Utente 159XXX
In passato ho chiesto altri consulti su neurologia per i miei problemi.
Vorrei chiedere se i sintomi che ho fanno parte dei miei soliti disturbi diagnosticati, o latro, perchè mi metto in pensiero ancora ho qualcos'altro.
Sintomi: Testa pesante o intronata, e sintomi a orecchie che aumentano come acufeni e sordità.Ma di più mi soffermo sulla testa pesante che mi da molto fastidio, non è dolore ma mi fa sentire come intontita o ubriaca e devo mettermi a letto, mi viene dal pranzo a sera.

Prima non sapevo se era da ansia o cervicale. o se il disturbo è diventato cronico che però per brevi periodi sparisce.

Negli anni passati ho fatto visite da neurologo,otorino,ora da psichiatra, Fatto alcuni esami.
Mi hanno diagnosticato dal 2010:vertigini parossistiche posizionali avevo avuto sindrome di meniere,Poi passata da allora.
Cefalea muscolo tensiva.
Da TAC: moderata artrosi,spondilosi,una piccola ernia cervicale,midollo che esce dalle vertebre, non so se è un altra ernia.
Ho sordità media e acufeni da 16 anni
Ho ansia,depressione leggera cronica,Agorafobia e panico.
insonnia cronica.
Ad agosto il panico mi ha fatto ritornare le vertigini e altri sintomi che erano diventate rare.
Da giugno sono peggiorata con il panico che mi fa peggiorare ansia e insonnia.
Con l'insonnia ho la testa stressata che dormo poco.

La testa intontita dipende dalle patologie che ho?


Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
la sequela patogenetica nel caso suo è la seguente: ansia - depressione - insonnia - debito di sonno - eccessiva sonnolenza diurna (o, come dice Lei, testa intronata). Questa catena deve essere interrotta nel suo momento cruciale, cioè nel punto che causa tutto: il disturbo emozionale rappresentato da ansia e depressione. Pertanto, il mio consiglio è che si affidi ad un Neurologo che la ascolti attentamente e Le indichi terapia idonea con e senza farmaci, per la risoluzione della sua problematica.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 159XXX

Dove vivo e nella città vicina nell'ASL non ci sono neurologi, così ha detto il mio medico, poi ci sono ospedali più lontani. Il primo neurologo mi aveva dato medicinali per l'insonnia, lo psicofarmaco non funzionava per l'insonnia ma per l'ansia e depressione si, poi avevo preso per un mese un sonnifero e aveva funzionato ma poi tornato, a maggio 2017 ero migliorata con i problemi e mi stava passando l'insonnia. Ma mi pare che da quando vado dal nuovo psichiatra peggioro con il panico, perchè quando vado a fare visite mi viene più ansia e panico. Ma gli devo ancora raccontare queste cose. Mi aveva detto di fare psicoterapia, visita psicologica e test, ma non posso andarci perchè mi viene panico e ansia e non posso camminare.

Le chiedo è normale che il panico prende alle gambe che le blocca o le paralizza e non fa camminare come capita a me?
L'ho detto allo psichiatra che avevo paura di avere qualche problema neurologico alle gambe.

Ma l'insonnia mi è peggiorata da giugno da quando ero peggiorata con il panico.
Ora tutte le sere bevo anche camomilla ma non funziona, ma stanotte ho dormito di più ma mi alzo sempre tardi e dopo pranzo la testa si stressa.
Da quando il mio medico ha detto che mi viene il panico quando devo dormire,allora mi viene veramente con ansia.
Questo mese di agosto è stato schifoso,mi sono ritornati tutti i disturbi che non mi venivano da tempo:vertigini,mal di testa,cervicale (mi viene ogni tanto), panico e ansia e attacco di ansia e insonnia.
Grazie per la risposta

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
Le ho già espresso il mio parere cui Lei ha dato una eloquente conferma riportando tutta la serie di manifestazioni con cui si esprime il suo disturbo ansioso. Se la terapia che Le è stata prescritta non ha funzionato, il caso deve essere rivalutato per ricevere una più corretta impostazione.
Vorrei poterle essere di maggiore utilità, ma il consulto online ha evidenti limiti che Lei ben comprende. La mia sensazione, cara Signora, è che Lei abbia una vera necessità di essere ascoltata per essere instradata nel modo migliore per uscire da questo circolo vizioso nel quale si trova.
Con cordialità
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 159XXX

Con lo psichiatra mi trovavo bene ma è successo un episodio alla visita che mi ha fatto peggiorare.
La prossima volta che vedrò lo psichiatra vedrò se mi cambia le medicine, mi aveva cambiato l'ansiolitico ma non mi fa niente e anche lo psicofarmaco sembra che non mi faccia più niente.La terapia che facevo era da 4 anni.

Gli scrivo solo cosa mi è successo per cui le ASL dovrebbero organizzarsi meglio e non danneggiare i pazienti.
-Con lo psichiatra mi trovavo bene, però dovevo ancora verificare se è veramente bravo, l'ho visto solo due volte e altre volte parlato al telefono.
A luglio è capitato che nella stessa stanza avevano messo la dottoressa guardia medica estiva e lo psichiatra ma loro non lo sapevano, poi c'era l'assistente dello psichiatra e mia sorella, appena entrata panico, poi lo psichiatra mi ha aiutato e mi era passato, mentre dicevo i fatti miei personali pensavo sempre che la dottoressa sentiva cosa dicevo. Quando dovevo uscire mi venne un forte panico, non riuscivo a camminare e come se ero diventata cieca, mi ci vollero tre persone a farmi camminare e a casa mi portò l'ass. dello psichiatra con l'auto.Poi un giorno dissi a telefono allo psichiatra che avevano sbagliato ci vuole privacy e ai pazienti con disturbi psicologici può dare fastidio vedere tante persone estranee in una piccola stanza, lo psichiatra disse che lo aveva detto all'ASL ma non ci potevano fare niente perchè c'era il telefono, semmai alla dottoressa la faceva uscire fuori.Ma le sembra normale questa cosa?
Io so che le visite neurologiche e psichiatriche e psicologiche ci deve essere la privacy.

Ora ho paura di andare a fare le visite e ho paura anche dello psichiatra. E anche il mio medico ha detto che mi veniva il panico con l'insonnia e poi mi veniva davvero. E da allora sono entrata in questo peggioramento forte.Di solito quando peggioro dopo due o tre mesi miglioro. Ora dovrei incominciare a migliorare e invece sono peggiorata molto.
Poi oltre ai disturbi psicologici mi vengono quelli dell, ma mia cervicale e mal di testa, ma pur avendo tutte queste cose sono razionale.

Grazie per le sue esaurienti risposte che mi rasserenano.

Cordiali saluti.