Utente 450XXX
Buongiorno è da un mese circa che ho forti mal di testa già al risveglio,bruciori,fitte alle tempie,arcate sopraccigliari,che mi impediscono di lavorare e studiare.Il medico di base mi ha fatto fare rx cranio e seni paranasali e il referto è stato il seguente: "velatura del pavimento del seno frontale destro". Ritenendo avessi la sinusite mi ha dato come cura l'aerosol con fluimucil antibiotico per una settimana,non ho spettorato e il mal di testa non mi è passato minimamente. Allora mi ha fatto fare rm encefalo e il referto è stato: "sistema ventricolare normale,normale ampiezza degli spazi liquorali periferici. Alcune minute areole di iperintensità di segnale nelle immagini a Tr lungo si osservano in sede sottocorticale frontale bilateralmente di significato gliotico aspecifico. Nei limiti della norma l'intensità di segnale del restante parenchima cerebrale. La dottoressa di base dice che è tutto nella norma,non è sinusite ma forse è una cefalea vasomotoria e non devo consultare un neurologo,che non è di sua competenza. È possibile? chiedo parere in merito a questa situazione. A chi mi devo rivolgere?Grazie,distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

mi dispiace contraddire la Sua dottoressa ma le cefalee sono di competenza del neurologo, questi è il primo specialista di riferimento a cui rivolgersi in caso di cefalea e nella stragrande maggioranza dei casi rimane anche in seguito cioè fa diagnosi, terapia e segue il paziente nel tempo.
Come spiega allora che i centri cefalea sono gestiti da neurologi? O che la classificazione internazionale delle cefalee è redatta da neurologi? O che le cefalee lo studente in medicina le studia in Neurologia?
Una piccola parte delle cefalee invece sono di altra origine ed è opportuno rivolgersi allo specialista competente ma deve essere il neurologo o il medico di base se ne ha le competenze ad inviare il paziente ad un altro collega in base al sospetto diagnostico.
Concludendo, se la cefalea persiste si rivolga al neurologo, meglio se esperto in cefalee, anche per fare visionare le immagini della RM encefalica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 450XXX

La ringrazio Dottore,molto gentile. Almeno ora so a chi rivolgermi. Un ultimo quesito per una mia tranquillità personale in attesa del consulto neurologico: cosa sono le areole iperintense in sede sottocorticale frontale bilaterale di significato gliotico aspecifico? È vero come dice la dottoressa di base che non sono niente e non richiedono accertamenti? Grazie ancora distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tratta di piccole "cicatrici" che il cervello produce come tentativi di riparazione di piccoli "insulti" verificatisi in passato.
Al momento non è possibile conoscere la loro origine, cioè se la causa iniziale sia stata infiammatoria, vascolare (la più frequente statisticamente) o traumatica. Non sono rari i casi in cui tali alterazioni possano essere causate da attacchi emicranici particolarmente violenti, ovviamente nei soggetti che li hanno avuti.
Spesso non hanno significato clinico particolare ma è utile cercare di capire la loro natura, per es. vascolare, mediante esami diagnostici mirati.
Bisogna comunque visionare le immagini per dare un parere attendibile e valutare se ci sono i presupposti per approfondire il caso o non procedere ulteriormente. Su questo punto sarà il neurologo a valutare se e come procedere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 450XXX

Buongiorno Dottore,dopo una visita neurologica,la Dott.ssa mi ha prescritto analisi del sangue per la coagulazione del sangue x accertare le areole iperintense.Sono in attesa del referto. Sono due giorni che mi scoppiano le tempie,le orecchie e contemporaneamente ho poche perdite di sangue dal naso. Le chiedo gentilmente un consiglio,se questi sintomi sono preoccupanti,su come devo comportarmi visto che la Dott.ssa sta in ferie e non è raggiungibile. La ringrazio,distinti saluti.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

condivido l'approfondimento del caso mediante indagini rivolte al riscontro di eventuali trombofilie, mi sembra un corretto iter diagnostico in seguito all'esito della RM encefalica.

Riguardo l'altro quesito, è necessaria una diagnosi di tipo per valutare la cefalea e gli altri sintomi associati. Una visita presso il medico curante è certamente indicata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 450XXX

Buongiorno Dottore,ho ritirato il referto delle analisi del sangue,tutto negativo a parte i valori del colesterolo totale 134 e dei trigliceridi 41 che risultano bassi. Ho provato numerose volte a contattare la mia neurologa con insuccesso. Per questo mi rivolgo a Lei per avere un parere su questo esito in attesa di farlo visionare alla mia Dott.ssa. Nel ringraziarla le porgo distinti saluti.