Utente 198XXX
Soffro di emicrania da anni, ho provato tutti i farmaci da banco senza alcun successo, ho fatto risonanza, holter pressorio e dinamico, rx, analisi varie al sangue! Nulla di preoccupante, il cardiologo ha trovato una lieve insufficienza mitralica ed episodi di bradicardia notturna. La mia emicrania arriva una volta al mese e dure 2 gg interi senza sosta, peggiorando di notte a letto. Parte da un lato e pian piano in 24 ore arriva all'altro per poi passare da solo. Solitamente arriva 2 gg prima del ciclo per sparire con l'arrivo delle rosse. Adesso capita che questa emicrania arrivi anche in periodi insospettabili tipo questo mese, 3 gg continui di dolore invalidante che mi porta anche ansia e ovviamente nervosismo. Sono interessati soprattutto i lati dietro e sotto l'orecchio, non é un dolore pulsante. Il mio medico curante mi ha scritto un topo di triptano che ho paura di assumere per gli effetti collaterali. Sono preoccupata, vorrei capire cosa non va, se posso provare qualcosa di alternativo che mi dia sollievo, grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

probabilmente la Sua è un'emicrania associata al ciclo mestruale che si manifesta qualche giorno prima del ciclo.
Se Lei ha un ciclo normale potrebbe anche effettuare una miniprolilassi per pochi giorni al mese, tale miniprofilassi può essere fatta sia con triptani, che a questo livello hanno una funzione preventiva che con altre tipologie di farmaci che non appartengono agli antidolorifici. Questa possibilità la dave valutare però un neurologo esperto in cefalee.
In alternativa ovviamente può assumere, così come è stato prescritto, il triptano solo per stroncare l'attacco sia quello in fase premestruale sia se dovesse verificarsi al di fuori di questo periodo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 198XXX

Grazie dottore, ho la visita neurologica la prossima settimana, spero solo di non diventare schiava dei farmaci sbagliati e peggiorare la situazione. La mia preoccupazione comunque nasce anche dal fatto che mia nonna ha avuto un tumore al cervello che hanno scoperto proprio questo causa di mal di testa fortissimi, fortunatamente fu operata e guarita del tutto.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

Lei scrive che soffre di emicrania da anni per cui il Suo timore è poco fondato, peraltro l'attacco è tipicamente premestruale, periodico, ciò farebbe escludere le patologie che teme.
Riguardo i farmaci, una cefalea che si presenta una o due volte al mese non presuppone un abuso farmacologico con FANS o triptani.
Veda cosa Le dirà il neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 198XXX

Salve dott., sono stata dal neurologo il quale mi ha confermato che trattasi di cefalea legata al ciclo. Mi ha prescritto bustine di migratens da assumere prima e dopo il ciclo e ibuprofene tre gg prima del ciclo. All'occorrenza devo prendere il triptano. Inoltre mi ha prescritto esami per alterazione genetica mthfr, omocisteina, bit. B12. Già oggi ho di nuovo mal di testa, tre 3 gg deve arrivare il ciclo, ho iniziato già le bustine e preso ibuprofene. Gli esami prescritti sono necessari secondo lei? Se ci fosse qualche alterazione come si dovrebbe intervenire?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

gli esami sono stati prescritti per un approfondimento diagnostico.

"Se ci fosse qualche alterazione come si dovrebbe intervenire?" Poi si vedrà in base al tipo di alterazione, per il momento è prematuro porsi questa domanda.
Potrebbe infatti non riscontrarsi nulla.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 198XXX

salve dottore, ho fatto le analisi al sangue come prescitto dal neurologo.... folati e vitamina B12 bassi ma entro il limite, omocisteina lievemente più alta del limite (13,9 - limite 13).
Con questi valori cosa è consigliabile fare? il mio medico curante mi ha sconsigliato di fare il test mutazione genetica, sarebbe comunque opportuno farli e non è necessario? riguardo alla mia emicrania, ho preso una rilamig e due ore dopo mi è passato tutto senza alcun effetto collaterale, tranne qualche brivido di freddo poi sparito.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il livello di omocisteina è lievemente aumentato, non in maniera significativa per cui posso concordare con quanto detto dal medico curante.
Ritengo però corretto chiedere al neurologo che l'ha visitata e che La conosce ovviamente meglio di noi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 198XXX

Salve dottore a causa di ascesso a un dente sto prendendo antibiotico claritromicina 500gr, ora ho mal di testa forte, posso prendere il rilamig? Sono possibili reazioni indesiderate preso in contemporanea all'antibiotico? La prego di rispondermi al più presto.... Grazie

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

in generale non sono riportate interazioni negative tra la claritromicina ed il rilamig.
Non conoscendo il Suo caso però, si rivolga al medico curante o al neurologo in quanto a distanza è vietato consigliare farmaci.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 198XXX

Certo lo capisco, spero a questo punto di resistere col mal di testa, non voglio prendere troppi farmaci