Utente 323XXX
Gent.mi dottori,
Scrivo per un problema che oramai mi attanaglia da diverso tempo.
Molto spesso le mie giornate sono caratterizzate da un costante ed opprimente senso di stanchezza, spossatezza, difficoltà a concentrarsi, senso generale di stordimento e talvolta lieve perdita di equilibrio.

E’ come se vivessi in uno stato di mancanza di lucidità e confusione, con la testa fra le nuvole… faccio un po’ fatica a spiegarlo, ma è quasi come se vivessi la sensazione di essere in un sogno.

Mi capita di vivere in questo stato per 8-10 giorni di fila almeno una volta al mese da diversi mesi.

Ho fatto le analisi dei sangue di routine qualche settimana fa e i risultati sono tutti nella norma, eccezion fatta per i valori di bilirubina (per via della sindrome di Gilbert che mi porto dietro dalla nascita) ed una piccola alterazione dei globuli rossi (sono un soggetto anemico).

Un paio di mesi fa ho fatto una visita specialistica da un neurologo, riferendo appunto questi sintomi uniti ad un costante mal di testa che avevo in quel periodo: l'esito è stato negativo ed ora il mal di testa è sparito.

Il neurologo mi ha prescritto (due mesi fa) il Nicetile 500 (cura da 3 settimane) per combattere questo senso di spossatezza: cura che ho fatto e che mi ha permesso per qualche tempo di tornare alla normalità.

Da diversi giorni però i sintomi sono di nuovo comparsi e, naturalmente, ho ripreso da 8 giorni la cura di Nicetile 500, ma questa volta gli effetti non sembrano quelli desiderati.

Vorrei a questo punto capire quali possano essere le cause di questi sintomi al fine di poterli individuare ed eliminare. Vorrei anche capire se il farmaco che utilizzo è quello giusto.

Concludo sottolineando il fatto che non sono assolutamente soggetto a depressione o ansia (faccio però un lavoro molto stressante), concludo una vita che mi soddisfa, faccio sport regolarmente, peso nella norma, pressione perfetta.
Grazie a tutti in anticipo per la disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia che descrive orienta verso un'origine psichica del problema, ipotesi avvalorata anche dalla visita neurologica negativa e da una TC cranica nella norma (ho riletto il consulto precedente).
Spesso per avere una sintomatologia ansiosa non è necessario essere consapevoli di soffrire di ansia.
In questi casi il nicetile non è un farmaco particolarmente indicato.
Pertanto Le consiglio di effettuare una visita psichiatrica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 323XXX

Dottore salve e grazie per la celere risposta. Sono un po’ spiazzato, poiché mai avrei creduto di dovermi rivolgere ad uno psichiatra.
In tutti i casi posso chiedere come mai, secondo lei, il collega neurologo mi ha prescritto una cura di Nicetile? Durante la visita ho lamentato gli stessi sintomi oggetto di questo consulto, ma adesso lei mi dice che il farmaco non è indicato. Non capisco. Come mai il neurologo me lo ha prescritto allora?
Ho poi letto e sentito in giro della sindrome da stanchezza cronica (CFS), esclude possa essere il mio caso?
Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non posso sapere perchè il neurologo abbia prescritto il farmaco, a mio avviso, in base alla sintomatologia descritta non lo vedo indicato.
Sindrome da stanchezza cronica? Non mi pare.
Veda che la visita psichiatrica è come quella neurologica, cardiologica, ortopedica, ecc.
Prima di effettuarla, se vuole un secondo parere, nulla vieta di rivolgersi al neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 323XXX

Grazie ancora, gentilissimo.
Un ultimo dubbio: ho in famiglia mio padre che soffre di cervicale e di tanto in tanto lamenta sintomi paragonabili ai miei. Ritiene sia il caso anche un controllo della cervicale? Non ho un vero e proprio dolore al collo, ma lo sento sempre irrigidito...

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, in effetti un controllo è bene farlo, potrebbe anche essere una contrattura muscolare, ne parli col Suo medico curante.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 323XXX

Salve dottore, la aggiorno sullo stato dei miei sintomi che purtroppo a distanza di quasi due settimane continuano ad essere presenti.
Sono stato a farmi controllare la cervicale: nessun problema. Sono inoltre andato dal mio medico di base il quale mi ha prescritto del Centrum e del Sargenor.
Ritiene che questi farmaci possano essere più di pertinenti rispetto al Nicetile (che comunque sto continuando ad assumere)?

Mi sveglio la mattina già stanco e tutta la mia giornata la vivo in questo stato "sognante", con concentrazione molto bassa e poca lucidità. Ho notato tra l'altro che questi sintomi tendono ad amplificarsi subito dopo mangiato... può voler dire qualcosa?

Crede che il consulto psichiatrico sia necessario?
Grazie ancora per la pazienza e la disponibilità.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi pare che gli ultimi farmaci prescritti possano essere congrui al Suo problema, si tratta però di molecole adiuvanti, cioè che possono aiutare.
La visita psichiatrica? Attenda prima l'esito della cura in atto, poi si valuterà.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 323XXX

Dottore mi perdoni se scrivo nuovamente.

Ieri ho chiamato il neurologo, il quale mi ha confermato che quando mi ha visitato non ha trovato nulla di rilevante e, dato che lamento questo senso si spossatezza e mancanza di lucidità costante, mi ha confermato di continuare con la cura di Nicetile per almeno altri 10 giorni. Ha chiesto di richiamarlo in caso tra 10 giorni continuo a sentirmi in questo modo.

Stamane però, dopo aver assunto il Centrum e Sargenor, ho avuto una crisi di panico e diverse crisi di vomito e tachicardia... mi sono molto spaventato e lo sono ancora adesso! Credo tutto questo sia dovuto al mix di Nicetile + Centrum + Sargenor. Mi consiglia di depennare questi ultimi due dalla cura e continuare solo con il Nicetile cosi come consigliato dal neurologo?
Mi scusi se chiedo ancora consiglio, ma tutto questo non mi fa vivere più tranquillo e influisce moltissimo sulla mia quotidianità (lavoro e vita privata).

Grazie ancora.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se ha avuto questa reazione (strana con questo tipo di farmaci) continui col nicetile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 323XXX

Salve dot. Ferraloro,
sto continuando la cura di Nicetile (iniziata oramai 14 giorni fa) senza alcun miglioramento sul mio stato di stanchezza, mancanza di lucidità e stordimento.
La sospensione del Sargenor + Centrum mi è servita poiché non si sono più verificati episodi di panico e tachicardia come qualche giorno fa.
Una domanda: il fatto che il mio senso di spossatezza e confusione diventi molto più accentuato subito dopo pranzo, può significare qualcosa? Subito dopo aver mangiato ci si mette anche un giramento di testa-vertigini.
Questo a me fa pensare (da ignorante in materia ovviamente) ad intolleranze o squilibri alimentari. E’ possibile?
Mi conferma secondo lei l’utilità della visita psichiatrica?
Ancora grazie mille per la pazienza.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ipotesi delle intolleranze alimentari è possibile, magari accentuate dalla vita stressante che conduce. Il Suo medico curante che idea si è fatto?

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 323XXX

Gent.mo Dott. Ferraloro,
il medico curante mi ha indirizzato verso una visita da un Otorinolaringoiatra, visita che ho fatto questa mattina ed il cui esito è stato negativo.

Nel frattempo ho anche rifatto le analisi del sangue di routine ed i valori sono nella norma (salvo i soliti fuori range per via del mio Gilbert e Anemia).

Comincio ad essere scoraggiato, il mio obiettivo è quello di individuare il problema... ma qui sembra quasi che non si riesca neppure a capire chi è lo specialista adatto per risolverlo.

Mi consiglia una nuova visita dal neurologo? Dallo stesso? Devo far controllare la tiroide, la cervicale, le intolleranze alimentari?

Mi consiglia un altro specialista non ancora consultato? Il consulto psichiatrico vorrei lasciarlo davvero alla fine dopo averle provate tutte.

Grazie infinite.

[#13] dopo  
Utente 323XXX

Aggiungo che, nell'ultimo periodo mi si sono ingrossati i linfonodi del collo ed uno dietro la testa (ora sparito).

Spero sia un indizio.

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

faccia prima controllare i linfonodi dal Suo medico curante nell'eventualità che sia opportuna un'ecografia.
Successivamente prenderei un secondo parere da un altro neurologo.
Anche gli esami per la valutazione della funzionalità tiroidea sarebbero consigliabili.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 323XXX

Gentile dottore,
a distanza di quasi un mese la aggiorno sull'iter che sto seguendo sperando riesca a darmi ulteriori consigli.

Ho fatto controllare i linfonodi con ecografia: "Unicamente in sede laterocervicale si segnala la presenza di un linfonodo reattivo del diametro di 15mm, di forma allungata e conservato rapporto cortico-midollare. I rimanenti linfonodi del collo e quelli riscontrati in sede nucale sx, hanno attualmente carattere di normalità. Trachea in asse, tiroide indenne. Non evidenza linfonodi megalici in sede addominale e pelvica. Fegato e milza indenni".

Nel frattempo ho fatto anche le analisi del sangue (complesso Torch) su consiglio di un ematologo dalle quali questo è il quadro:

S-Ac Anti Epstein Barr IgG - positivo - 75,08 S/CO
S-Ac Anti Epstein Barr IgM - positivo - 1,33 S/CO
S-Ac Anti Toxoplasma IgG - positivo - 103,70 UI/mL
S-Ac Anti Toxoplasma IgM - negativo - 0,41 Indice
S-Ac Anti Citomegalovirus IgG - negativo - 0,00 UA/mL
S-Ac Anti Citomegalovirus IgM - negatio - 0,12 Indice

Sg-EsameEmocromocitometrico

Globuli Bianchi 6,3 10^3/μL da 4,6 a 10,2
Globuli Rossi ¬ 6,62 10^6/μL da 4,40 a 6,13
Emoglobina 14,4 g/dL da 12,2 a 17,0
Ematocrito 42,8 % da 37,0 a 50,0
Volume Globulare Medio (MCV) ¬ 64,7 FL da 80,0 a 97,0
Contenuto Medio di Hb (MCH) ¬ 21,8 pg da 27,0 a 33,0
Concentrazione Media di Hb (MCHC) 33,6 g/dL da 31,0 a 36,0
Piastrine 178 10^3/μL da 140 a 440

FORMULA LEUCOCITARIA
Valori Assoluti
Neutrofili 3,56 10^3/μL da 1,90 a 5,30
Linfociti 2,25 10^3/μL da 0,90 a 3,40
Monociti 0,36 10^3/μL da 0,00 a 0,90
Eosinofili 0,10 10^3/μL da 0,00 a 0,70
Basofili 0,02 10^3/μL da 0,00 a 0,20

Valori Percentuali
Neutrofili 56,6 %
Linfociti 35,8 %
Monociti 5,7 %
Eosinofili 1,6 %
Basofili 0,3 %

Con questo quadro crede che il mio senso cronico di spossatezza/stanchezza possa essere dovuto alla positività all'EBV? Lo stesso EBV può essere la causa del linfonodo laterocervicale ancora gonfio da oramai 30 giorni?

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, l'EBV può essere la causa della sintomatologia in atto anche perchè ancora c'è l'infezione in atto che se nella fase finale. La stessa causa potrebbe avere il linfonodo ingrossato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 323XXX

Salve dottore,
dai valori degli esami quindi si riesce ad evidenziare che l'infezione è nella fase finale?

Cosa mi consiglia di fare per uscire da questo tunnel della stanchezza cronica? E per il linfonodo, come procedere?
Ancora grazie.

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

deve parlane col Suo medico curante.
L'infezione sarebbe nella fase finale in quanto ancora presente (IgM positive prodotte in fase precoce) ma con IgG positive che sono gli anticorpi prodotti tardivamente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro