Utente 136XXX
Buonasera scrivo per mia moglie di 31 anni. Ha partorito da 4 mesi. Durante l ultimo periodo della gravidanza (trascorsa serenamente) ha iniziato ad avvertire un fastidio tipo dolore nella coscia esterna sinistra. Dopo che ha partorito questo dolore si è trasformato in ipersensibilità. In seguito questo fastidio tipo intorpidimento l ha avuto alle prime 3 dita della mano sinistra (abbiamo subito pensato che potesse essere per il fatto che tiene molte ore il.bimbo in braccio e fa peso su quella mano) e ad oggi ha lamentato anche al piede sinistro lo stesso intorpidimento. Anche qui ho pensato alle lunghe ore in piedi scalza in casa per tenere il bimbo in braccio. Non ha calo di forze,anzi non capisco dove trova l energia. Ha da sempre problemi alla postura, scoliosi ed iperlordosi. Nel 2011 fece una visita neurologica e per scrupolo rm encefalo sia nel 2011 e nel 2012 dove risultavano solo aree di golosi aspecifica. In seguito il neurologo per accertarsi la "provenienza" di questi gliosi le fece fare moltissimi controlli ed analisi tutti risultati sempre negativi. A breve per scrupolo prenoto una visita neurologica ma vorrei chiedere una cosa. Possibile che la gravidanza possa aver creato questi disturbi si ipersensibilità e intorpidimento o dobbiamo pensare al peggio (visto che cercando sul web si trova di tutto e di più di cose peggiori). Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il disturbo che Sua moglie lamenta a livello della coscia esterna, soprattutto se nella parte alta, potrebbe essere la cosiddetta meralgia parestesica di cui la gravidanza può essere un fattore favorente.
Le altre condizioni che descrive potrebbero avere un'origine posturale o da problematiche alla colonna vertebrale.
Condivido l'opportunità della visita neurologica per avere una valutazione diretta del caso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 136XXX

Grazie mille per l immediata risposta. Ma malattie come la tanto temuta sla centra qualcosa con questi sintomi? Gli gliosi aspecifici trovati nel 2011 potrebbero causare questi sintomi? Ci siamo spaventati con l'arrivo dei disturbi di mano e piede nella stessa parte del corpo. Pensando a patologie ben più gravi

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

La sla assolutamente no, questa malattia esordisce con deficit motori, dei movimenti, quelli riferiti sono invece sintomi sensitivi, nulla a che vedere con la malattia che teme.
Escudo pure che tali sintomi siano causati dalle gliosi aspecifiche riscontrate precedentemente.
Piuttosto perché è stata effettuata allora la RM?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 136XXX

Buongiorno la ringrazio per l attenzione e le risposte. Nel 2010 la risonanza magnetica con mezzo di contrasto fu fatta perché mia moglie lamentava sintomi quali lievi tremori e sensibilità ridotta nella parte destra del corpo, ed in seguito ad una visita neurologica per escludere patologie demielinizzanti fa fatta la prima rm. Nell anno successivo 2011 fu rifatta per solo scrupolo di mia moglie. Dopo l esito della prima rm il neurologo fece fare esami del sangue specifici e un controllo al cuore (tutti risultati negativi) per capire la provenienza degli gliosi aspecifici. Alla fine concluse che con tutti gli esami negativi, i problemi quali tremori lievi e sensibilità alterate erano dovute a problemi posturali. Questo però nel 2011 e nella parte destra. Oggi invece nella parte sinistra. Una domanda. Il camminare scalza per casa tenendo il bimbo di 7 kg in braccio per ore, potrebbe portare ad un intorpidimento che non passa delle dita della mano e del piede? Questi sintomi sono tutti apparsi dopo la gravidanza. Grazie per l attenzione

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le dicevo precedentemente, problemi posturali potrebbero causare la sintomatologia riferita, ovviamente in generale, non posso conoscere il caso specifico di Sua moglie.
Anche portare pesi per tempi prolungati potrebbe essere un fattore scatenante.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 136XXX

Grazie mille per le sue risposte. Domani prenoto una visita neurologica. Buona domenica anche a lei

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 136XXX

Buongiorno chiedo scusa se aggiungo un'altra domanda. Un aneurisma che da anni mi angoscia solo l' idea dell'esistenza di una problematica così da sintomi che ho descritto o senza rottura è asintomatico? Grazie buona giornata

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un aneurisma non rotto è asintomatico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 136XXX

Grazie di cuore delle risposte. Buona giornata