x

x

Consulto neurologico

buongiorno Dottore mia madre Attualmente è seguita da un altro neurologo ma vorrei un altro parere e da come ho letto in giro lei è davvero un ottimo professionista.
Nel frattempo vorrei capire se con queste indicazioni potrebbe trattarsi di Alzheimer, ma comunque questi fenomeni sono presenti da almeno 1 anno.
In altre cose è autonoma, cucina fa i servizi e altro.

STATO CONFUSIONALE LA MATTINA CHE PASSA DOPO QUALCHE ORA (POTREBBE ESSERE ANCHE LA CARVICALE?)
INSICUREZZA NEL FARE ALCUNE COSE
QUANDO DEVE FARE QUALCOSA SI PREOCCUPA E AMPLIFICA STATO DI AGITAZIONE
DIMENTICANZE DI COSE RECENTI FATTE AL MOMENTO
INAPPETENZA E NAUSEA LEGGERE MATTUTINA
IL CALDO AMPLIFICA QUESTI FENOMENI?

SE CAMBIA CASA SI SENTE DISORIENTATA PER I PRIMI GIORNI
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

solo con la sintomatologia che riporta è impossibile risalire ad una diagnosi, anche solo orientativa, è importante almeno un colloquio diretto per poter dare un parere attendibile.
Le consiglierei di fare i test neuropsicologici ed eventuale RM encefalica se il neurologo concorda. La Mamma (età?) ha altre patologie, per es. diabete e ipertensione?) di parlarne col neurologo.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore mi scuso per essere stato frettoloso. Le allego la tac eseguita qualche mese fa la rm non può eseguirla in quanto portatrice di pacemaker. Sua mamma ha sofferto per diversi anni di demenza senile. Mamma ha 73 anni

TC DEL CAPO

Esame eseguito con tecnica spirale multidetettore (64 slices).

Diffusa e disomogenea ipodensità della sostanza bianca sovratentoriale biemisferica, più marcata a livello dei centri semiovali, delle corone radiate e in sede periventricolare, da fenomeni di sofferenza ipossica cronica. Non visibilità di significative alterazioni densitometriche delle restanti strutture assiali ed extraassiali esaminate. Sistema ventricolare in asse, simmetrico, normoampio.

Ampi gli spazi liquorali pericerebellari e pericerebrali, da note di atrofia cortico-sottocorticale. Ateromasia calcifica parietale di ambedue i sifoni carotidei.

TC CERVICALE

Esame eseguito con tecnica spirale multidetettore (64 slices).

Segni di spondiloartrosi, con produzioni osteofitiche marginosomatiche anteriori e laterali. Segni di artrosi interapofisaria.

Diffusi segni di degenerazione discale.

Erniazione posteriore paramediana sinistra del disco intersomatico C5-C6. Non visibilità di significative protrusioni discali ai restanti livelli in esame. Non visibilità di lesioni ossee di tipo focale a carico dei metameri in esame.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

alla TC encefalo è stata riscontrata una doppia problematica, una vascolare caratterizzata da deficit di ossigenazione cerebrale e una cellulare caratterizzata da atrofia (sofferenza e perdita neuronale).
L’ipotesi di un inIziale deterioramento cognitivo teoricamente è possibile ma ovviamente deve essere il neurologo a valutare il problema.
Le confermo l’utilità dei test neuropsicologici.
Il caldo può accentuare la sintomatologia. La faccia bere molto.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto dottore ho prenotato presso un altro neurologo a fine mese. Nel caso fosse confermato quanto da lei esposto e con la tac che ha visto, questa problematica porterà alla morte a breve tempo?
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
No, stia tranquillo, non si tratterebbe di un problema di aspettativa di vita ma eventualmente della qualità della vita.
Comunque questo aspetto potrebbe essere contrastato, entro certi limiti, da appropriate terapie.
Le ricordo però che il decorso è estremamente variabile da un soggetto all’altro.
In ogni caso la Mamma non ha ancora nessuna diagnosi.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore attendo la visita a fine mese.
Cordiali saluti
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Prego, buon fine settimana.

Dr. Antonio Ferraloro