Utente 502XXX
Buonasera dottori questa mattina mi trovavo in aereo e improvvisamente ho sentito dei forti pungiglioni,come degli aghi che si infilzassero nella parte laterale destra della testa poi sotto l'orecchio e nelle gengive. Mi sono preoccupata perché il dolore era talmente forte che non riuscivo a parlare. Inizialmente pensavo ad un problema all'orecchio dovuto alla decompressione ma non era così perché non avevo alcun fastidio dentro l'orecchio ma sotto lateralmente verso la gola. È durato per alcuni minuti e poi è rimasto un forte dolore di testa e qualche pungiglione più leggero nel collo. Cosa può essere successo? Dovrei fare qualche particolare esame? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

è nota una particolare forma di cefalea che si manifesta in alcuni soggetti in aereo (cefalea attribuita a viaggio in aereo), specialmente nella fase di atterraggio ma può iniziare improvvisamente anche dopo il decollo.
In questi casi di solito la cefalea migliora dopo circa mezz’ora dalla discesa, è unilaterale, di solito a stilettate, qualche volta pulsante.
Lei si riconosce in queste caratteristiche?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Si grazie in realtà era quasi all'atterraggio.. volevo sapere ogni qualvolta prendo l'aereo devo fare qualcosa? Dimenticavo di dirle che la sera ho ripreso l'aereo ma non è successo nulla .

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la mia era solo un’ipotesi a distanza, senza la pretesa di essere una diagnosi.
Comunque anche una "cefalea da aereo" può non manifestarsi in tutti i viaggi.
Se la cefalea dovesse insorgere al di fuori di questi viaggi va fatta una diagnosi corretta da parte di un neurologo.
Se invece venisse confermata, come prevenzione si può assumere un antidolorifico prima della partenza che in più del 50% dei soggetti è stato efficace, riducendo di molto l’entità del mal di testa o addirittura non facendolo manifestare.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 502XXX

GRAZIE

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro