Aura e occhi

Buongiorno dottore,siamo alle solite domande su cio' che non sopporto della mia "salute" cioè soffrire di auree visive.
Sono anni che mi vengono e poi il mal di testa pero' non appare,adesso sono incinta e so che come prima già non avevo una cura,sicuramente in gravidanza non uso nulla,ma la mia domanda è questa, iflash chemi vongono tipi fili argentati che mi passano veloci davanti o ai lati agli occhi possono essere un sintomi di aura? e poi come mai prima che mi viene aura anche magari la mattina stessa e l'aura alla sera o viceversa sento occhi pesanti strani,stanchi,? sono collegati auree e occhi? grazie mille
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Signora,

il disturbo visivo che riferisce può essere assimilato ad aura visiva e la "pesantezza" degli occhi potrebbe starci anche se non è un sintomo tipico.
Non ricordo se ha effettuato una RM encefalica ed un EEG, preferibilmente delle 24 ore.
Dopo la gravidanza e l'eventuale allattamento è certamente consigliabile iniziare una terapia specifica.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore,si la RM encefalo l'ho fatta con esiti negativi,anche l'EEG l'ho fatto e non ha rilevato nulla,non sapevo dell'esistenza dellEEG delle 24 ore...
si dopo la gravidanza vorrei iniziare con una cura o cmq degli esami per capire come mai queste auree,anche se so che le cause non sono ancora ben chiare e definite.
questa settimana ho avuto un attacco mercoledi,uno sabato sera a mezzanotte e poi alla domenica al risveglio,perchè avvengono cosi' ravvicinate? a lungo andare l'encefalo puo' avere conseguenze? grazie
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Dopo la gravidanza faccia anche un EEG delle 24 ore soprattutto nel periodo di eventuale aumento della frequenza come sta accadendo adesso.
Non si conosce la causa del disturbo essendo primario.
In gravidanza un loro aumento è frequente.
<< a lungo andare l'encefalo puo' avere conseguenze?>> ancora non si hanno dati certi su questo aspetto, è però opportuno cercare di tenerlo sotto controllo con la terapia farmacologica.

Cordialmente

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test