Rischio sclerosi multipla?

buongiorno,
scrivo per conto di mio marito,
47 aa, abbiamo fatto una prima risonanza magnetica encefalo senza MDC, perche 3 mesi fa ha avuto un incidente stradale dove ha urtato la testa senza pero evidente trauma cranico, alla risonanza hanno scritto:sistema ventricolare in asse per morfologia e dimensioni.

area ovalare iperintensa in t2-ipointensa in t1 di circa 15mm si apprezza in sedeparatrigonale sinistra; analoghe aree piu piccole si apprezzano in regione frontale periventricolare dx, paratrigonale dx, peritrigonale sx, temporale anteriore, periventricolare sx, coronoradiata sx a ridosso della porzione paramediana sx del tetto del IV ventricolo.

i reperti descritti necessitano di completamento con MDC e valutazione in ambito neurologico per ipotesi di malattia infiammatoria autoimmune.


ieri abbiamo fattoRMN con MDC encefalo e midollo:
all odierno controllo si conferma la grossolana areadi alterato segnale evidente in sede paratrigonale sx e si confermano le ulteriori areole di alterato segnale in sede periventricolare, paratrigonale dx, sede sottocorticale frontale sx, in entrambe le corone radiate e in sede cerebrellare paravermianasx.

dopo somministrazione di mdc, non si apprezzano aree di impreganzione patologica.

in corrispondenza del midollo si osserva una sfumata area di alterato segnale C3-C4.


IO HO PARLATO CON IL NEURORADIOLOGO IL QUALE MI HA DETTO CHE L AREA SFUMATA IN SEDE DEL MIDOLLO, LA RIFERISCHE AD UN ARTEFATTO E NON AD UNA VERA LESIONE.


LO stesso mi ha chiesto la sintomatologia: mio marito a volte ha dimenticanza di cose futili come ricordarsi un film gia visto o altre cose nn importanti.


il neuroradiologo associa le cicatrici soprattutto quella grossa ad un evento traumatico o infiammatorio o ad un piccolo embolo che si è fermato li creando la cicatrice.
ma non collega sintomi e risultato rmn ad una sclerosi multipla.


comunque ha detto di fare controllo neurologico e tenere sottocontrollo nel tempo.


devo dire anche che mio marito ha un iperferritinemia cronica che comporta processi infiammatori costanti e soffre di sinusiti molto forti a periodi intermittenti dato che dall eta di 10 anni lavora nelle celle frigorifere con sbalzi di temperatura importanti.



ora chiedo:_ puo essere sclerosi?
o come dice neuroradiologo solo cicatrici da eventi passati non necessariamente legati alla sclerosi, data l assenza totale di sintomi?
basta solo fare controlli con risonanza in tempi ristretti?

dobbiamo allarmarci e preoccuparci vivendo nell incubo che possa svilipparsi sclerosi multipla?
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 74.7k 2.3k 20
Gentile Signora,

purtroppo non è possibile dare un parere attendibile in questa sede.
Da quanto detto dal neuroradiologo che ha avuto l'indubbio vantaggio di visionare accuratamente le immagini dell'esame (peraltro specialista esperto in materia) e dalla sintomatologia che non orienta verso una SM è possibile che le alterazioni riscontrate siano di natura diversa, per es. vascolari. Ottima notizia la non impregnazione patologica del mezzo di contrasto.
Le do lo stesso consiglio del neuroradiologo, cioè rivolgersi ad un neurologo per avere una valutazione clinica (visita) diretta, fare visionare l'esame e cercare di trovare, se possibile, la causa delle alterazioni RM mediante esami mirati, se il collega lo riterrà opportuno.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
salve dr,
la ringrazio per la celere risposta,
volevo dirle che m ha dato un dato positivo in quanto sono 7 gg che ci laceriamo al pensiero che possa essere sclerosi.
non le ho detto che mio marito è iperteso (e ha volte ha sbalzi pressori legati a forti arrabbiature a lavoro)e cmq prende pillola blopress
è diabetico in cura con ozempic,prende compressa colesterolo ed e in sovrappeso e da un anno prende cardirene in quanto ha sangue molto viscoso causa iperferritinemia.
in tutto questo essendo propietario di un impresa di macellazione,è costantemente sotto cambi di temperature repentini, da 35 gradi estivi entra nelle celle a -5.
secondo lei possiamo allontanare dai nostri pensieri la sclerosi multipla.
lui non lamenta nessun sintomo, e facendo riferimento agli anni passati, non ha mai lamentato dintomi strani come parestesie, dolori ad un ochhio con perdita di vista, o blocco di un arto .....
ha solo avuto un paio di volte 2 aa fa il cedimento della forza in un ginocchio e abbiamo scoperto in seguito ad un ecografia che ha le cartilagini usurate con indicazione di eventuale intervento prima che ci sia la rottura definitiva.
inoltre le ricordo che 4 mesi fa ha avuto incidente stradale con lieve trauma cranico negativo alla tac per emorragie.
comunque chiesero il ricovero x 24 ore x osservazione e per ripetere la tac, ma lui rifiutò!

secondo lei possiamo tranquillizzarci sulla diagnosi di sclerosi? possiamo allontanarla dalla nostra mente e respirare un po di sollievo?

nel pom. andremo a fare prima visita neurologica, ma sono molto preoccupata. abbiamo 2 bimbi piccoli e il pensiero di una sclerosi mi distrugge.

nel caso fosse un problema legato a piccole ischemie cosa si fa?
si fa una rmn ogni 6 mesi di controllo?
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 74.7k 2.3k 20
Gentile Signora,

ovviamente non si possono dare certezze, diciamo che ragionevolmente si può pensare altro che non sia la SM, soprattutto in un paziente iperteso e diabetico.
State tranquilli e se vorrà potrà farmi sapere l’esito della visita neurologica.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
salve dr,
ieri abbiamo fatto una visita neurologica alla quale la dr.ssa ci ha tranquillizzato in quanto:
le lesioni non si sono impregnate del mezzo di contrasto
la sintomatologia non c e e non c e mai stata
le zone dell'encefalo in cui ci sono le lesioni non sono quelle di elezione della sclerosi
il numero delle lesioni da sclerosi sarebbe stato notevolmente maggiore e maggiormente disseminato e ci sarebbero state maggiori lesioni al midollo
l' eta non corrisponde alla statistica dei 20/40 anni.

lei escluderebbe questa possibilita anche se ci ha detto di approfondire comunque in un centro specializzato per la demielinizzazione perche la esclude al 98% ma comunque lei ritiene che bisogna indagare per capire da dove partire.

quando io ho sottolineato che a novembre 2020 mio marito ha preso la prima variante covid e ha avuto febbre alta mal di testa e una trombosi e subito dopo sono partiti i disturbi legati alla memoria, ha dato una grande possibilita che il tutto sia collegato a quell evento in quanto ci sono stati altri casi del genere.

comunque gia siamo piu tranquilli sulla SM.
lo ha detto la dr.ssa,lo ha presunto il neuroradiologo e anche lei mi sta escludendo la cosa.
di sicuro approfondiremo per escludere con fermezza il tutto.

Lei concorda sull esame fatto dalla neurologa?
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 74.7k 2.3k 20
Certamente, concordo con quanto detto dalla neurologa, ci sono tanti indizi che renderebbero ragionevolmente poco probabile la SM.

Buona giornata

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie dr. Già escludiamo una malattia molto importante è tiriamo un sospiro di sollievo.
Settimana prox andremo a vista nel centro di malattie demielinizzanti è L aggiorno su come evolve il tutto.

È stato estremamente gentile e diaponibile
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 74.7k 2.3k 20
Benissimo, può aggiornarmi.

Dr. Antonio Ferraloro