x

x

Sintomi vari e autosuggestione

Buonasera.
Mi chiamo Francesco, ho 22 anni e ho uno stile di vita frenetico (vado all'universitá, 4 volte la settimana in palestra e lavoro 7 sere su 7 come corriere delle pizze) da qualche mese a questa parte sto accusando vari sintomi.
Tutto è cominciato una sera di settembre: sono salito in macchina e premendo la frizione la gamba mi ha cominciato a tremare e ogni volta che applicavo una tensione riprendeva a tremare, da ferma invece no.
Questa situazione è durata un'oretta circa per poi estinguersi da sola.
Quella è stata l'unica volta in cui mi è tremata la gamba e poi non più.
Tuttavia da lì in poi è stata una successione di altre sensazioni: la più importante è sicuramente un'abbassamento della palpebra dell'occhio sinistro, che non è sempre stabile e varia in base al momento della giornata (mi capita specialmente la mattina e la sera, invece in altri momenti della giornata è molto lieve).
Questo abbassamento della palpebra è sempre accompagnato da un forte stato di oppressione, ansia e paranoia.
Un altro sintomo che accuso è un forte prurito alla nuca ogni mattina quando mi alzo, dura circa qualche ora e poi non si ripresenta più per tutta la giornata.
Inoltre provo un deficit dell'attenzione esagerato durante tutto l'arco della giornata ma specialmente la sera.
Nella visita neurologica il dottore ha detto che non ha trovato nulla e che secondo lui è solo stress, tuttavia è stata una visita abbastanza blanda (mi ha fatto solo restare fermo in alcune posizioni) ed ora sono in attesa della risonanza magnetica.

Mi sono informato ovviamente anche su Google e, per quanto bisogna prendere per le pinze ciò che si dice, ho notato che molti miei sintomi sono ricollegabili alla sclerosi multipla.
Ho letto varie storie, in particolare quella di una persona che ha scoperto di averla perché aveva la gamba intorpidita e successivamente anche tutta la parte sinistra del corpo.
Da quando l'ho letta mi sento anche io la gamba intorpidita e formicolante e sono caduto in un circolo di ansia e paranoia.
Non c'è la faccio più, ho bisogno di sapere cosa mi sta succedendo.
È possibile che l'autosuggestione per aver letto una cosa possa arrivare a tal punto da far sentire sintomi di una malattia forse inesistente?

Grazie in anticipo per le eventuali risposte
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 72k 2.2k 23
Gentile Ragazzo,

Lei chiede se "È possibile che l'autosuggestione per aver letto una cosa possa arrivare a tal punto da far sentire sintomi di una malattia forse inesistente?", la risposta è certamente affermativa, infatti ci sono soggetti che dopo avere letto una determinata sintomatologia dopo un lasso di tempo variabile accusano lo stesso tipo di sintomi.
Già una visita neurologica con esito negativo è un'ottima notizia.
Il collega come ha interpretato la ptosi palpebrale, cioè l'abbassamento della palpebra?
Comunque faccia la RM già prenotata, stia tranquillo e se vorrà potrà farci sapere l'esito.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto grazie per la risposta.

Si sicuramente la visita con esito negativo è un'ottima notizia, tuttavia come già detto è stata abbastanza blanda e c'è sicuramente bisogno di ulteriori accertamenti.
Per quanto riguarda la ptosi palpebrale il neurologo non si è dilungato molto e, anzi, mi è sembrato abbastanza sbrigativo nel dire che probabilmente è dovuta anch'essa da ansia e stress eccessivo.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 72k 2.2k 23
Faccia la RM e poi, in base all'esito, si deciderà come procedere, cioè se sentire un secondo parere o meno.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, ho finalmente ricevuto i risultati della RM e non è stato trovato nulla di anomalo, a quanto pare il mio cervello è sano. Da quando ho letto il referto i sintomi fisici sembrano essere (quasi) passati e ne deduco che era davvero autosuggestione.
Tuttavia il neurologo mi ha prescritto anche delle analisi del sangue da fare, a quanto pare ho il valore di CREATINCHINASI alto (274), non so che cosa significa e tanto meno quali sono le conseguenze di un valore di CK così tanto alto. Sicuramente lo chiederò al neurologo durante la visita già prenotata, tuttavia mi piacerebbe avere delle delucidazioni
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 72k 2.2k 23
La CPK non è eccessivamente alta, spesso questi valori sono associati ad attività fisica, sportiva o lavorativa.
Lei lavora? Fa sport?

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Si, palestra 3/4 volte la settimana e lavoro 7 sere su 7
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 72k 2.2k 23
Lavoro fisico? Cammina tanto?

Dr. Antonio Ferraloro

[#8]
dopo
Utente
Utente
Faccio il corriere delle pizze. Guido tanto, all'incirca 4 ore consecutive. Penso che lo sforzo fisico sia più dovuto ai ritmi di allenamento elevati in palestta
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 72k 2.2k 23
In base a quanto scrive, si può giustificare il valore di cpk riscontrato.
Ovviamente ne parli col neurologo.
Un consiglio che Le posso dare è di ripetere l’esame dopo 3-4 settimane di riposo fisico (attività in palestra).

Dr. Antonio Ferraloro

[#10]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per le risposte.
Oggi pomeriggio sono andato dal medico di base e mi ha detto che secondo lui è un valore alto e che generalmente si associa a problemi al cuore. Mi ha prescritto altre analisi del sangue e una visita dal cardiologo
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 72k 2.2k 23
Bene, segua le indicazioni del medico curante.
Se il cardiologo non riscontra nulla si rivolga al neurologo.

Dr. Antonio Ferraloro

[#12]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno ho un ultimo dubbio. Assumo diversi integratori per la palestra, tra questi è presente la creatina, visto che ha un nome simile al valore Creatinchinasi mi chiedevo se possa avere qualche influenza su di esso o se non ha alcuna rilevanza
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 72k 2.2k 23
La creatina non influenza i valori ematici della CPK.

Dr. Antonio Ferraloro