Liquido gelatinoso: mal di testa, problemi naso/orecchio

Buongiorno Illustri dottori: sono un ragazzo di 29 anni e scrivo da Lecce.

Non sto passando un buon momento causa problemi di salute che sembrano proprio non volersene andare.

A seguito di tubotimpaniti ricorrenti ad Aprile ho effettuato un intervento di correzione del setto. Purtroppo il problema non è stato nient'affatto risolto.

Ho continuato a vedere l'otorino il quale non mi ha ancora aiutato a risolvere e/o quanto meno comprendere.

Scrivo in questa sessione specialistica perchè ritengo possano esserci delle risposte: la situazione che vivo oggi è una infrequente ostruzione nasale che causa conseguentemente problemi all'orecchio e al rinofaringe.


Ciò che è strano è questo: questa ostruzione si risolve puntualmente con ripetuti SBADIGLI. So bene che la tromba di eustachio si apre e compensa ma il nesso con il gonfiore delle mucose non lo comprendo.

Lo Sbadiglio è per me una PANACEA: oltre a sbloccare l'orecchio, sblocca i Turbinati e conseguentemente mi fa espellere del LIQUIDO INCOLORE MOLTO GELATINOSO - espulsione quasi sempre difficoltosa.

Voglio specificare che prima ancora di questo problema otorinolaringoiatrico, mi capitava di avere mal di testa che, da ignorante, chiamavo "mal di testa da sbadiglio" proprio perchè si risolvevano sempre con lo sbadiglio e con conseguente sgocciolamento di liquido .


Può esistere un nesso in ambito neurologico a tutto questo? Leggevo della liquorrea ma se ho capito bene non è così densa come appare a me...

Farò presto una RMN con MDC dell'Encefalo e del Rinofaringe. Può aiutare a diagnosticare un problema in questo senso


Grazie in anticipo
Pako
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Ragazzo,

escluderei un problema di liquorrea per tutta una serie di motivi tra cui fondamentale è la consistenza gelatinosa e di difficile espulsione, inoltre vengono a mancare anche le cause traumatiche del basicranio che sono le più frequenti nella determinazione della liquorrea.
Pertanto non vedo cause neurologiche, Le consiglio di sentire un secondo parere otorino, in seconda battuta anche un problema dell'articolazione temporo-mandibolare non sarebbe da escludere.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Attivo dal 2009 al 2019
Ex utente
Cordiale dott. Ferraloro,
la ringrazio molto della sua risposta, chiara e professionale.

In effetti sto valutando l'ipotesi di vedere un altro otorino, sopratutto per valutare (senza indugi) l'effettivo esito dell'intervento.


Perdoni se mi permetto di approfittare delle sue conoscenze ma vorrei capire una cosa: l'otorino che mi ha in cura, mi ha consigliato una RMN con MDC dell'encefalo e del Rinofaringe.

Vorrei comprendere: da quest'esame a parte problemi grossi (che spero vivamente di poter escludere) si potrebbero diagnosticare problematiche tipo quelle all'A.T.M. o magari problematiche traumatiche del basicranio come diceva lei...

Le chiedo questo in quanto da ignorante non conosco la RMN e gli esiti che potrebbe dare: ovviamente mi sentire più sicuro di farla se magari potesse "guardare" la zona a 360°.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
L'esame per problemi dell'articolazione temporo-mandibolare va fatto mirato proprio sull'articolazione e non genericamente all'encefalo. In ogni caso la visita specialistica è fondamentale, a volte più della RM stessa.
Per quanto concerne fratture del basicranio è ovviamente inutile cercarle se non ci sono stati traumi.

Cordialmente

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test