Utente
Buonasera, da qualche settimana avverto uno strano senso di confusione o sbandamento. Non saprei come altro definirlo. Da febbraio ad ora mi sono spesso ammalata con frequenti infezioni delle vie respiratorie e, durante una tonsillite ( avuta a febbraio), ho avuto un forte episodio di emicrania per cui sono andata in ps ma mi hanno solo fatto una flebo e rimandata a casa. Da questo episodio di tonsillite, non mi sono più sentita bene. Stanchezza e debolezza, mal di testa e giramenti di testa occasionali ( 1 vv a sett circa) e costante raucedine e mal di gola intermittente. Negli ultimi 15 gg questo senso di stordimento o vertigine è aumentato. Ogni volta che tossisco e mi schiarisco la voce, sento questo stordimento che arriva, alcune volte sento come una scossa elettrica nella fronte, che si propaga su braccio e mano. Non sento di perdere l'equilibrio, non mi capita di veder girare o di sentirmi girare, sento come un'onda di stordimento che va e viene. In questi giorni mi capita anche quando mi muovo velocemente, inoltre mi danno fastidio i rumori forti. Qualche notte fa mentre dormivo, ho avuto una vera e propria vertigine, tutto intorno a me girava, ma è stato un episodio isolato ( anche se credo mi sia cspitato altre 2 o 3 volte negli ultimi mesi). Ho effettuato una visita dall'otorinolaringoiatra, il quale non ha riscontrato grosse problematiche. No ipertrofia dei turbinati, prove neurologiche nella norma, solo un po di cwtarro nelle orecchie in quanto il timpano non era limpido. Dice che potrebbe darsi che abbia un accumolo di catarro che può darmi questo senso di stordimento e mi ha prescritto una terapia con aereosol per 15 gg, dopodiché eventualmente fare rm per vedere i seni paranasali. Io credo che questi sintomi non possano essere riferiti solo ad un po di probabile catarro, e temo ci sia qualche fattore neurologico. Non so senache capore se siano verrigini vere e proprie, forme di emicrania o altro, non so dare un nome a questi sintomi che avverto.
Vorrei sapere quali potrebbero essere le possibili diagnosi e quali altre cose indagare. Sinceramente non so a chi rivolgermi, lw persone accanto a me minimizzano, mentre io mi sento ogni giorno peggio e non so cosa pensare ne a chi rivolgermi. In ultimo sottolineo che ho hashimoto in cura con eutirox 100

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

Lei parla di emicrania, è una diagnosi che Le hanno fatto o è un termine che Lei utilizza per indicare un mal di testa?
Ha mai effettuato una visita neurologica?
Soffre di problematiche cervicali in generale?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buonasera.
Parlo io di emicrania, ma quel giorno in ps non hanno fatto una diagnosi. Mi hanno solo fatto una flebo e mandata a casa col consiglio di tornare per fare una rm nel caso in cui ricapitasse. L'ho definita io così perché avevo un forte dolore che faceva tutto il "giro" della testa, con difficoltà a tenere gli occhi aperti per la luce o difficoltà nello stare con la testa alzata.
Non ho mwi fatto una visita neurologica, solo ieri una dall'otorinolaringoiatra, indirizzata dalla mia famiglia in quanto reputano si tratti di sinusite ( ma in realtà il dott non ha riscontrato nulla di così evidente che possa spiegare tutti i sintomi e non ha fatto una diagnosi, limitandosi a prescrivere aereosol). Secondo lui quelle che descrivo non sono vertigini, per cui non ha ritenuto opportuno fare le apposite prove.
Per la cervicale si, ne soffro, mi sono anche recata dal mio osteopata che mi segue da tempo ( vado per formicolio notturno delle mani e dolore cervicale in seguito s colpo di frusta ormai 8 snni fa circa) ma non ha riscontrato al momento nessuna problematica che possa spiegare i sintomi ( un mese fa circa, invece, avevo bloccate delle vertebre cervicali ed abbiamo attrbuito i sintomi a questo, ed effettivamente per un po sono stata meglio).
Spero di aver risposto esaustivamente a tutte le sue domande.
Aggiungo che negli ultimi mesi ho vissuto un periodo di forte stress per problematiche familiari, ed inizialmente avevo sttribuito questo "malessere generale" a fattori psicosomatici, mentre ora sempre più si vanno delineando precisi sintomi che mi csusano disagio quotidiano soprattutto sul lavoro ( sono una psicologa, parlo tutto il giorno, e a lavoro ieri ho fatto molta fatica per il fastidio che mi dava la mia stessa voce ed i continui giramenti di testa/ senso di stordimento ogni volta che tossisco o mi schiarisco la voce ) Grazie per la disponibilità!

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è possibile che la sintomatologia sia causata da tensione o contrattura muscolare, compresa la cefalea che pertanto potrebbe essere stata di tipo tensivo.
L'ipotesi della tensione muscolare può giustificare il "senso di stordimento ogni volta che tossisco o mi schiarisco la voce".
Se il problema dovesse persistere effettui una visita neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buonasera, torno a scriverle in quanto ieri mi sono recata in ps perché i sontomi perdurano e sembrano aumentare e modificarsi.
Sono stati effettuati esami ematochimici di base, nella norma, e tac cranio nella norma. Domani devo recarmi presso l'ambulatorio di neurologia per effettuare un eeg. Continuo ad avere grande sensibilità ai suoni, che mi creano un senso di confusione nella testa. In alcuni momenti sento come delle scosse in fronte e una strana sensazione che non so bene spoegare ( come delle fitte che durano una frazione di secondo, simili alla sensazione che si prova quando si sogna che si sta cadendo, come un colpo alla testa). Non sono mai scenuta, non ho mai perso i sensi o sono stata disorientata. Insorge poi anche una sorta di mal di testa caratterizzato da nin troppo dolore, testa pesante e come una sorta di tensione alla fronte ( che se mi tirasse la pelle e sentissi la testa come in una pentola a pressione).
Ora mo chiedo:
La tac negativa e glo esami di base nella norma possono escludere la presenza di neoplasie? O può essere necessario fare altri approfondimenti perche la sola tac senza contrasto può non mettere in luce alcune forme tumorali?
Dalla tac si sarebbe vista la presenza di sinusiti o di patologie a carico della cervicale che possono causare questi sintomi?
Da quel che ho capito l'eeg di domani servirebbe per escludere la presenza di epilessia, nel caso fosse negatovo cosa mi consiglierebbe di fare? È possibile che si tratti di una forma di emicrania, e che questa duiri da almeno 4 gg in forma più intensa?
Sono un po' preoccupata, mi scusi per le tante domande

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la TC encefalica negativa può escludere neoplasie cerebrali in quanto una neoplasia per dare una sintomatologia evidente deve raggiungere dimensioni notevoli da comprimere le strutture cerebrali vicine. Tali voluminose neoplasie non possono sfuggire neppure alla TC.
Tra le ipotesi possibili Le ricordo la cefalea tensiva e quella emicranica, solo ipotesi però.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buonasera dott.
Dall'eeg di oggi è emerso "disritmia theta a morfologia aguzza con aspetto parossistiche attivate alla hp". In sostanza il neurologo mi ha spiegato che di è evidenziata un'attività irritativa epilettogena all'hp , di natura aspecifica, ma che in assenza di veri e propri attacchi epilettici crede possa essere riconducibile ad una forma di emicrania. Mi ha prescritto a completamento della diagnosi una angio rm e mi ha indirizzata ad un centro cefalee. Inoltre mi ha prescritto topamax, che dice esserw utile sia per l'emicrania che per l 'epilessia. Io continuo ad avere questo i soliti sintomi, senza mai avere una vera e propria forte emicrania. Solo confusione, stordimento, attimi di fitte come scosse, e a volte pesantezza alla fronte, come se tirasse. Cosa ne pensa lei? Trova utile rivolgermi ad un centro cefalee o eventualmente anche ad un centro per l'epilessia?grazie

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'attività irritativa riscontrata all'EEG è aspecifica, tali reperti si possono riscontrare anche in soggetti emicranici, come Le ha spiegato il collega elettroencefalografista, e non sono indicativi di epilessia in assenza di crisi.
Condivisibile il consiglio di rivolgersi ad un centro cefalee o ad un neurologo esperto in cefalee.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro