Utente 448XXX
Salve, da qualche mese sono abbastanza terrorizzato dall'idea di avere il Parkinson. Tutto è cominciato alcuni mesi fa quando ho scoperto che uno dei sintomi premonitori è il calo dell'olfatto, e il mio olfatto è veramente debole. Non so dire se è una caratteristica che ho avuto da sempre o si è aggravata negli ultimi anni, ma "sento" molto di meno della persona media. A ciò si aggiunge una leggera scialorrea (che mi sembra di avere un giorno ogni tanto, per poi sparire anche per settimane), occasionale senso di rallentamento gastrico (diagnosi di gastrite, che sto attualmente curando con IPP), un po' di anedonia sessuale (nessun problema di erezione, ma il fatto che letteralmente mi annoio durante l'atto sessuale e raramente raggiungo l'orgasmo) e il fatto di aver dovuto utilizzare la permetrina per eliminare una scabbia alcuni mesi fa. Nonostante 3 mesi fa abbia effettuato una visita neurologica, la cui diagnosi è stata quella di ansia e ipocondria, non riesco a togliermi dalla testa la terribile idea di essere nella fase dei sintomi non-motori del Parkinson e questo mi condiziona notevolmente l'umore dato che passo circa un'ora al giorno ad informarmi e ricalcolare nella mia testa le effettive probabilità di sviluppare tale malattia. Dato che sto prendendo addirittura in considerazione l'idea di sottopormi all'esame spect datscan privatamente (visto che nessun neurologo lo prescriverebbe in assenza di sintomi motori a quanto ho capito), volevo chiederle se è a conoscenza del costo di tale esame, visto che su internet non ho trovato nulla. La ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio giovane,
premesso che il Parkinson è molto raro prima dei 50 anni (ma mai è stato segnalato a 23 anni), la diagnosi di questa malattia è essenzialmente clinica e si basa sul rilievo di almeno tre dei quattro sintomi principali: tremore, rigidità, bradicinesia e disturbo dell'andatura. Il tremore all'inizio può mancare ed i disturbi dell'andatura sono tardivi. I disturbi sensoriali (fra cui l'ipoosmia) possono precorrere anche di anni l'insorgenza della malattia ma non di 30 anni! I sintomi neuropsichiatrici (cognitivi ed emotivi) anche precorrono la malattia, ma non di tanto. Ma c'è ancora da dire che la vera difficoltà è la diagnosi differenziale fra la malattia di Parkinson idiopatica ed i parkinsonismi atipici (Paralisi Sopranucleare Progressiva, Atrofia Multisistemica e Degenerazione Cortico-Basale). Anziché affidarsi ad indagini sofisticate (del cui listino prezzi può chiedere a coloro che le eseguono) consulti prima un Neurologo..
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 448XXX

La ringrazio tantissimo per la celere risposta dr Colangelo. L'unica cosa che non mi è chiara è se c'è un nesso tra la sua spiegazione circa la diagnosi differenziale e la mia domanda, o se era soltanto una digressione

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Era semplicemente per dirle che la diagnosi del Parkinson è complessa e richiede esperienza ed attenta osservazione del caso.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it