Utente 461XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 22 anni. È iniziato tutto verso metà giugno, ero in sessione estiva di esami e ho iniziato ad accusare un forte malditesta e capogiri appena mi alzavo in piedi. Non ci ho dato molto peso in quel momento perché pensavo fosse solo stress da studio (anche se era la prima volta che mi capitava), pochi giorni dopo però la sensazione di vertigine e capogiro è diventata talmente forte che non riuscivo più ad alzarmi in piedi. Essendo molto ansioso e ipocondriaco a causa di un evento spiacevole successo qualche anno fa, ho avuto una crisi d'ansia e quindi sono stato portato al Pronto Soccorso. Ho richiesto di fare una TAC per levarmi i dubbi su qualcosa di pericolo, ed è risultata negativa. L'indomani mi han dato un appuntamento con uno psichiatra del PS e mi ha prescritto alprazolam 0,25 da prendere solo al momento del bisogno, ma per una serie di equivoci non ho ritirato il foglio e non ho potuto preso quell'ansiolitico se non qualche settimana fa perché sono riuscito a recuperare il nome. I sintomi continuano per tutto luglio e agosto e così mi rivolgo al medico di base più volte, che mi manda da un oculista, dal fisiatra con RM alla cervicale e da un neurologo. Dalla RM alla cervicale è risultato che ho una lieve rettilineizzazione del rachide cervicale e così ho fatto dei messaggi fisioterapici ma che non hanno risolto di molto i sintomi.. Il neurologo mi ha detto che è solamente ansia e stress e quindi di rivolgermi ad uno psichiatra. Settimana scorsa, prima di partire per le vacanze ho avuto ancora un forte attacco d'ansia e sono tornato in PS dove mi han fatto esami del sangue ed è risultato tutto nella norma. Durante le vacanze ho cercato di trovare qualche momento di svago e in effetti i sintomi passavano, anche se poi passate quelle 2/3 orette tornavo ad avere senso di sbandamento, confusione, stordimento che ripeto ho avuto per tutti questi 2 mesi.. L'appuntamento con lo psichiatra me l'han dato a fine settembre, ma io ancora non sto tranquillo, quindi volevo chiedere c'è qualche esame che non ho fatto e che potrebbe essere utile fare per questi sintomi? (Ripeto gli esami che ho fatto fin ora: TAC encefalo, esami del sangue, radiografia alla cervicale, esame oculistico, otorino e neurologico). Inoltre, da ieri ho cominciato a sentire le gambe deboli, poco sensibili, e doloranti.. Faccio quasi fatica a camminare, e così mi sono rivolto alla croce bianca che mi ha detto che sono altri sintomi fisici che dipendono dalla depressione, ansia e stress e mi ha detto quindi di prendere l'alprazolam mattina e sera per 4 gg.
Non so, faccio davvero fatica a convincermi e vorrei altri pareri.

(P.S. Io per sicurezza vorrei fare una RM alla testa perché ho letto che la TAC da sola non è accurata e andrebbero fatte insieme, ma il medico di base non può prescrivermela se prima non lo dice il neurologo.. Dovrei richiederla o secondo voi una TAC negativa è sufficiente?)

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

con tutti gli esami e le visite effettuati finora la sintomatologia sembrerebbe di origine psichica. La TC encefalica e la visita neurologica sono certamente elementi tranquillizzanti ma una RM può dare più informazioni della TC.
Se l'esame servisse anche per tranquillizzarLa nulla vieta di effettuarlo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 461XXX

Grazie mille per la risposta, sono stato nuovamente da un neurologo e da uno psichiatra. Alla fine dei conti, la terapia che mi è stata assegnata è: Sertralina 50 mg + Modalina 1 mg.

Ho un po' di dubbi sulla Modalina essendo un antipsicotico (tra l'altro di prima generazione), poiché mi è stato detto dallo psichiatra che può portare a movimenti involontari.. Non vorrei che la cosa dovesse diventare permanente. In generale, leggo che la Modalina è usata per trattare persone affette da schizofrenia e ciò mi doppiamente spaventa perché (come ho detto allo psichiatra) ho sofferto di DOC che era sparita verso i 18-19 anni ma si è ripresentata qualche mese prima di questi sintomi in una forma un po' più "grave" (mi provocava molto stress e ansia), anche se ormai avendoci fatto l'abitudine so benissimo dentro di me che queste ossessioni sono del tutto infondate anche se non è facile liberarsene completamente.
Quindi ecco, se sono un potenziale schizofrenico, allora comincerò ad assumerla insieme alla Sertralina. Mi rivolgo qui soprattutto perché non riesco più a contattare lo psichiatra e il medico di base non ha saputo fornirmi informazioni più dettagliate.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la modalina non viene utilizzata solo negli stati psicotici ma ha anche altre indicazioni "ufficiali", Le copio quelle da scheda tecnica "Per il trattamento delle manifestazioni di disordini psicotici. Per il controllo degli stati di ansia, tensione ed agitazione che si osservano nelle nevrosi o associati a somatizzazioni" per cui può essere indicata anche nel Suo caso. Evidentemente lo psichiatra, durante la visita, ha visto l'opportunità della prescrizione del farmaco.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro