonno nel senso che dormo veramente tanto, o almeno quando posso. Ad esempio la sera vado a dormire verso le ore 00.00 e mi sveglio direttamente alle ore 12.00 e se il pomeriggio capita dormo ancora un po. Volevo chiederle se i farmaci possono concorrere a questo disturbo. Mille grazie.
Distinti saluti.

[#41] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente i farmaci che assume possono causare disturbi del sonno, consideri pure che, essendo tranquillo, è favorita anche l'induzione del sonno spontaneo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#42] dopo  
Utente 307XXX

Grazie Dottore per la Sua celere risposta.
Distinti saluti.

[#43] dopo  
Utente 307XXX

Buona sera dott. FerraoloRo
, volevo un Suo consulto su una cosa. L'anno scorso fui curato dal mio nuero/pischiatra po un disturbo fobico ossessivo legato all'ansia accumulata nel periodo in cui temevo di avere malattie gravi neirologicHe. La cura dopp circa un anno è terminata in quanto lo specialista stabili che il disturbo era in Buona fase di compensazione. Effettivamente sono stato bene e tuttosommato sono ancora ok. Il punto è in questo periodo, come l'anno scorso mi sono nuovamente comparsi presumibilmente i soliti dolori legati alla cefalea muscolo tensiva insomma quelle stesse sensazioni che un anno fa mi hanno provocato quello stato di paure. Ovviamente adesso l affronto con più razionalità , però non le nascondo che un po ho ricominciato a preoccuparmi. Poi che altro l'insorgenza di un nuovo sintomo mi ha scaturito quEste paure attualmente cintrovabili. Praticamente quando ho questi dolori di testa spesso si accompagna anche un dolore credo orbitale al'occhio sinistro. Anche la zona della nuca e collo sx sento essere piu contratta e dolente. A differenza dell'altra volta non ho cercato i sintomi su internet perché altrimenti potrei cadere di nuovo nel tranello delle paure. Per completezza volevo aggiungere che effettivamente la cervicale dalla rx risultò comunque un riduzione della lordosi e alcune vertebre di spazio ridotto. Inoltre anche in natura del lavoro che faccio spesso sono esposto al vento e non solo anche in macchina guido con il finestrino aperto (brutto vizio) infatti non so se è un caso che propio la parte sinistra del volto e capo sian quella più dolente. Ad esempio ieri sera avevo dolori alla testa principalmente al lato sinistro e non ho assunto farmi ci per alleviare. Stamattina mi sono svegliato con un dolore più intenso nella zona orbitale sx. Quindi ho assunto un voltfast 50 Gr e indossato un fascia riscaldabile al collo e tuto mi è pasSato, per ho notato che se faccio movimenti buschi o abbasso la testa in q quel lato mi pizzica sempre un po. In ragione di questo e comunque del fatto che ho cominciato di nuovo a porre attenzione a queste cose ho deciso di prenotare per domani una visita dallo specialista che mi avava in cura onde evitare di alimentare insane paure ma anche nel frattempo per avere una valutazione del problema. Questo perché ricordo inoltre che min venne detto che proprio l"ansia può provocare delle emicranie. Che ne pensa ho fatto bene a richiedere questa visita O sono stato esagerato? Cosa può dipendere questo dolore? Mi sono anche deciso a farlo perché mi accorgo che la palpebra dx dell'occhio (l'altro) vibra un po e dopo l'esperi enza ho capito che possa un campanello dall'arme per gli stati d stress ed ansia. Grazie per l'attenzione, io mi rivolgo principalmente a lei perché anche se a distanza quel periodo mi aiutò tantissimo. Saluto con tantissima stima

[#44] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un controllo dal proprio specialista è corretto e condivisibile.
La sintomatologia descritta potrebbe essere di tipo tensivo, non ritengo infatti che debba preoccuparsi.
Si tranquillizzi e mi faccia sapere cosa Le dirà il medico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore sempre gentile. Cordiali saluti

[#46] dopo  
Utente 307XXX

Dottore questa sera ho la visita e sono un po in ansia, mi rendo conto che forse è un po immotivata per un semplice dolore all'occhio che peraltro neanche accuso più da quando aassumo il voltfast da due giorni . Poi la palpebra che vibra da qualche giorno credo pure che possa essere motivo della mia ansia che si sta riaccendendo. Il punto è xche non riesco a razionalizzare su ste cosé?
Scusi per il disturbo, più che una domanda era uno sfogo.
Distinti saluti.

[#47] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, si tranquillizzi e veda cosa Le dirà lo psichiatra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#48] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille. Stasera Le dirò.
Distinti saluti

[#49] dopo  
Utente 307XXX

Buona sera dottore sono appena uscito dal neuro/psichiatria. Allora mi ha detto che lo stato d'ansia non è attribuibile alla precedente patologia, quindi mi ha detto di assumere xanax 0,25 al bisogno in quanto la mia è pi una paura di ricadere nello stato che versava che non quella di avere una malattia. Quindi per lui questa forma di autorprotezione è una buona risposta alla terapia che è stata in passato portata avanti, in sintesi mi devo gestore da solo perché ho i mezzi per poterlo fare. Per quanto riguarda mal di testa ed occhi mi ha detto che la sinsintomatologia descritta parrebbe quella della classica emicrania. A tal priposto mi ha dato un farmaco farmaco da assumere anche prima che sta per arrivare la crisi, poi di rediredigere un diario ove si annotino le frequeneze, abitudini alimentari e di vita che precedono la crisi. Grazie a questo si potrà valutare una profilassi costante con altri farmaci. Non è stato d'accordo su quanto detto dal mio medico curante circa esami strumentali in quanto per lui vuol dire solo fare delle cose per scartare da subito patologie importanti e quindi dire se non capisco il problema vado subito al sodo!!! Mi ha detto che tre esami neurologici in un anno che hanno dato esito negativo sono sufficienti per scartare qualsiasi ipotesi di malattie neurologiche. Infatti ha concluso in maniera ironica dicendomi che esistono anche altre cause, insomma non è sempre colpa del cervello!!! Grazie sempre di tutto Lei è una perosna veramente eccezionale.

[#50] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, perfetto, segua le indicazioni del collega e viva serenamente la Sua vita.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#51] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dott Ferraloro , premesso che ho ricominciato la cura farmacologica con dropaxin e xanax per una ricaduta di stati fobici osserssivi, Le volevo spiegare una cosa che mi sta accadendo... da circa una ventiina di gg, e comunque già in forte stato di ansia e stress, mi cominciava a vibrare la parte di sotto della palpebra dell'occhio destro. poi ha smesso. Pero ad oggi se chiudo più forte ll'occhio o lo strofino la parte di sotto della palpebra comincia a muoversi da sola per qualche secondo...
Concludo dicendo che sono ancora in forte stato di stress emotivo e che la terapia farmacologica pian piano sta miglirando la situazione, pero sta cosa della palpebra mi spaventa perché su internet c'è di tutto. L'ultima visita neurologica l-ho fatta un mesetto fa.... Grazie mille.
Cordiali saluti

[#52] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
<<se chiudo più forte ll'occhio o lo strofino la parte di sotto della palpebra comincia a muoversi da sola per qualche secondo...>> stia tranquillo, nulla di particolare. Continui la terapia in atto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#53] dopo  
Utente 307XXX

Graize dottore.
Cordiali saluti

[#54] dopo  
Utente 307XXX

Salve dottore, ho bisogno ancora di Lei. Premetto che la terapia per l'ansia continua anche se negli per tre giorni erroneamente ho preso una dose inferiore di xanax poi ho ricorretto. Ad ogni modo c'è una cosa che mi sta spaventando a morte. Qualche giorno fa, non so se è una coincidenza, giocavo con i miei figli io sdraiato e loro mi saltavano sulla bassa schiena, poi ho fatto alcuni sforzi spongendo la mi moto. Comunque ho avuto un dolore bassa schiena lato sinistro e gluteo poi passato. Dopo due giorni ho iniziato ad avvertire come una vibrazione di cellulare al lato della gamba sinistra, non fa male, ne fa muovere il muscolo, solo interno. Ieri ricordando quello che lessi su i segni di Lhyme pabnassavo la testa velocemente e sentivo vibrare nella gamba!! Adesso panico ho pura che sia sm o sla etc.. Non riesco a capire da internet cosa si intende per quel segno maledetto. I miei familiari dicono che se ho infiammato il nervo sciatico(che non fa male al mento) e abbasso la testa è normale che mando in trazione la colonna vertebrale e provo questo... Non altre mainefestazioni a parte la solita mioclonia all'occhio. Stavo così bene e basta poco per mettermi in agitazione e panico. Cosa ne pensa? Grazie Lei è sempre gentile.
Saluti

[#55] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

stia tranquillo, non mi pare ci siano elementi per potere ipotizzare le malattie che teme (la SLA poi da escludere totalmente considerato il sintomo di tipo sensitivo).
Oltre lo xanax assume anche qualche altro farmaco per l'ansia?

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#56] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille dottore per la celere risposta. Assumo dopraxin 40gg la sera. Per il resto riesco a coordinare tutti gli arti e la gamba non mi da problemi. Pero tornando al discorso della gamba, non lo fa sempre quando abbasso la testa e non posso definirla neanche come una scarica perché non provoca dolore. In compenso ho piccoli risentimento alla Parte sinistra della schiena bassa. Tutti mi dicono di stare tranquillo perché non sarà nulla di mportante. Però preferivo contattare lei l. Grazie mille per tutto

[#57] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Stia tranquillo e buona domenica!
Dr. Antonio Ferraloro

[#58] dopo  
Utente 307XXX

Grazie e buona domenica anche a lei

[#59] dopo  
Utente 307XXX

Caro dottore le scrivo per sciogliere l'ennesimo dubbio. Nei post precedenti le avevo accenato della vibrazione del femore qui o flettevo l testa in avanti etc. Ora questa sensazione è passata. Poco dopo mi è pesa una sensazione di durezza ai muscoli delle gambe soprattutto quella sinistra è bello specifico nella zona del polpaccio sentendolo tipo più debole... Poi l'ansia fatto il resto.... Mi sono recato da neurologo che mi ha in cura il quale dopo avergli spiegato in questi periodi avverto dolore alla schiena parte sinistra (anche se non fortissimi) mi ha visitato col seguente esito:
Esame e neurologico: lievissimo minusu del r. Achilleo sx. Per il resto indifferente. Diagnosi: lieve rizopatia lombo sacrale in paziente ansioso. Tre paia nicelite. Mi ha escluso malattie che temo sla e sm. Cosa ne pensa? Grazie

[#60] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dal contenuto del post concordo pienamente con quanto detto dal neurologo.
Non si faccia prendere dall'ansia e si rilassi.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#61] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille dottore, e che è più forte di me. Mi ritornano in mente tutte quelle cose che ho letto da internet, blog, etc. Ricordo che lessi che la Sla non è una malattia diagnosticabile perché si va per esclusione (in un blog di ragazzi) e quindi adesso penso che questa lievissima riduzione del minus r. Achilleo possa essere l'inizio anche se non ho capito bene se c'entra qualcosa col primo e secondo motoneurone (sempre cose lette da internet). Queste domande non le pongo al mio neurologo, mentre con lei riesco ad aprimi. Mi scusi dottore per il fastidio.
Grazie sempre per la Sua gentilezza.

[#62] dopo  
Utente 307XXX

Dottore volevo chiederle se il fatto che avverti talvolta il piede gelido possa essere la causa che ha rilevato il neurologo. Grazie mille

[#63] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Una riduzione dell'Achilleo generalmente è di origine lombosacrale.
Il piede freddo non c'entra.
Dr. Antonio Ferraloro

[#64] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore per le sua gentile risposta, volevo chiederle siccome leggo da internet che i sintomi della sla sono subdoli e trascurabili, ma da l'esame neurologico il medico si sarebbe accorto di qualcosa che non andava in quel senso? Il minus riflesso achilleo ha a che fare con il primo o secondo motneurone? Volevo aggiungere che il neurologo ha detto che la forza comunque c'era facendomi flettere in trazione le dita del piede contro la sua mano.

[#65] dopo  
Utente 307XXX

Salve dottore, Le volevo porre una domanda sulla terapia che sto seguendo.
Ricapitolo velocemente: il neuropsichiatra mi formulo la diagnosi di disturbo fobico ossessivo quale elemento scatenante l'ipocondria. Attualmente la terapia è composta (seguita già da sei mesi circa) dal xanax 2mg r.p., sereupin 20mg un compressa al di, haldol inizialmente 5 gg ora con scalo di una goccia ogni 20 giorni. Il punto è che da quando è arrivata l'estate ho cambiato un po' le abitudini quotidiane, andando a coricarmi non prima delle due di notte e risvegliandomi alternativamente a volte presto (per il lavoro) e a volte tardi, quindi modificando anche gli orari serali dell'assunzione della citata terapia sovente posticipata. Il punto è che mi accorgo di essere un po' fisicamente stanco e spesso in "riserva" con mancanza di concentrazione è un po di fiacchezza, a questo punto potrebbe essere anche effetto della terapia? In estate cambia qualcosa rispetto il metabolismo? Aggiungo che durante lo scalo delle haldol non avevo avuto problemi, sono a quando la mia compagna mi ha detto una fatidica frase che mi ha un po turbato, e cioè: "ma dormi sempre?". A quel punto l'ipocondria ha fatto il resto e subito mi sono ossessionato su malattie che potrebbero portare stanchezza e fiacchezza! Io onestamente non ci avevo pensato, dormivo e mi riposavo e basta, sapevo che da tempo non mi allenavo e quindi davo per scontato che alcune attività fisiche che generalmente praticavo oggi mi vengivanoo un po difficili perché sospese nella fase acuta della patologia. Peraltro lo scalo delle haldol era dovuto all'aumento del peso (circa 10kg) che il medico ha ritenuto causa dell'associarsi delle sereupin con haldol. Aggiungo che all'inizio dell'estate avevo preso l'insana abitudine di bere la sera con amici qualche bevanda alcolica ma ho capito che forse va in contrasto con la tarapia.
Grazie sempre per la Sua gentile pazienza.
Cordialmente la saluto

[#66] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la stanchezza potrebbe essere causata anche dal caldo oltre che dal Suo problema psichico che il caldo stesso può accentuare. Cercare di capire a distanza il motivo dei sintomi riferiti è impossibile, probabilmente c'è una somma di concause. Dovrebbe parlarne con lo psichiatra che La segue.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#67] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille dottore, comprendo i limiti dei consulti a distanza, tuttavia le volevo chiedere se per la Sua esperienza e scienza sia possibile che l'associazione di quei farmaci possa provocare un aumento di peso.
Grazie ancora.
Distinti saluti

[#68] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
È possibile, consideri pure che il sereupin anche da solo può causare aumento ponderale.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#69] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille

[#70] dopo  
Utente 307XXX

gentile dottor Ferraloro, a distanza di tempo Le scrivo perché a dire il vero le sue informazioni sono sempre state terapeutiche! Piccola premessa, circa tre anni orsono a seguito di svariati sintomi fisici quali, sensazione di debolezza, fascicolazioni etc entrai in un vortice di paura temendo di avere malattie gravi come la SLA. Da lì visita dal neuropsichiatra che accerterò uno stato fobico ossessivo scartando ogni ipotesi di malattia. Per tre anni mi sono stato in cura con paroxetina e xanax rilascio prolungato (circa 1'"mg) e le cose erano andate bene anzi benissimo direi. In quelle fasi vi erano sempre comunque dei tratti ansiosi ma l'ansia passava contestualente al termine degli eventi scatenati o comunque la riconoscevo. Fatt la premessa le spiego, in pratica da circa due mese, a seguito di una riduzione delle dosi graduale, il neuropsichiatra che mi tiene in cura decise di sospendere la cura perché riteneva che il disturbo era in buona compensazione. L'ultima visita è stata fatt circa tre mesi fa, diurante la quale, ,come sempre, mi ha effettuato anche l'esame neurologico per vagliare l'effetto dei farmaci etc... il punto è che a un mese dalla sospensione dei farmaci ho avuto inizialmente sono disturbi intestinali, in pratica diarrea. Il medico mi anticipó che questo sarebbe potuto accadere ... La cosa è migliorata ed io ci passai sopra... poi mi è accaduto che qualche giorno fa ho visto un film , trattato da una storia vera, il cui protagonisa ero un fisico ammalatosi di SLA da giovane. Ecco qui.... già qualche giorno prima avevo accusato un po' di stanchezza, ma dopo quel film... la fine del mondo... in pratica ora ho fascicolazioni e sensazione di debolezza alla gamba sinistra e al braccio sinistro. In tre giorni in pratica ho dei sintomi che mi fanno preoccupare!!Ora anche gli altri arti li sento deboli e impacciati (anche se credo di riuscirli a coordinare bene) e sono entrato in un evidente vortice di ansia. Io stesso lo capisco, però effettivamente la sensazione esiste! Le faccio un esempio oggi nel pronunciare una parola ho mancato la lettera R e quindi subito si pensa alla SLA.( poi sapevo che pronunciare alcune parole come: terrestre, extraterrestre, extraterritorialità servivano come screnig e ho provato e le ho dette senza problemi) È chiaro che lunedi contatterò il neuropsichiatra,!tuttavia le volevo chiedere se queste cose possano essere dovute alla somatizzazione di ansia scaturita dalla visione di quel film?
Può essere una riacutizzazione dello stato fobico ossessivo a distanza di un mese dal distacco della terapia?
In tre anni almeno 6 visite neurologiche, una delle quali 3 mesi fa, qvrebbero evidenziato qualche problema in tal senso, o l'insorgenza di questa malattia è immediata senza sintomi precursori? (Mi riferisco alla SLA)
Grazie mille dottore, scusi il disturbo ma è sempre trepautico parlare con lei!!

[#71] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sospensione della terapia unita alla visione del film, in un soggetto suggestionabile, può senz'altro scatenare la sintomatologia riferita con correlato stato ansioso.
Peraltro la correlazione cronologica con i due elementi di cui sopra conferma ampiamente questa ipotesi.
Infatti non esiste una sintomatologia, riferita alla SLA, che insorga improvvisamente da un giorno all'altro con tutto il corredo di sintomi che descrive.
Contatti, come ha giustamente scritto, lo psichiatra e stia tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#72] dopo  
Utente 307XXX

Grazie molte dottore, un ultima domanda se non disturbo (soffice non farlo il sabato sera!), prima ho provato a fare il mingazzini con le gambe (ormai la posizione la conosco bene!!) in pratica quando ho riaperto gli occhi ho notato il piede sinistro leggermente più basso rispetto al destro mentre stamane non mi è sembrato così... piccoli scostamenti sono significativi? A titolo conoscenza personale, diusto per sciogliere i mille dubbi dalla lettura su internet in passato, la domanda è un mingazzini positivo indica esclusivamente un danno al moteneurone?
Grazie di vero cuore, mi creda!

[#73] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Assolutamente no, ma sono certo che il Mingazzini sia negativo.
Fare queste prove non è normale, è un chiaro segno di ansia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#74] dopo  
Utente 307XXX

Buongiorno Dottore, come sempre ha perfettamente ragione. Ieri sera, in relazione a quest'ansia prepotente, ho assunto una xanax 1mg r.p. (Terapa che facevo prima) e aggiungo di averlo fatto per tamponare anche perché è un farmaco che ho assunto per anni quindi quantomeno consapevole che non avrei avuto effetti indesesoderari. A qualche ora dall'assunzione non dico che i insintomi sono completamenti spariti ma in buona parte sono migliorati; ovviamente domani prenderò contatti con il medico (spero di non aver fatto una cosa sbagliata). Però volevo chiederle una cosa, per il disturbo della gamba sinistra accusato, ansia e ossessioni a parte, ovvero: circa un mese fa ho acquistato delle suolette plantari in farmacia perché avevo letto che in genere portavano comodità a chi indossa scarpe con suole rigide (un po' come le mie per lavoro) in effetti ho trovato un primo beneficiontantonda indossarle anche per le scarpe di routine. Poi dopo un mese che le indossavo ho notato che quando le toglievo e camminavo mi sentivo sbilanciato nella marcia e soprattutto quando mi abbassavo per raccogliere qualcosa una parte del tellone sinistro nella prossimità del tendine tirava quasi fino a farmi male. Stranito da ciò, tiro fuori le suolette e mai accorgo che nella scarpa proprio di sinistra erroneamente avevo messo due suolete invece che una. La differenza è almeno di un cm con l'altra scarpa soprattutto nella zona achillea. Le volevo chiedere: potrebbe questo dislivello (prootratto per un mese) aver causato la sensazione che adesso prova di impaccio nel cammin rare con il piede sinistro?
Potrebbe essere questa la causa per la quale il polpaccio sinistro mi da questa sensazione di rigidità e debolezza, considerando che ad oggi (dopo quattro giorni che me ne sono accorto del problema e quindi eliminate le suolette) qundo provo a fare stretching cercando di toccare le pure dei piedi proprio quel tallone mi tira da morire provocandomi dolore?
Se così fosse c'è possibilità di recupero?
Grazie mille dottore, forse questa mi sembra la domanda più sensata! Saluti

[#75] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Teoricamente è possibile.
Possibilità di recupero? Ovviamente, è solo questione di tempo se il problema fosse questo.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#76] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille dottore, Lei è sempre gentile, puntuale è chiaro

[#77] dopo  
Utente 307XXX

Buona sera gentile dottore, in relazione hai fatti che le ho raccontato nelle ultime due repliche, ho contatto il neutro/psichiatra spiegando i sintomi che avevo. In prima istanze mi ha detto di riprendere le xanax 1mg r.p. e di riaggiornarci tra qualche tempo. Quando ho chiesto se avessi potuto essere visitato mi ha risposto che la diagnosi già c'è, ovvero quello delle fobie correlate a disturbo ossessivo che potrebbe essersi riacutizzato o pure diciamo ex novò (almeno così spiego in sintesi). Anche lui ritiene, come già aveva ipotizzato Lei, che la visione del film in un soggetto ansioso con fobie ossessive scaturite o quantomeno emerse proprio per la paura malattia di genere abbia scatenato queste cose! Il neurologo sostiene che questo è avvenuto proprio in concomitanza con la sospensione dei farmaci che sino a quel momento era andata bene! Gli ho spiegato altresì il perché della richiesta di esame neurologico, ovvero perché avvertivo sensanzuone di impaccio alle gambe, polpaccio sinistro debole e braccio sinistro che si affaticava (come sensazione) dopo uno sforzo. Di risposta mi ha detto: FAMMI CAPIRE, QUANDO AFFATICHI QUESTI ARTI DOPO NON PUOI PIÙ MIOVERLI? Ed io ho detto no!! E lui ha risposto che non c'è urgenza di una visita neurologica perche non rilevava drammaticità in corso... siccome ho in buon rapporto di comunicazione lui mi ha detto SIM da subito che per criticità intendeva altre cose, tipo compressioni di nervi perifierici, intrappolamebti e quant'altro non di certo malattie del motoneurone. Io scherzando ho detto allora mi visita a distanza e lui ha risposto che l'ultima visita eseguita neurologica è stata circa 4 mesi fa, con cadenze qudrimestrli (più per il ruolo di psichiatra che neurologo in sostanza ma nel contempo mi faceva comunque la visita neurologica) e dice che malattie del genere non esiste proprio anche per i sintomi che ho descritto.
Le volevo chiedere dottore, una visita di quattro mesi orsono, una delle tante negli ultimi 3 anni, sempre negative (lui le definisce indifferenti) possono effettivamente scartare una malattia del genere la SLA? Dopo tre o quattro mesi posso insorgere sintomi che prima non c'erano? GraZie mille, mi rapporto anche con lei perché tre anni fa quando sono entrato in questo tunnel ho iniziato a dialogare anche con lei è la tengo come valido riferimento

[#78] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

qualsiasi malattia, anche il raffreddore, può insorgere dopo 3-4 mesi da una visita medica, ovviamente questa è una deduzione logica, non bisogna essere esperti di medicina per arrivare a questa conclusione.
Per il resto mi pare che non ci siano problematiche serie.
Se poi Lei pensa che un film può causare una SLA......
Stia tranquillo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#79] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore per la celere risposta. Ovviamente un film non provoca una malattia, se ne fossi convinto avrei bisogno di un TSO... scherzi a parte, intendevo dire che magari mi aveva condizionato in correlazione ad alcuni sintomi che già accusavo, tutto qui.... in realtà la sua risposta ha centrato a pieno il mio dubbio su come un esame effettiuata 3 mesi prima possa mettere a distanza di sicurezza una certa patologia eventualmente insorta dopo. Provo anche ad immaginare perché questi ha avuto modo di avermi in cura e quindi in correlaZione ai soloti sintomi fisici riferito riesca già ad avanzare un sospetto diagnostico, nel caso di specie L'ANSIA!! Forse il messaggio era quello, chi lo sa! Sono un po' confuso.
Saluti e grazie sempre

[#80] dopo  
Utente 307XXX

Buona sera dottore, ho rincontattato il neurologo per riprendere la terapia interrotta, perché lo solo xanax non sta facendo un gran che... però mi creda è un qualcosa di brutto intrappolarsi di nuovo dopo tre anni. La prego di chiarire un dubbio che ho, (so benissimo che è sintomo di ansia fare queste cose) durante la giornata ho provato fa fare il mingazzini alle braccia perché sentivo più debole quello sinistro. Diciamo che ho fatto il mingazzini con le palme verso l'alto (ho sentito dire che si chiama potenziato). Quando ho riaperto gli occhi ho notato che le mani non si sono girate ne che il braccio si sia flesso. Il punto è che il proprio il braccio sinistro era in dislivello di altezza con l'altro (3 cm almeno). La domanda è: questo tipo di mingazzini con le palme in alto e dita aperte e da considerarsi positivo se vie dislivello tra le braccia (al pari dell'altro tipo di mingazzini) o se c'è solo la pronozione e felessione? L'ho poi ripetuto e sembrava poi essere normale! Mi può chiarire questo dubbio? Grazie dottore

[#81] dopo  
Utente 307XXX

Dottore spero che a questa domanda mi risponda, capisco che quelle di prima erano troppo generiche... lunedì ho la visita con il neurologo che ha accettato di visitarmi più per riequilibrare la terapia però nel contempo mi effettua la visita. Il punto è ho notato che spesso quando strigo il pugno e estendo il braccio mandando in trazione il quadricipite, quando lascio la posizione e rilasso nano e braccio il dito anulare si muove da solo. Se l ripeto subito lo fa di nuovo? Questo non è frutto di immaginazione ma lo vedo e lo vede anche la mia ragazza. Grazie dottore

[#82] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Probabilmente è una contrazione muscolare.
Adesso ha la visita neurologica, l'unica attendibile perchè valutata nell'ambito di un esame neurologico completo e giudicata con senso clinico.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#83] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille dottore, P diciamo che principalmente me lo fa se faccio questa prova a freddo perché quando lo faccio abbraccio riscaldato non lo fa... due domande e poi non la importuno più salvo per farle sapere l'esito della visita neurologica (se le fa piacere). Questo tipo di movimento è sempre incisive di patologia? Con quanto incidenda di patologie gravi? Grazie mille

[#84] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

alla prima domanda la risposta è no, per cui non si può rispondere alla seconda.
Dr. Antonio Ferraloro

[#85] dopo  
Utente 307XXX

Grzie miele dottore io punto è che mi sono impressionato perché mi pare di aver capito che questo si definisca "colno" ovvero il movimento involontario dopo la sollecitazione di un nervo. E quindi panico!! Dubbio è questo vado al sodo
Mi creda, Lei e sempre gentile non è una retorica!

[#86] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore oggi ho effettuato la visita neurologica, in pratica ho spiegato i sintomi che avvertivo principalmente alla gamba ovvero debolezza e non ricordo se gli avevo accennato il braccio sinistro. Ad ogni modo mi ha effettuato le prove con il martelletto, il romberg, poi mi ha fatto stringe le sue mani. Poi mi h fatto allargare le mie e spiengeva sui mignoli. A quel punto mi ha chiesto se fossi mancino e gli ho detto di no. Alla fine l'esame lo ha concluso con il termine indifferente dicendomi che non c'è alcuna SLA. Gli ho chiesto il perché della domanda su quale fosse il braccio mancino e lui mi ha detto perché quello era leggermente più debole ma subito mi ha detto che è normale perché la forza non è mai simmetrica. Poi con pazienza mi ha spiegato che nella diagnosi si SLA è importante soorarutto l'è vocazione dei riflessi in relazione all'esame della forza etc e nel mio caso quelli delle gambe erano tendenti al basso quindi dice a maggior ragione in questa patologia i riflessi dovrebbero essere belli veloci... il punto è che visto che nelle altre viste non mi ha mai provato i mignoli etc... e non mi ha mai accennato di questa differenza è questo mi preoccupa un po'. La domanda è, anche se non gli ho accennato a questa debolezza del braccio (non ricordo) comunque se ne sarebbe accorto da solo? Questa differenza è da considerarsi un deficit? Come neurologo conferma che si assiste sempre a differenze di forza tra due arti? Secondo lei dovrei approfondire? Comunque oltre le xanax mi ha segnato lo zolft... al di là della forza che io sento più bassa, con un esame neurologico mirato con responso negativo posso fare tranquillo? Alla mia domanda della mancanza di forza del piede invece mi ha detto che posso essere tante cause tipo postura, artrosi, schiena etc... comunque mi ha detto che di neurologico non c'è niente e che la forza fine a se stessa se non riscontrata da dati neurologici quantomeno esclude cause neurologiche. Cosa ne pensa? Grazie mille dottore

[#87] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la visita neurologica è risultata negativa, non si ponga altre domande, queste sono figlie dell'ansia, con le rassicurazioni non risolverà il problema.
Inizi la cura prescritta e stia tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#88] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille dottore, lei è una persona speciale ed eccezionale e questo le fa onore, lo pensò veramente. Però mi concesa almeno questa risposta, ovvero se è di normale riscontro o comunque fisiologico che un arto e poi debole dell'altro. Ovviamente non parliamo di deficit altrimenti lo avrebbe scritto. Grazie dottore, ,comunque volevo dirle che la sua fama ormai è nazionale mi creda la conoscono tutti... saluti

[#89] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Un'asimmetria di forza degli arti è di frequente riscontro, stia tranquillo.

Dr. Antonio Ferraloro

[#90] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille dottore, ieri ho notato durante l'esame che quando ho flesso le dita il mignolo della mano sinistra quando avvicinava le dita ponendo forza partendo dal indice e chiudendole era meno forte dell'altro. Ha casa ho riprovato più volte ed ho notato che effettivamente in estensione ha meno forza del destro, ad una piccola solecitazione si avvicina all'anare (il destro più forte). Ho provato anche con un aleatico e il sinistro (mignolo apre di meno ) mi creda sono spaventatissimo. Ma per deficit arti si intende tipo tutta la mano o anche solo un dito? Dovrei fare in altra visita? La prego con cortesia grazie

[#91] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non faccia nessun altra visita, inizi la terapia.
Dr. Antonio Ferraloro

[#92] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille dottore l'ho già iniziata, xanax 1mg Rp e zolft metà cpr anche se adesso ho iniziato prtendo da un quarto. Ho contattato lo specialista che ieri mi ha visitato ho spiegato ciò che ho detto a lei e mi ha dato come terapia d'attacco 10 gg di haldol. Dottore mi creda non sono uno squilibrato è che non mi rassicuro perché ho notato quel deficit del mignolo. Siccome leggo sempre che l sintomi sono subdoli, ma con un esame neurologico negativo, mirato perché sapeva della mia paura della SLA, nonostante ok questa diversità di forza posso tranquillizzarmi? Quando lei dice spesso nei consulti che nella visita neurologica almeno un sintomo si riscontra, ecco quello e da considerarsi sintomo? Il neurologo e anche elettromiografista ma non ha fatto nessun esame però ha visto anche lui questa differenza!! Se per cortesia mi può spiegare il discorso del sintomo di cui lei parla nei consulti, grazie mille

[#93] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Queste domande ripetitive sono tipicamente di origine ansiosa, se La rassicurassi per ogni cosa non farei il Suo bene, rischio di cronicizzare il problema.
La risposta è: visita neurologica negativa, cioè nella norma.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#94] dopo  
Utente 307XXX

Ha perfettamente ragione, e mi scuso per le domande che le pongo e capisco che lo fa per il mio bene. Mi creda combattere contro se stessi non è facile e chi meglio di lei lo può capire quanto Professionista. Un'ultima domanda è le prometto che non scrivo più se non i prossimi giorni per informarla se le fa piacere si come sta andando l terapaia. Se la forza diversa che ha riscontrato fosse stata esordio di SLA, ci sarebbero stati anche altri sintomi di esordio riscontrati durante la restante visita? Tipo i riflessi? Se Lei come neurologo stabilisce che un'esame è indifferente vuol dire che il paziente non è affetto da alcuna malattia neurologica? Se mi risponde a questi quesiti e poi basta!
P.s. Lei è un amico per tutti, una volta ricordo che un mio amico che entrò sul sito per alcuni disturbi disse che c'era un certo dottore Ferraloro che era onnipresente e cordiale.. io risi soddisfatto di aver nella mia vita scanbito parole con lei. Grazie mille e scusi ancora

[#95] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore Ferrarolo, una gentilezza, magari mi aiuta a capire. Il punto è che se metto un elastico dal pollice all'indice della mano destra questa riesco ad aprirla tutta, mentre se lo faccio a quello sinistro il mignolo non va in completa estensione! Ecco volevo capire è un sintomo patologico? Ecco perché le chiedo queste cose perché nel caso cerco un'altro consulto medico. Grazie con la speranza che mi risponda (lo so che lo fa per me)

[#96] dopo  
Utente 307XXX

Dottore potrebbe rispondermi almeno a questo quesito? Ringrazio

[#97] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La visita neurologica ha avuto esito negativo, non deve fare altro.
Non dia importanza a queste cose.
Se si cura non Le verranno più in mente queste paure che rasentano l'ossessione.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#98] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille dottore, mi ha rassicurato le paure nascono dal fatto che vedo che gli altri hanno più forza e le estendono tutte grazie alla loro forzo e dicevo perché io no? Adesso che lei mi ribadisce che essendo la visita negativa non ha importanza mi sento meglio! Grazie mille, scusi per l'oggettivo disturbo, Lei è una brava persona.
Cordialente

[#99] dopo  
Utente 307XXX

P.s intendevo dire l'elastico a partire dall'indice e mignolo! Il mignolo sinistro non si apre tutto! Giusto per correttezza di informazione, vale la stessa risposta?
Grazie

[#100] dopo  
Utente 307XXX

Buona sera dottore, il mio blocco mi creda è li, nel senso che ho visto anche un video di visita neurologica dov'è viene fatta la stessa manovra forza mignolo è indice in apertura e vedo che anche lì il mignolo mantiene la posizione. Allora, vero mi creda, volevo solo questo chiarimento. La forza apertura (cioè lo apro e con poco sforzo si richiede) del mignolo quanto conta in un esame neurologico per problemi ai motoneuroni? Nell'altro post avevo sbagliato ad esperimermi con l'elastico, intendevo mignolo indice con elastico a ponte. Solo questo, poi non saprei poi cosa chiederle. Grazie mille

[#101] dopo  
Utente 307XXX

Buonasera dottore, è passata una settimana dall'inizio della cura, non posso dire di essere sereno ma già un po' meglio. Adesso con più serenità le volevo chiedere se con esame neurologico indifferente si possano escludere definitamente quanto oggetto della mia paura? Altre volte le chiedevo dettagli effettivamente troppo generici. Ecco la domanda è secca. Saluti e grazie sempre

[#102] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Per vedere gli effetti della cura deve avere un po' di pazienza, almeno 3-4 settimane.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#103] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore molto gentile, in effetti devo aspettare. Mentre per l'altra domanda postagli? Lo chiedo per capire cosa significa un esame indifferente, o come lo definisce lei negativo.
Grazie mille

[#104] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Significa nella norma.
Dr. Antonio Ferraloro

[#105] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore, mi rendo conto che spesso sfido la sua pazienza e questo mi spiace. Un caro saluto

[#106] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore buongiorno, la cura va avanti e riesco già a stare un pò meglio, cerco di rilassarmi e non pensare a niente. L’unica cosa che mi porta sempre a pensare a negativo e quel famoso dito mignolo. Premetto che non è una cosa che avevo già notato da prima, quindi non so se sia stato sempre cosi o c’è stata un’alterazione secondaria. Ad ogni modo vorrei chiederle, magari veramente scongiuro questo dubbio, se pùo essere normale che il dito mignolo della mano sx sia più debole del destro. Nel senso che se apro le mani a ventaglio, il mignolo sinistro, ponendo forza per accostarlo all’anulare fa meno resistenza rispetto a quello desto. Per quanto riguarda invece la forza in chiusura questo non avviene nel senso che mi pare essere simmetrica. Ecco le volevo chiedere, questo assume carattere patologico o non vuol dire nulla? Posso esserci queste differenza tra due arti? La paura è che questo si possa interpretare come un deficit di forza. Grazie in anticipo, mi creda questo è il mio unico dubbio. Se fosse SLA prenderebbe l’intera mano o solo il mignolo anche? (ammesso che questa cosa non l’abbia sempre avuta infatti è uscita fuori durante una mia prova fatta circa un mesa orsono) Saluti

[#107] dopo  
Utente 307XXX






Gentile dottore Ferraloro, ormai ho iniziato la cura con lo zolft, Xanax 1 mg r.p. e haldool 15 gg per la fase d’attacco. Diciamo che va meglio ma le paure restano sempre è inutile negarlo, come del resto l’ansia di avere malattie tipo la SLA specie quando ogni sintomo lo si attribuisce. La domanda sarebbe questa: lo Zolft che assumo ¾ di 50 mg per valutare se faccia effetto o meno, o quantomeno se la dose è corretta, quanto tempo deve passare? La dose di cui sopra l’ho raggiunta il 30 novembre mentre ho iniziato con metà dose il 13 novembre. Un altro quesito che volevo sottoporle è se tali farmaci possano causare lieve astenia, sensazione di impaccio motorio.
Grazie in anticipo.

[#108] dopo  
Utente 307XXX

Buonasera dottore , a seguito di dolori al polso quando lo flettevo con pollice chiuso l'ortopedoco mi ha diagnosticato la sindrome di da quervqin. Anche le altre dita della mano L, specie l'anilare e il mignolo minfacevano male quando facevo movimenti particolare i con le due dita che sembrano più rigide. Ho effettuato il seguente esame exografico3
L'ESAME ESEGUITO CON SONDA LINEARE AD ALTA FREQUENZA HA EVIDENZIATO MODESTI SEGNI DI FLOGOSI CONTIGUI AL RADIALE ED ALL'ESTENSOEE DEL 1 DITO.
MODEST SEGNI SI APPREZZANO A CARICO DEGLI ESTENSORI DELLE DITA E NELLO SPAZIO RADIO-CARIPICO.
Le volevo chiedere se è compatibile con la diagnosi fatta dall'ortopedico, cioè sindrome di de dequervain?
Volevo chiedere se questo può giustificare anche la sensazione di calore e rigidità che avverto alle dita.
Ringrazio.

[#109] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non avevo letto il penultimo post.
Per avere i primi benefici con farmaci come lo zoloft è necessario attendere 3-4 settimane ma tre quarti da 50mg sono sottodosati.
I sintomi che riferiva possono essere effetti collaterali dei farmaci che sta assumendo.

L'esito dell'ecografia è compatibile con la diagnosi che Le hanno fatto, così come i sintomi che menziona se riferiti al primo dito.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#110] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore per la sua risposta, l'cogafista mi aveva detto che anche la zona del mignolo e anulare era infiammata perciò chiedevo delle altre dita, che mi pare che menziona anche nel referto. In effetti non ho ancora grandi benefici dalla terapia ho provato a contattare il mio neurologo ma purtroppo non ho avuto risposta ed ora mi ritrovo anche con questa paura in più, questo senso di lieve dolenza delle dita e meno forza nella stesse. Grazie mille dottore è sempre molto cordiale.

[#111] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore volevo porle un quesito diciamo scientifico. Quando non c'è alcuna flessione quando si evoca il segno di babinski cosa vuol dire? Ad esempio ogni volta che il neurologo me lo evoca non c'è alcuna risposta ne in flessione ne in estensione. Al contrario se mi punge sotto il plantare le dita si chiudono. Una assenza di risposta è da considerarsi negativo o positivo? Grazie mille

[#112] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il segno di cui parla viene definito "alluce muto" e può essere riscontrato anche in soggetti normali.

Dr. Antonio Ferraloro

[#113] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio dottore, quindi quando il mio neurogologo scrive indifferente vuol dire che nonostante L'alluce muto tutto è regolare? A Lai capita di riscontrarlo e reputare un esame negativo?
Grazie sempre

[#114] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Come Le dicevo, non è raro il riscontro di alluce muto anche in soggetti normali.
Dr. Antonio Ferraloro

[#115] dopo  
Utente 307XXX

Dottore scusi se la disturbo ma stamattina ho visto che l'estensione del pollice e debole e se lo porto in movimento trema. Anche se provo il mingazzini rovesciato questo tende a chiudersi non resta in flessione come l'altro quando riapro gli occhi, poi lo sento che piano piano cede. Questo indica lesioni centrali

[#116] dopo  
Utente 307XXX

Dottore negli ultimi giorni con la terapia a base di oki il dolore è migliorato tranne se eseguoanovre che lo provocano, però in compenso non notato che il pollice in estensione ha meno forza come se fosse debole e provato, questo potrebbe essere una correlazione con quello che mi è stato riscontrato? Le ricopio l'ecografia Non ecografia alla mano dx
L'ESAME ESEGUITO CON SONDA LINEARE AD ALTA FREQUENZA HA EVIDENZIATO MODESTI SEGNI DI FLOGOSI CONTIGUI AL RADIALE ED ALL'ESTENSORE DEL 1 DITO.
MODESTI SEGNI SI APPREZZANO A CARICO DEGLI ESTENSORI DELLE DITA E NELLO SPAZIO RADIO-CARIPICO.
Grazie mille gentilissimo

[#117] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente è possibile.

Buo fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#118] dopo  
Utente 307XXX

GraIe mille dottore ma io già penso a malattie importanti, eventUalmebte si manifestando ok questo modo? Circa 20-25 giorno fa ho fatto la visita dal neurologo. Cosa devo fare?

[#119] dopo  
Utente 307XXX

Dottore vorrei chiederle un parere su un sintomo. In pratica polpastrello lato sinistro del dito medio quando lo tocco sento tipo una scarichetta di corrente.
Il sintomo è comparso qualche giorno fa, volevo chiederle però se è possibile che questo sintomo possa essere messo in correlazione con una cosa che forse è successa. Nello specifico se non ricordo male qualche giorno fa nel spegnere la sigaretta ho schiacciato la parte accesa e mi sono bruciato, però non ricordo bene se questo era il dito. Nel caso fosse la bruciatura può portare questo sintomo, cioè la scaricherà elettrica quando picchietto sul lato del polpastrello? La cosa mi preoccupa che possa trattarsi di tumori neurinoma etc. Preciso che la scaricherà avviene solo in quella parte e non convolge il dito o altre zone della mano

[#120] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che possa essere un fatto locale, non preoccupante.
La bruciatura con la sigaretta? Possibile ma poco probabile.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#121] dopo  
Utente 307XXX

Grazie tante dottore, la terapia che stavo facendo per l'ansia mi stava aiutando parecchio, poi è successa questa è subito sprofondo nell'ansia. Ad esempio ora sento come se la lingua fosse secca e pizzica e subito metto in correlazione il dito con la lingua su un fatto neurologico centrale. Non credo ci sia correlazione giusto? Grazie e buona domenica

[#122] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Stia tranquillo, nessuna correlazione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#123] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore lei è sempre molto gentile.
Buona domenica

[#124] dopo  
Utente 307XXX

Dottore oggi a causa della mia forte ansia ho eseguito l'ecografia ad alta frequenza e non si evidenziano masse varie ha detto l'ecografista tipo neurolinoma, t.g. Etc... pa a ma la scossetta lato sistro del polpastrello c'è sempre. Alla fine l'ecografista quando ho spiegato le mie paure mi ha detto, credo in maniera scherzosa: potrebbe essere un disturbo centrale! Ora temo che lo possa essere realmente. Ora volevo chiederle, secondo la Sua esperienza, se un disturbo centrale può esordire così colpendo solo un lato del polpastrello? Il dito non presenta parestie ne insensibilità solo scossetta al polpastrello laterale quando picchietto. Grazie sempre per la disponibilità

[#125] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
È solo un problema locale e non è detto che sia patologico.
Dr. Antonio Ferraloro

[#126] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio molto gentile.

[#127] dopo  
Utente 307XXX

Mi scusi dottore per patologico cosa intende? Grazie e scusi ancora ormai conosce bene la mia ansia

[#128] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Per patologico s'intende qualcosa di anomalo, una malattia, un'alterazione, ecc..
Dr. Antonio Ferraloro

[#129] dopo  
Utente 307XXX

Buonasera dottore ho prenotato la visita dal mio neurologo e la farò lunedì, nel frattempo la scossetta al polpastrello non sembra regredire anche se sono passati pochi giorni ancora. In compenso mi è aumentato lo stato di stress e di ansia. Oggi mi sta capitando di nuovo di avere fascicolazioni sopratutto più continue alla spalla sinistra. Ovviamente mi è ritornata la paura di malattie del motoneurone. L'ultima visita l'ho sostenuta un mese fa dove è stata eseguita anche emg ai due arti con esito negativo tranne per il sinistro dove si è evidenziato un modesto rallentamento nella zona del gomito e a tal proposito il neurologo ha detto che si tratta di un modesto problema del nervo ulnare. Per il resto tutto ok? Le volevo chiedere se con emg fatta un mese fa e visita posso stare tranquillo almeno su quel versante. La ringrazio sentitamente.

[#130] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Stia tranquillo e mi faccia sapere cosa le dirà il neurologo.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#131] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio.
Saluto cordialmente

[#132] dopo  
Utente 307XXX

Dottore mi scusi il disturbo ma sono nel panico, in pratica il fastidio al polpastrello è diminuito, ma la mia ansia mi sta logorando perché ho provato da solo ad evocare i riflessi del ginocchio ed ho notato che la gamba di destra non ha lo stesso impulso della sinistra. La sinistra si alza senza scatti particolare mentre la destra è molto più lenta lo scatto è minore. Le volevo chiedere se è possibile evocare i riflessi da solo? Che attendibilità ha? La diminuzione di un riflesso rispetto all'altro è grave? Grazie mille

[#133] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore, ieri sono stato dal neurologo mi ha visitato come sempre e non ha riscontrato alcuna anomalia se non che avevo sospeso le haldol di iniziativa perché stavo meglio (grosso sbaglio) e quindi mi ha rifatto la prescrizione. Riguardo il polpastrello ha detto vede il dito più scuro a causa del fumo e dice che il disturbo viene dal calore continuo delle sigaretta che ha irritato la zona. Ora, però stamattina la stessa sensazione l'ho avuta sporadicamente anche all'altro dito. A dire il vero mi ha consigliato di affiancare ai farmaci anche della psicoterapia perché ha detto che devo debellarmi da quest'ansia.
Le volevo domandare se un esame neurologico indifferente può escludere patologie importanti; lui mi ha spiegato che quando c'è un problema l'esame clinico orienta il medico che seppur se ne avvede talvolta ha bisogno di esami di riscontri etc, mentre quando tutto è normale vuol dire che non c'è niente di importante. Volevo un suo parere dottore, honuna grossa stima e fiducia in Lei grazie.

[#134] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Concordo con quanto detto dal collega.
Dr. Antonio Ferraloro

[#135] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore buonasera volevo un consulto. In pratica da qualche mese ho ripreso la cura con zoloft, xanax r.p. E haldool e tutto andava benissimo. A causa di un problema sulla sfera sessuale riscontrato il neurologo ha deciso di togliere haldool (questo circa 10 giorni fa) tutto andava bene sono a quando mi è venuto un male di schiena, non troppo esagerato, ed è bastato a mettermi di nuovo in ansia e ossiosione sulla paura delle malattie. Faccio l'emocromo ed era tutto ok tranne le piastrine leggermente più basse (cosa he ho sempre avuto) . Ad ogni modo vado su internet e trovo che i tumori ossei esordiscono con dolori e pe dita di peso. Morale della favola mi vado a pesare e ho visto che negli ultimi dieci giorni ho perso 2 kg e mezzo circa, ovviamente panico totale. Col tempo la terapi mi aveva fatto mettere quasi 19 kg. Volevo chiedere la sospensione delle haldol avvenuta circa dieci giorni fa può aver provocare abbassamento del peso? La ringrazio ma sono in un fortissimo stato d'ansia che mi fa passare la voglia anche di mangiare. Grazie mille

[#136] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'haldol come effetto collaterale può causare aumento di peso, per cui la sua sospensione potrebbe ridurlo, ovviamente non è possibile stabilire se sia il Suo caso.

Come vede il Suo problema ansioso ancora persiste se un semplice mal di schiena Le crea <fortissimo stato d'ansia>.

Si tranquillizzi e trascorra una buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#137] dopo  
Utente 307XXX

LA ringrazio dottore, Lei è sempre molto cordiale e gentile.
Ho conttattato il mio neurologo che mi ha detto di riprendere la terapibcon le haldol.
Le volevo chiedere quanto tempo occorrerà prima che facciano nuovamente effetto. Le gocce sono 15.
Grazie

[#138] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

vedo che nella parte finale del precedente consulto manca una parte che avevo scritto e che evidentemente per problemi tecnici non è stata riportata.

La ripeto, "Come vede, il Suo problema ansioso ancora persiste se un semplice mal di schiena Le crea "fortissimo stato d'ansia".

L'effetto dell'haldol? Qualche settimana, a volte anche prima.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#139] dopo  
Utente 307XXX

Grazie ancora per la Sua delle risposta. Quello che mi spaventa in realtà è la perdita di peso. Ad ogni modo dottore, per la sua esperienza, se vi fosse qualcosa di serio dall'emocromo fatto qualche giorno fa, un alterazione magari nella formula sarebbe emersa? GrAzie e buona domenica

[#140] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
È possibile ma non sempre.
Dr. Antonio Ferraloro

[#141] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio dottore sempre gentile. Buona domenica

[#142] dopo  
Utente 307XXX

Buongiorno dottore oggi ho eseguito una rx rachidee lombarde per le paure che le menzionavo precedentemente. In attesa di farle vedere al mio medico vorrei un suo parere. L'esame dice: L'ESAME NELLE PROIEZIONI STANDARD HA EVIDENZIATO ESITI DI SPONDILOSI CON ANTEROLISTESI DI L5. RACHIDE PRESSOCHÉ IN ASSE. CONSERVATA LA LORDISI LOMBARE. SPAZI INETRSONATICI DA L4 aa S1 D AMPIEZZA RIDOTTA.
la ringrazio in anticipo

[#143] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

alla colonna lombare sono state riscontrate solo problematiche discali e vertebrali. Ne parli col medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#144] dopo  
Utente 307XXX

Grazie dottore per la sua risposta, il medico curante non mi ha dato prescrizioni particolari se non quelle di evitare sforzi. Non ha ritenuto necessario avviamarmi a visita specialistica. Devo constatare che le Sue opinioni sono sempre riscontrabili poi nei fatti.
Cordiali Saluti

[#145] dopo  
Utente 307XXX

Buonasera dottore, è da tempo che non la disturbo!
Volevo un suo personale parere su una cosa che mi sta accadendo.
In pratica, giusto per fare un breve sunto, sono in cura da circa tre anni per una condizione di fobie ossessive. Le cure sono state molto variabili nell'arco di questi anni, in pratica si provava a diminuire le dosi sino ad eliminarle e bastava poco per riacutizzare il problema. Ad oggi assumo 1mg xanax r.p., 50mg di zoloft e 15 gg di haldool. Il punto è questo circa 10 giorni fa terminai le haldool e sentendomi padrone di me stesso (nel senso che mi sentivo sicuro e stabile) decisi di non assumerle più. Ad ogni modo le cose stavano andando bene, poi a distanza di una settimana tutto in me riprende a spaventarsi. Riecco ci risiamo, prima inizio ad aver paura per dei dolori alla schiena che poi sono passati, poi compaiono le maledette fascicolazioni. A quel punto mosso dalla paura ho iniziato di nuovo a riassumere il farmaco nelle dosi terapeutiche (da circa due giorni) ma le fascicolazioni non passano. L'ultima visita l'ho fatto effettuata circa 3 mesi fa dove il mio neurologo mi fecc anche una emg a causa di un problema al tendine estensore della mano dove non risulto nulla se non moderato rallentamento nella zona della doccia.... (mi pare di ricordare zona gomito) compatibile con il nervo ulnare ove infetti la notte accuso parestesie a seconda della posizione. Ad ogni modo ricordo che anni fa le spiegai di queste fascicolazioni, specie al tricipite sinistro quando lo contraevo e lasciavo iniziava a tremare da solo. In quella circostanza Lei mi disse di non preoccuparmi e che addirittura secondo Lei non si erano verificate le fascicolazioni e che comunque tale manovra non assumeva carattere patologico. Ecco mi ricapita ancora L, a distanza di quasi quattro anni. Cosa ne pensa? Sarebbe indispensabile un'altra visita neurologica? Non avverto deficit di forza o movimento però sono preoccupatissimo lo stesso. Potrebbe essere tutto collegato alla sospensione risa delle haldol? Anche queste fascicolazioni? Ovviamente sono agitatissimo! La ringrazio e buona giornata

[#146] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se la sintomatologia è insorta dopo la sospensione improvvisa dell'haldol è verosimile che la causa sia questa.
Due giorni di terapia sono ancora insufficienti per vedere i primi benefici.
Riguardo le fascicolazioni, se si ripetono periodicamente da diversi anni è chiaro che sono benigne.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#147] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio dottore, sempre gentile.
Cordialmente

[#148] dopo  
Utente 307XXX

Salve dottore le scrivo dopo un po' di tempo per chiederle se le fascicolazioni (inassenza di deficit e qua t'altro evidebte) localizzate in un punto posso rientrare sempre nella casistica delle c.d. Fascicolazioni benigne. In pratica ho la spalla sinistra che mi fascicola e ho visto che se premo sul muscolo a volte Pare la fascicolazioni! A tal proposito, questa diciamo manovra, assume significato patologico o non ha alcun senso. Grazie sempre

[#149] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, possono rientrare nelle fascicolazioni benigne.
Dr. Antonio Ferraloro

[#150] dopo  
Utente 307XXX

Grazie mille dottore, e per quanto riguarda quella manovra ha senso clinico? Scusi per il disturbo

[#151] dopo  
Utente 307XXX

Dottore questa fascicolazioni localizzata può dipendere dalla sospensione di haldool? Grazie

[#152] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Anche questa può essere una causa.
Dr. Antonio Ferraloro

[#153] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio. Buona serata

[#154] dopo  
Utente 307XXX

Dottore chiedo scusa ma volevo un suo parere scientifico su quanto dice la pubblicazione di Wikipedia sulle fascicolazioni. Se così fosse allora non ci sarebbe poi da avere tanta paura di questo sintomo in relazione a cose gravi. Di seguito le riporto l'affermazione:"I pazienti di malattie degenerative neurologiche che ledono i motoneuroni delle corna anteriori del midollo spinale, come le amiotrofie spinali progressive e le malattie del motoneurone, la più importante delle quali è la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), avvertono questo tipo di contrazione muscolare quando la malattia è in fase avanzata con difficoltà motorie evidenti."
scusi per la richiesta ma magari potrebbe servire a tante persone che sono terrorizzate da questo sintomo.
La ringazio rinnovoandole la mia stima

[#155] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ho sempre detto che a noi le fascicolazioni non preoccupano e che nella stragrande maggioranza dei casi sono benigne, piuttosto non usi internet per fini medici e non faccia improbabili test da esame neurologico perché il fai da te è solo un sintomo ansioso senza ALCUNA attendibilità clinica.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#156] dopo  
Utente 307XXX

LAN ringrazio dottore questo suo intervento duro è stato molto efficace.. la ringrazio veramente di cuore

[#157] dopo  
Utente 307XXX

Dottore mia scusi per l'ulteriore consulto ma dopo l'ultimo che mi ero rassicurato per un giorno non ho avvertito le fascicolazioni alla spalla. Ora di nuovo e sono continue, però mi è sorto il dubbio che non possa trattarsi di fascicolazioni. Le spiego si vede facilmente ad occhio nudo una parte di muscoli che si contrae velocemente tipo come la palpebra per capirci! Potrebbero essere micochimie? Per adesso non accuso stati di mancanza di forza o altro. La ringrazio

[#158] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le rassicurazioni alimentano l'ansia, e ha le prove, per cui non è corretto da parte mia che risponda continuamente alle Sue domande, Le farei un pessimo servizio e La "incollerei", senza alcun beneficio, al display del dispositivo che utilizza.
Infatti è 4 anni che pone domande senza risolvere il problema e continuando così cronicizza il disturbo.
Sono certo che capirà quanto Le ho detto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#159] dopo  
Utente 307XXX

Capisco dottore, La ringazio

[#160] dopo  
Utente 307XXX

Buonasera dottore, solo per relazionarle ciò che mi ha detto il neurologo che oggi ho sentito per telefono. Lui sostiene che questo sussulto localizzato sia dovuto alla sospensione di haldool e la contemporanea assunzione di bentelan che ha accentuato il sistema nervoso. Razionalmente volevo chiederle se fosse condivisibile questa spiegazione. Null'altro la ringrazio

[#161] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, è un'ipotesi condivisibile.
Dr. Antonio Ferraloro

[#162] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio

[#163] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore, volevo relazionarmi con lei come faccio da anni. Due giorni fa ho eseguito la visita dal neurologo con cui sono in cura da tre anni per gli Fobici ossessivi. In sostanza mi ha cambiato lo zoloft con brintellix 10mg è abbassato le xanax a 0'50 rp e haldool sino a d otto gocce. Gli ho parlato delle fascicolazioni che avevo avuto al braccio sinistro però passate da qualche giorno. Ad ogni modo mi ha visitato a suo dire per verificare se vi fossero effetti indesiderati dei farmaci. Alla fine ha chiuso con il referto: esame neurologico indifferente. Qualche giorno dopo mi è tornata la fascicolazione al braccio. Ad ogni modo le volevo chiedere se un esame neurologico il cui esito è negativo possa diciamo scongiurare malattie importanti quale la SLA? Poi le alterazioni si trovano quando si cercano particolari cose o sono già evidenti allo specialista? La ringrazio come sempre. Buona giornata

[#164] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Una visita neurologica negativa fa escludere la SLA, peraltro Lei non ha sintomi sospetti della malattia.
Le alterazioni dell'esame neurologico le riscontriamo anche senza cercarle in maniera mirata.

La invito a rileggere attentamente e a riflettere su quanto scritto nella replica #158.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#165] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio per la celere risposta. Capisco bene ciò che ha scritto nella citata replica.

[#166] dopo  
Utente 307XXX

Buona domenica dottore, volevo chiederLe se il fatto che mi sia tornata la fascicolazione al braccio possoa essere per via del cambio e diminuzione di alcuni medicinali, ovvero da dzoloft a brindellix e scalo di xanax da 1 a 0,50 (r.p.) e riduzione delle haldool da 15 a 8 gocce. Poi una gentilezza se può dirmi se cambia molto tra fascicolazioni localizzate a diffuse. La contrazione muscolare può favorirle? Parlando sempre di fascicolazioni benigne. Se potesse inoltre spiegarmi perché si concentrano in un punto anche se sono benigne? La ringrazio preferisco chiede ad uno scienziato piuttosto che leggere articoli spazzatura su internet. Servirebbe per tranquillizzarmi nel frattempo sto facendo tutta la cura e a breve inizierò un percorso piscererapico grazie

[#167] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sostituzione del farmaco e la riduzione del dosaggio di altri può causare la ripresa della sintomatologia.
Per il resto Le ho detto che le rassicurazioni sono controproducenti, peggiorano il quadro.
E Lei lo sa bene essendo stato rassicurato svariate volte, è ancora qui alla ricerca di ulteriori rassicurazioni, quindi non ha risolto il problema solo perché non è questo il modo per risolverlo, anzi....

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#168] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio il punto è che pensavo che rassicurandomi sulle domande che Le avevo posto avrei quantomeno attenuato l'ansia. Volevo far cadere quel mito che. I blocca sulle fascicolazioni localizzate. Tutto qui. La ringrazio Lei è un ottimo professionista

[#169] dopo  
Utente 307XXX

Buongiorno dottore volevo dirle di aver seguito il suo consiglio e di aver preso appuntamento con uno spiscoterapeuta privato, capisco che il problema come dice lei va risolto in altro modo. Però se per cortesia volesse dirmi se le capita di visitare persone con fascicolazioni localizzate senza notare problematiche alla visita, ed in quel caso cosa fa? Glielo chiedo per capire se devo avere un'altra valutazione da un 'altro neurologo (questo mi segue da anni). E' vero che le fascicolaIoni localizzate non sono esclusive di SLA? La ringrazio se potesse rispondere a questa domanda, come vede sto facendo il possibile per uscirne fuori. Grazie

[#170] dopo  
Utente 307XXX

Mi scusi dottore le scrivo perché sono nel panico perché leggevo un suo intervento dove diceva che quando le fascicolazioni sono diffuse è segno migliore. Ergo se sono localizzate.... potrebbe rispondermi su questo

[#171] dopo  
Utente 307XXX

Dottore buonasera stasera sono tornato dal neurologo per parlargli di questa fascicolazione. Intanto le ha viste e ha detto che sembrano più miochimie perché a muoversi è solo un segmento mentre le fascicolazioni comprendo il fascio muscolare. Gli ho chiesto se fossero patologiche e lui mi ha detto di sì aggiungerò che sono fenomeni dovuti dalla patalogia di cui soffro cioè l'ansia perché dice che questa è una patologia vera e propria. Poi mi ha fatto un'altra differenza che si possono mettere in correlazioni due cause ovvero organiche o funzionali. A quel punto mi ha detto che di organico non c'è niente perché mi ha visitato mentre rimanda tutto ad un fatto funzionale ovvero come cosnseguenza dell'ansia e mi ha detto che quando sarò tranquillo mi passerà. Volevo chiederLe appunto la differenza tra organico e funzionale ero in confusione e non l'ho chiesto. Poi volevo sapere cose ne pensa sulla teoria su esposta. la ringrazio

[#172] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Condivido tutto quanto Le ha detto il neurologo.
Deve curare l'ansia altrimenti non risolverà i Suoi problemi.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#173] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio. Cordiali saluti

[#174] dopo  
Utente 307XXX

Dottore buongiorno , ho iniziato la psicoterapia , ho riadeguato la cura da una tre giorni ma le fascicolazioni localizzate resta o ancora. Le volevo chiedere qualora fosse un problema funzionale e non organico dovuto dall'ansia etc quanto tempo posso durare? Grazie

[#175] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i tempi sono assolutamente variabili da un soggetto all'altro, pertanto non possono essere previsti.
Dr. Antonio Ferraloro

[#176] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio. Cordiali saluti

[#177] dopo  
Utente 307XXX

Buonasera dottore in questo giorni la situazione é notevmente migliorata, la fascicolazione localizzata è quasi sparita. Immagino sia un segno positivo giusto?
Cordiali saluti

[#178] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, Lei non ha nessuna malattia organica.
Dr. Antonio Ferraloro

[#179] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio. Buona notte

[#180] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore voi una settimana di tregua é ritornata la fascicolazione localizzata. Lo psicologo dice che é dovuta ad una fase di transito della mia ansia come se la mente mi mandi questo sintomo per farmi preoccupare. Ricordo ancora che il mio neurologo mi disse che era una cosa funzionale e non organica, ma perché però non via per sempre? Perché ai localizza? La localizzazione è cosa diversa rispetto alle diffuse? Grazie sempre

[#181] dopo  
Utente 307XXX

Le chiedevo questo perché quello che ha detto la psicologa mi sembra "antologia". La ringrazio

[#182] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore speravo in una sia risposta, spesso ha potere terapeutico . La ringrazio e mi scuso per il disturbo

[#183] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Legga dal terzo rigo in poi il post #167, capirà certamente.

Bona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#184] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore buonasera. Sto continuando il percorso di psicoterapia abbinata ai farmaci. Il punto che mi blocca è questa fascicolazione alla spalla sinistra da u mese e mezzo. Mi passa (o forse diventa impercettibile) per una settimana ad esempio per poi ritornare. Il mio neurologo mi disse che si trattava di una cosa funzionale e non organica. Le volevo chiedere se un suo paziente ad esempio che segue da anni si presenta cn unico sintomi con fascicolazione localizzata e con esame neurologico negativo solo stato d'ansia fobico ossessiva, lei prescrivererebbe una emg? Il mio neurologo non l'ha fatto forse perché era presto chissà.
La ringrazio solo questa domanda, grazie sempre

[#185] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Con esame neurologico negativo non prescrivo un'EMG ma non per scelta solo personale ma perchè non è previsto dalle linee guida in relazione alla malattia che teme.
Dr. Antonio Ferraloro

[#186] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio dottore molto gentile da parte Sua.
Ergo che la sola fascicolazione non da luogo ad alcun sospetto per la malattia tenuta giusto? Ammiro la sua umanità

[#187] dopo  
Utente 307XXX

Dottore m scusi un ultima domanda , nel caso che nella emg possa essere rilevata solo fascicolazione e basta questo potrebbe comunque portare sospetto circa malattie come la sla o ce bisogno di altro aspetto uniti sempre da riscontrare in quell' esame . Solo questo grazie

[#188] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Occorre ben altro.
Dr. Antonio Ferraloro

[#189] dopo  
Utente 307XXX

La ringrazio

[#190] dopo  
Utente 307XXX

Gentile dottore ieri sono ritornato dal neurologo e mo ha cambiato cura. Abbiamo riparato della fascicolazione continua e localizzata ed ho chiesto se quelle localizzate sono più pericolose delle diffuse, lui mi ha detto si ma vanno contestualizzate e non è detto poi che lo siano sempre. Cosa vuol dire contestualizzati? Secondo la sua esperienza sononindice maggiori di malattie? La ringrazio se può rispondermi a questibdue quesiti