Utente 464XXX
Salve, non mi è stato possibile inserire il mio consulto nell’apposita categoria, spero che anche in questa sede possa ricevere delle risposte. Sono una ragazza di 27 anni, soffro di emicrania da molti anni. Sono stata in cura per diversi anni, ho cambiato tante terapie, tra cui l’ultima a base di topiramato. Il mio medico, mi prescrive il difme3 in caso di attacco, ma ogni volta noto che l’assunzione mi provoca dei disturbi davvero limitanti: vertigini, stordimento, problemi gastrointestinali, confusione e stato ansioso. È possibile attribuire questa sintomatologia all’indometacina? È una mia reazione particolare causata da un’intolleranza al principio, o sono effetti collaterali riscontrabili comunemente?
Ringrazio cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

i sintomi riferiti, se cronologicamente correlati all'assunzione del farmaco in questione, possono essere effetti indesiderati del farmaco stesso, tali sintomi sono frequenti a verificarsi col difmetre.
Considerato che definisce tali disturbi "limitanti", Le consiglio di avvertire il neurologo che La segue per un eventuale sostituzione del farmaco.
Il topamax si sta dimostrando efficace?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 464XXX

Grazie per la tempestiva risposta. Il topamax ha dato risultati per 6 mesi, adesso stanno riaumentando gli attacchi in un mese e il neurologo dice che dobbiamo cambiare nuovamente terapia, se non ho capito male parlava di betabloccanti. Anche perché anche il topamax mi ha dato un’infinità di problemi, tra cui una notevole perdita di appetito e di conseguenza dimagrimento.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, il dimagrimento è uno degli effetti collaterali più frequenti del topamax, quando la perdita dì peso è eccessiva si deve sostituire il farmaco.
I betabloccanti sono un'altra classe di farmaci che vengono utilizzati nella prevenzione dell'emicrania, con buona efficacia e se ci sono le condizioni, per es. in soggetti non bradicardici (che non hanno una bassa frequenza cardiaca).
Consigliato è un ECG prima di iniziare la terapia riferendo al cardiologo il motivo per cui si è richiesto l'esame.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro