Utente 240XXX

Gent.mi Dottori,
vi contatto per un problema che mi porto avanti ormai da un po'...

Circa 30 giorni fa accusavo un dolore temporaneo della durata di 10/15 minuti che si irradiava dalla mascella sinistra nella zona di un dente pre-molare. Il dolore si manifestava da disteso, non era lancinante ma si sentiva bene! Due giorni dopo ho notato anche un senso di intorpidimento che coinvolgeva l'emivolto sinistro in corrispondenza della mandibola, mascella, nella guancia sinistra e nelle tempie.

La sensazione è quella di intorpidimento, la sensibilità è sempre stata la medesima in tutto il volto. Ho fatto 20 giorni fa la visita odontoiatrica ed ho devitalizzato un dente che era molto vicino all'area dove si irradiava il dolore.

Mi sono recato però 14 giorni fa in PS dato che il dolore era sparito ma persisteva la sensazione di intorpedimento (e persiste tutt'ora), in PS hanno eseguito una visita neurologica (negativa) ed hanno fatto una TC all'encefalo ed al Maxillo facciale (entrambe negative).

Per il completamento diagnostico il neurologo ha prescritto una RM encefalo con e senza MDC. Attualmente il dolore è sparito ma persiste il senso di intorpidimento che in alcune giornate è maggiore ed in altre è minore.

La mia paura più grande è relativa alla possibilità che si tratti di una Sclerosi multipla, il medico di base tende ad escludere questa possibilità ma il neurologo ha riferito che in alcuni casi, sopratutto nei più giovani può manifestarsi anche con una nevralgia del trigemino.

Leggendo un po' su internet ho visto i sintomi della nevralgia del trigemino e devo dire che l'area interessata è quella ma io non sperimento fitte fulminee, piuttosto è una sensazione di lieve intorpedimento continua nel tempo senza dolore.

In attesa di svolgere l'RM (c'è un po di attesa) volevo conoscere un vostro parere. La TC non può escludere neanche minimamente che si possa trattare di SM?

Grazie mille in anticipo, sono veramente in trepidazione ed ho non poca paura.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

un interessamento del nervo trigemino è possibile ma non si tratta della classica "nevralgia trigeminale", almeno al momento.
La TC encefalica a volte può evidenziare alterazioni demielinizzanti ma l'esame di prima scelta resta la RM come già Le ha detto il neurologo.
Attenda quindi l'esito dell'esame.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 240XXX

Gent.mo Dott Ferraloro,
la ringrazio molto per la sua risposta, il fatto che non si tratti della classica nevralgia trigeminale è positivo o meno?
Da un certo punto di vista il fatto che tutto sia emerso dall'inizio del dolore al dente mi fa stare più tranquillo, anche se quello che poi mi fa ripiombare nell'ansia è che è passato un mese ed il fastidio resta costante...
Per fare la RM devo attendere ancora una ventina di giorni, è davvero snervante.

Grazie
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

capisco la Sua ansia per l'attesa della RM ma La inviterei a stare tranquillo.
Sì, che non sia una classica nevralgia del trigemino è un elemento positivo.
Le ricordo che oltre un problema prettamente odontoiatrico può esserci anche come fattore causale un disturbo dell'atm, cioè dell'articolazione temporo-mandibolare.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 240XXX

Gent.mo Dott Reffaloro,
la ringrazio molto, mi ha trasmesso un po' più di tranquillità.

Se le fa piacere la terrei aggiornata con l'esito della RM (quando arriverà) se non sono di troppo disturbo.


Grazie e buona giornata

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Nessun disturbo, ci mancherebbe, leggerò volentieri il referto.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro