x

x

Perdita olfatto dopo trauma cranico

Due settimane fa ho subito un trauma cranico, frattura occipitale e contraccolpo nella parte frontale con anche focolai emorragici.

Sono stata portata in pronto soccorso dai miei genitori poiché dopo la botta presa ci sono stati degli episodi di vomito e dopo 3 giorni in ospedale sono stata dimessa.

Fortunatamente sono passati anche in pochi giorni gli episodi di cefalea e ora sto vivendo la mia vita normalmente, se non fosse per questo problema per cui non sento assolutamente nessun odore e riconosco solo alcuni gusti.

Volevo sapere se rimarrò così per sempre o meno.

Sono una ragazza di 16 anni e mi sento davvero bene ora ma sono avvilita e sto morendo di ansia per questo motivo.

Tra 3 giorni ho comunque la RM di controllo dopo 20 giorni dal trauma, speriamo bene.

Spero che questo piccolo inconveniente sia dovuto ai focolai emorragici e che appena riassorbiti completamente starò meglio.

Sennò dalle 3 TAC eseguite sarebbe uscito qualcosa no?

Aspetto una risposta, cordiali saluti.
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 6,4k 346 278
Cara ragazza,
il disturbo che hai descritto si definisce come "anosmia post-traumatica" ed è legata a lesione delle terminazioni olfattive che dal cervello arrivano alla mucosa nasale, attraversando una struttura ossea della base del cranio che si chiama "lamina cribrosa dell'etmoide". A seguito del contraccolpo, questi filuzzi nervosi subiscono una lacerazione nei fori della lamina cribrosa. L'olfatto, nella maggior parte dei casi, tende a riprendere a distanza di settimane o mesi. Ovviamente questo dipende dall'entità della lesione causata dal trauma.
Auguri

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it