Utente
Salve, sono una ragazza di quasi vent'anni e giovedì mattina fuori da scuola appena dopo aver fumato una sigaretta sono svenuta. Alcuni momenti non me li ricordo, ricordo solo che sentivo che stavo per svenire e mi sono accasciata a terra e quando ho ripreso conoscenza avevo accanto i miei compagni che mi tenevano alzate le gambe e mi facevano riprendere. Dopo sono stata portata dentro in un luogo caldo ho bevuto un the zuccherato ma non mi sono molto ripresa. Infatti continuavo ad avere giramenti di testa e soprattutto quando abbassavo la testa per appoggiarla sul banco sentivo aumentare il battito come se facessi più fatica a respirare. Tornata a casa dopo aver dormito mi è rimasto solo un forte mal di testa. Questo però non era un comune mal di testa infatti mi faceva male dietro la nuca fino all'occhio. il giorno dopo alla presenza ancora di questo mal di testa (sento come se avessi una pressione costante in quel punto, quando mi sdraio e appoggio la testa aumenta la pressione, è una sensazione strana difficile da spiegare, come se riuscissi a sentire tutto il percorso delle vene che partono da dietro la testa e arrivano fino alla parte laterale dell'occhio) mi sono recata dal medico il quale mi ha provato la pressione (105 e 60) e mi ha detto che nel caso mi facesse ancora male tra un paio di giorni di andare ancora da lui. La cosa che non mi ha convinto è che alla domanda mia e di mia madre del perché avessi ancora questo mal di testa che mi si è presentato subito dopo lo svenimento la sua risposta è stata "boh". Stamattina mi sono svegliata ed avevo come un senso di intorpidimento alla faccia solo dal lato sinistro, come se quel lato fosse gonfio. Il dolore un po' è diminuito ma rimane sopratutto quando sono seduta e quando appoggio la testa. Vorrei capire cosa potrebbe essere e da cosa dipende questo dolore dato che mi rende difficile concentrarmi sulle materie scolastiche.
Ringraziando anticipatamente per la risposta, Le pongo i miei saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le cause della cefalea che riferisce possono essere diverse, senza un'accurata visita non è possibile stabilirle. Se possibile, sarebbe anche opportuno approfondire il motivo dello svenimento (era accaduto altre volte?) e vedere se c'è una connessione con la cefalea che descrive. Durante la perdita di coscienza i compagni che l'hanno assistita hanno notato movimenti degli arti? Altri segni particolari, come rigidità del corpo?
Anche per la cefalea Le pongo la stessa domanda, è la prima volta che si manifesta o già in passato ne ha sofferto?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la pronta risposta, le cause dello svenimento penso sia stata debolezza dato che ultimamente non riesco a mangiare molto. Questo tipo di mal di testa è la prima volta che si manifesta. Non mi è stato riferito nulla dai miei compagni quindi non non ci sono stati né movimento degli arti né rigidità del corpo..

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazza,

una cefalea di prima insorgenza va valutata dallo specialista per avere una diagnosi corretta, quindi, qualora dovesse ripetersi o non regredire quella attuale, una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee è senz'altro consigliabile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro