Utente 467XXX
Salve da mesi soffro di mal di schiena, ad agosto dopo essere stato in macchina per ore e dopo aver riposato poche ore su di un materasso scomodissimo sono rimasto bloccato, dopo qualche settimana ho iniziato a muovermi nuovamente ma non riesco a camminare bene e non riesco a stare in piedi a causa di fascicolazioni (contratture tipo crampi che durano qualche secondo ad entrambe le gambe), dolore ai glutei e difficolta di deambulazione, ogni tanto ho delle crisi di freddo di 15-20 minuti e vado spesso a fare minzione. ho fatto la RNM con questo esito: "rettileizzata la lordosi lombare per contrattura muscolare antalgica. grossa ernia discale mediana-paramediana sn, nel contesto di una protusione a largo raggio si documenta tra L4-L5, cui concomita tessuto di granulazione circostante. Nettamente improntato il sacco durale. Modesta protusione discale mediana tra L5-S1. regolari l'ampiezza del canale, la delineazione del cono midollare e delle radici della cauda." ho fatto cura di lyica e iniezioni di cortisone senza alcun effetto positivo tanto da interrompere la cura di lyrica che mi dava problemi allo stato emozionale. sono preoccupato perchè faccio l'agricoltore e questi dolori mi impediscono di lavorare, di stare in piedi, e non accennano a diminuire. sono stato anche da un osteopata e nel pomeriggio di oggi vado dal dentista per limare dei denti in contrasto dopo una cura di due brutte grandi carie dx e sx su gli ultimi molari operata in concomitanza con l'insorgenza dell'infiammazione del nervo sciatico. La prego chiunque legga di darmi un parere sulla possibile patologia e se ritenete necessaria l'operazione. grazie per il lavoro che svolgete per tutti noi!. è possibile che l'infiammazione acuta che ho al nervo sciatico di dx e sx possa dar luogo a questi sintomi così invalidanti? è possibile che l'ernia e l'infiammazione compromettano o danneggino il mio sistema nervoso? i danni possono essere permanenti?. grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

i reperti riscontrati a livello lombosacrale possono giustificare la sintomatologia riferita, ovviamente è necessario visionare attentamente le immagini della RM e correlarli con l'esito dell'esame neurologico per escludere eventuali deficit neurologici e valutare il tipo di trattamento più idoneo al Suo caso, cioè se orientarsi verso una terapia conservativa (farmacologica e/o fisica) o chirurgica. Questa valutazione non si può fare a distanza perché viene a mancare la parte più importante dell'iter diagnostico, cioè la visita medica, pertanto il consiglio che Le posso dare è di rivolgersi ad un neurologo o ad un neurochirurgo.
Chiede se possa avere danni permanenti, questo lo deve stabilire la visita specialistica con eventuali altri esami diagnostici, per es. un'EMG.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro