x

x

Attacco ischemico transitorio

Buonasera, chiedo un consulto per conto di mia madre 54 anni in sovrappeso.
5 mesi fa ha avuto un episodio in cui per pochi secondi ha avuto difficoltà a parlare e indolenzimento della mano destra.
Purtroppo non abbiamo dato molta importanza all accaduto ma ieri sera dopo cena ha avuto un episodio simile ma più grave che è durato qualche minuto sempre con perdita di sensibilità alla mano destra e bocca impastata difficoltà a parlare.
Ovviamente abbiamo chiamato l autobulanza ma quando sono arrivati lei stava già meglio e ci hanno consigliato di accompagnarla al pronto soccorso dove hanno fatto elettrocardiogramma negativo, tutti i vari test tipici della ictus (sorriso, stretta di mano) negativi e una TC alla testa negativa quindi è stata dimessa con la raccomandazione di fare visita neurologica se si ripresenta una sistemazione analoga.
Stamattina è andata dal medico di famiglia è ovviamente ha confermato che si trattava di un attacco ischemico transitorio ma ha solo detto che deve mettersi a dieta in quanto la pressione era alta (sia ieri sera all' arrivo dell' autobulanza sia oggi pomeriggio durante la visita) e la glicemia insieme all altro parametro del diabete nelle ultime analisi del sangue erano alti.
Dopo due settimane di dieta ha detto che dovrá ripetere tutti gli esami.

Ovviamente sono d accordo con il medico ma leggendo che un TIA può anticipare un ICTUS vero è proprio mi sarei aspettato che le avesse dato qualche medicina come aspirina o anticoagulanti ed esami da fare come ecodoppler carotidi ed ecografie cuore per escludere fibrillazione atriale.
Sono molto preoccupato quindi vorrei avere un consiglio anche qui online sulla situazione.
Grazie
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71.5k 2.2k 23
Gentile Utente,

l'ipotesi TIA è concreta. Come procedere? Oltre la visita neurologica sono indicati anche un ecodoppler dei tronchi sovraortici (TSA) e visita cardiologica con esami strumentali.
Necessario tenere sotto controllo pressione arteriosa, glicemia e colesterolo e praticare attività fisica costante se possibile, anche lunghe passeggiate di 30-45 minuti.
La terapia con antiaggreganti è certamente consigliata se non ci sono controindicazioni per cui in attesa della visita neurologica si rivolga al medico curante della Mamma.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, siamo tornati dal medico di base che le ha prescritto visita neurologica e ecodoppler tronchi sovraortici per ora.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71.5k 2.2k 23
Benissimo, concordo pienamente.

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

Mia madre ha eseguito l esame ecografico dei tronchi sovraortici. Riporto il referto:
Segni ecografici di moderato ispessimento mio-intimale lungo tutto il decorso dei vasi esplorati.
IMT < 1mm
Pervia la carotide comune bilateralmente
Pervia le biforcazione carotidee bilateralmente
Pervia la carotide interna bilateralmente in assenza di stenosi vasali
Pervie le carotidi esterne con buon flusso
Pervie le vertebrali bilateralmente con flusso normodiretto.

Potrei avere delucidazioni sulla parte dell' ispessimento mio intimale per favore?
Adesso consiglia anche un esame cardiologico completo?
Attualmente nessun dottore le ha dato farmaci.... Nella sua situazione dovrebbe assumere qualcosa?

Grazie per l' eventuale risposta
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71.5k 2.2k 23
Il moderato ispessimento mio-intimale è compatibile con l’età, l'esame lo possiamo considerare normale.
Veda adesso cosa Le dirà il neurologo.
Una consulenza cardiologica è consigliabile.

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Va bene. La ringrazio dottore
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71.5k 2.2k 23
Prego, buon fine settimana.

Dr. Antonio Ferraloro

Tutto su dieta e benessere: educazione alimentare, buone e cattive abitudini, alimenti e integratori, diete per dimagrire, stare meglio e vivere più a lungo.

Leggi tutto