Utente 462XXX
Buonasera a tutti,
vi scrivo perché vivo un periodo di grande difficoltà e di grande ansia, dal quale vogli uscire.
Esattamente due anni fa ho accusato un forte dolore tra il petto e l'ascella sx che è durato per 2 giorni, al quale si aggiunse un improvviso ed insopportabile formicolio alla testa. Visto la strana sintomatologia andai addirittura al pronto soccorso, ma dopo svariati esami (anche l'enzima del cuore), mi dissero che avevo semplicemente una forte nevralgia associata ad uno stato d'ansia. Dopo avermi dato qualcosa per calmarmi, delle gocce sotto la lingua delle quali non conosco il nome, mi prescrissero l'Oki 3 volte al giorno per 5 giorni se non erro. Ne parlai al mio medico e mi disse che era quella che comunemente si definisce cervicale.
I sintomi sono tornati in forma lieve nel corso del tempo fino ad un anno fa, quando improvvisamente nelle vacanze natalizie ho iniziato ad avvertire un forte dolore nella zona del bacino, in particolare a dx, ma anche a sx. Dopo svariate visite dal mio medico di base e varie ipotesi (dal meteorismo, alla stitichezza ad una possibile infiammazione dell'appendice) dopo un'ecografia addominale completa che escludeva tutto tranne il meteorismo, giungemmo alla conclusione di una piccola ernia inguinale. Al seguito di una visita proctologica, soffro sporadicamente di emorroidi e ragadi, mi hanno riscontrato una piccola ernia anche a sinistra.
Nel corso dell'anno questi sintomi sono riapparsi sporadicamente ed in forme più lievi, per l'ernia ovviamente non potevo fare niente, se non usare un tipo di biancheria più adatto e prendere degli integratori intestinali, visto che medico di base e proctologo mi avevano detto che anche la presenza di un po' di meteorismo o di lieve stitichezza potevano portare maggiori dolori.
Esattamente dopo un anno, anzi in realtà prima perché parliamo dello scorso settembre, i sintomi della cervicale sono ricomparsi con forza ma anche di nuovi: oppressione al petto, dolore a tutto il braccio sx, collo, formicolio e il più fastidioso di tutti, ilformicolio e il bruciore alla lingua. Il tutto sempre con prevalenza al lato sx. Il mio medico mi ha ribadito che era tutto associabile sempre alla cervicale. Ho tamponato solo con l'oki, fino a quando nei giorni di natale i sintomi sono peggiorati. Oltre a quanto descritto sopra ho cominciato ad avere dei leggeri tremori alle cosce e nei pressi del ginocchio sx e uno strano fastidio alla mano sx, in pratica a volte la parte muscolare tra pollice ed indice pulsa visibilmente per qualche secondo. I tremori sono arrivati anche al braccio dx e a volte accuso anche dolori intercostali e alla base della schiena. In più in alcune giornate urino spesso, anche 4-5 volte in 6-7 ore, senza bere particolarmente. Ho letto che volendo è tutto associabile a cervicalgia o problemi della colonna come artrosi ed ernia cervicale. Fermo restando che voglio fare degli esami specialistici, è davvero tutto associabile a disturbi simili? A me sembra strano

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente.

la possibilità dell'origine cervicale della sintomatologia ovviamente esiste ma, considerata l'eterogeneità dei sintomi, una visita neurologica sarebbe utile per approfondire il caso.
Una volta escluse cause neurologiche, è opportuno studiare la colonna cervicale mediante esami diagnostici appropriati, per es. RM, e poi rivolgersi ad un fisiatra.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 462XXX

Salve dottor Ferraloro, mi scuso per il fatto che la rispondo solo ora. Ma purtroppo non mi era mai arrivata la mail in cui mi si diceva che avevo ricevuto una risposta.
Detto ciò, nel frattempo ho svolto tre RX.
Una cervicale, una lombo sacrale e una dorsale.

Il referto è il seguente:
Nella proiezione A.P.: deviazione scoliotica sinistro-convessa, ad ampio raggio di curvatura (di lieve entità) del rachide cervico-dorso-lombare alto; nella proiezione L.L.: perdita di lordosi cervicale; accentuazione della cifosi dorsale; conservata la lordosi lombare.
Normale ampiezza canale spinale.
Iperplasia della apofisi trasversa destra della C7.
Non evidenza di altre alterazioni morfo-strutturali dei metameri esaminati; conservata l'ampiezza degli spazi discali.

Andrò dal mio medico di base, ma mi farebbe piacere anche un'altra spiegazione del referto e anche se da ciò è possibile ricondurre la natura dei sintomi a questi problemi riscontrati.
Va detto che negli ultimi 15 giorni i fastidi si sono calmati, in concomitanza anche con il miglioramente del clima, solo a tratti ho dei dolori intercostali, soprattutto a destra. Va detto che sono aumentato molto anche di peso, probabilmente dovrei perdere 15-20 kg.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si dovrebbero visionare le immagini della radiografia per dare un parere attendibile, dal referto i reperti riscontrati sembrerebbero di entità lieve, non tali da giustificare la sintomatologia descritta precedentemente, tuttavia la visione diretta delle immagini può dare una diversa interpretazione, soprattutto valutando la perdita della fisiologica lordosi cervicale.
Si rivolga al medico curante per avere un parere diretto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 462XXX

Buonasera dottore. Devo dire che la sua risposta mi ha messo un po' d'ansia, in quanto questa mattina mi sono recato dal medico di base. Ha guardato radio e referto e mi ha chiesto se tra le varie cose avevo avuto fastidi alle cosce e gli ho ricordato di si, che anzi proprio i sintomi alle gambe simili a quelli della cervicale per spalle e braccia mi avevano allarmato.
Al che lui mi ha detto con grande semplicità che la causa di tutti questi problemi è la vita estremamente sedentaria, unita al sovrappeso e alla forte umidità.
Mi ha semplicemente consigliato di svolgere attività fisica, preferibilmente il nuoto.
Non ha voluto mandarmi da un ortopedico, figurarsi neurologo o simili, in quanto mi avrebbe detto le sue stesse cose, al massimo mi avrebbe dato delle costose fisioterapie che avrebbero avuto lo stesso effetto dell'attività fisica.

Posso dire solamente che dalla mia prima richiesta di consulto qui i sintomi sono sicuramente migliorati. I dolori e tremori sono quasi scomparsi ed anche i movimenti nervosi involontari della mano. Per l'Urinazione probabilmente erano altri problemi che ho in gran parte risolto con una particolare attenzione igienica e delle creme e saponi specifici.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

bene, come Le avevo detto, il parere diretto del medico è senz'altro più attendibile del nostro a distanza che in realtà siamo al buio. Segua le sue indicazioni e stia tranquillo, a maggior ragione che la sintomatologia è migliorata significativamente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro