Utente
salve, ho 23 anni e negli ultimi 4 anni ho avuto 5 episodi di vertigini ( 1 all'anno, sempre in autunno/inverno). la sera ero sdraiata sul divano e all'improvviso sollevando la testa dal cuscino ho avvertito una violenta vertigine. sono rimasta immobile sdraiata provando a muovere la testa minimamente finchè dopo circa 2 ore la vertigine data da quel movimento è sparita. ci tengo a sottolineare che stando immobile mi sentivo bene, la vertigine compariva solo quando muovevo la testa ma non saprei indicarne la durata perchè appena la avvertivo mi sdraiavo. episodi uguali si sono verificati altre 3 volte circa. l'ultima volta mi sono cominciati girandomi nel letto la mattina ma ho cercato di reagire alzandomi. così facendo mi sono accorta che la vertigine durava qualche secondo e nell'arco della giornata riappariva solo piegando la testa avanti o indietro. dopo un paio di antiinfiammatori verso sera ho iniziato a sentirmi bene. nell'arco di questi 4 anni ho però avuto 2 episodi che sono insorti in maniera differente. sono stati cioè anticipati da un malessere crescente ( non dato da movimenti particolari o altro) che dopo circa un paio d'ore mi costringeva a sdraiarmi. una volta sdraiata il decorso era uguale a quello di tutti gli altri episodi. gli ultimi 2 episodi sono stati seguiti a distanza di qualche giorno da acufeni bilaterali. il medico di base sospettava Meniere. l'otorino mi ha fatto esame audiometrico che non ha evidenziato problemi. varie manovre ( hst, semont, hallpike) che non hanno rilevato niente. la diagnosi sostiene quindi si tratti della conseguenza di un colpo di frusta avuto 6 anni fa. le lastre hanno evidenziato rettilineizzazione della fisiologica lordosi. questo a suo parere può giustificare le vertigini? ci tengo a sottolineare che da 6 anni soffro di dolore/tensione al collo e spalle che si irradia fino alla mandibola e tutto il volto. in passato avevo fatto un ciclo di fisioterapia con massaggi, luce pulsata e ginnastica posturale ma senza esito. ora mi sono rivolta ad un esperto chiropratico ma dopo le prime 3 sedute gli acufeni si sono acutizzati e ho avuto un altro episodio di vertigini. lui sostiene che tutto ciò fa parte del processo di guarigione, mi mancano ancora 4 sedute. spero di essere stata chiara e che lei mi possa aiutare a capire se la mia tipologia di vertigini è "conforme" o comunque inquadrabile nella categoria di quelle posturali. cioè posso accettare la diagnosi della vertigine posturale o è meglio rivolgermi ad un altro otorino per ulteriori accertamenti? la ringrazio

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la vertigine posturale in senso stretto non esiste, semmai esiste la vertigine posizionale, ad esempio da distacco dei "sassolini" dell'orecchio, gli otoconi.
La vertigine vera è quella che fa vedere le cose attorno che girano: la sua è così?
Altrimenti esistono altre due sensazioni, cioè la vertigine soggettiva (è lei che gira mentre le cose intorno stanno ferme) e tutti quei sintomi che rientrano nelle sensazioni di instabilità posturale, come sentirsi "in barca", "sulla gommapiuma", etc.. e che possono essere dovuti anche al collo.
Saluti cordiali.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2] dopo  
Utente
gentile dottore,la ringrazio per la rapida risposta. in realtà non saprei dire con chiarezza se vedo le cose intorno girare, al limite mi sembra che ondeggino un pò, ma non che ruotino. mi sembra più che altro una vertigine soggettiva perchè se tengo gli occhi aperti e fisso un punto durante la vertigine mi sembra di "tenerla un pò più a bada", mentre se chiudo gli occhi il malessere aumenta notevolmente. direi che la sensazione è la stessa che si ha appena scesi dopo aver girato vorticosamente su una giostrina. durante la vertigine se cerco di camminare sembro un'ubriaca perchè vado a onde e sbando. lei cosa pensa del mio colpo di frusta? può causare problemi simili (quindi anche acufeni...)? e l'acutizzazione data dalle prime sedute dal chiropratico è normale? se fosse un problema posturale, il chiropratico può essere la persona giusta o dovrei rivolgermi a qualcun altro? ah, faccio un'ultima precisazione : a volte anche a distanza dall'episodio di vertigine in periodi in cui sto bene (a parte la tensione al collo che è presente tutti i giorni) ho proprio la sensazione di camminare sulla gommapiuma ma senza tutto quel malessere, diciamo che mi capita di sentirmi instabile camminando.
non so se può centrare ma quando apro la bocca sento un clik della mandibola ma solo a destra.
ho inoltre poca forza nelle braccia e non riesco a tenerle sollevate per più di qualche secondo.
la ringrazio molto e mi scuso per le molte domande, ma vista la vostra disponibilità e professionalità spero di poter sedare un pò i miei innumerevoli dubbi.

[#3]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
difficile rispondere alle sue domande senza una visita.
In teoria ci possono essere dei sintomi correlabili ad una alterazione del rachide cervicale, ma servono una valutazione diretta e degli esami specifici per dirlo. Che il colpo di frusta sia la causa di tutti i suoi mali, ci credo poco, vista l'intermittenza dei sintomi e la comparsa anni dopo l'evento traumatico. Potrebbe fare una visita neurologica, e se il neurologo lo ritiene necessario, anche fisiatrica.
Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#4] dopo  
Utente
gentile dottore, torno a scriverle perchè dopo la diagnosi avuta circa un mese fa di vertigini posizionali (diagnosi anamnestica perchè le prove erano tutte negative) non ho più avuto forti episodi di vertigini... ma negli ultimi 3-4 giorni ho spesso una strana sensazione: mi sembra che il pavimento sia in discesa.... al punto che mi viene quasi da tenere in peso un pò indietro per bilanciare questa sensazione che però non è collegata a nausea o altri sintomi (se non gli acufeni che persistono da mesi e sembrano collegati a un disturbo atm visto che ho anche un click mandibolare).
questa sensazione di "pendenza" è una forma di vertigine soggettiva? a cosa può essere dovuta? la ringrazio. cordiali saluti e buone feste.

[#5]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
potrebbe essere un deficit labirintico non compensato o un problema di alterate informazioni che arrivano dai recettori del collo o della bocca. Le hanno mai fatto le prove calorimetriche all'orecchio?
Saluti cordiali.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#6] dopo  
Utente
gentile dottore, no nonostante sia stata visitata da vari otorini nessuno ha mai ritenuto necessario eseguire tali prove perchè tutti i test come romberg, romberg sensibilizzato, unterberger e hst non hanno evidenziato nulla... lei crede che sarebbero comunque necessarie? posso chiederle cosa significa deficit labirintico non compensato? è qualcosa di collegato alla cupololitiasi? la ringrazio, cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Se è già stata vista dagli otorini, sicuramente avranno già valutato che il test è inutile! Il deficit labirintico c'è quando una struttura dell'orecchio preposta all'equilibrio non funziona bene per vari fattori e ancora il corpo non ci si è abituato. Ma ripeto, molto meglio l'opinione di chi l'ha potuta visitare delle ipotesi senza fondamento di un consulto on-line!
Saluti cordiali.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it