La vera terapia l ho iniziata il 7/01/2013 andando

Salve descrivo un po' la mia storia: il 16 novembre 2012 mi sono sono procurato la lesione del lca , lesione a manico di secchia del menisco mediale e lesione del menisco laterale. Dopo 24 giorni con il ginocchio bloccato a causa della lesione a manico di secchia ( quindi il 10/12/2012) mi sono operato effettuando ricostruzione Del lca con tendine rotuleo e meniscectomia di entrambi i menischi. Ho fatto per le prime 4 settimane dei piccoli esercizi a casa consigliatemi dal mio ortopedico( alzare la gamba su e giù , muovere la punta del piedi avanti e dietro , spingere il ginocchio steso verso il basso) tenendo però sempre il tutore bloccato a 60 gradi come messo dal mio ortopedico all ultima visita il 27/12/2012 . La vera terapia l ho iniziata il 7/01/2013 andando in un centro di terapie. Ho avuto molti problemi nel lavoro di recupero della flessione che nn andava oltre i 90gradi con già tantissimi dolori. Dopo circa 18 sedute di terapia ( dove abbiamo lavorato solo sul recupero della flessione) ho guadagnato solo 5gradi di flessione ma ho perso una decina di gradi di estensione.ho poi cambiato centro di terapia dove faccio prima un lavoro in piscina e poi con terapista.la mia situazione a quasi 3 mesi dall operazione e perdita di estensione di 10 gradi e una flessione massima di 95 gradi con dolori anche in questo limitato arco di movimento( mi provoca anche un andatura zoppicante). facendo una visita da un altro ortopedico ( avendo perso fiducia di quello che mi ha operato per vari motivi) mi ha detto di fare una risonanza e una radiografia. Ma lui sospetta un artrofibrosi che potrebbe essere risolto con sblocco in narcosi. Le mie domande sono: è efficace come soluzione?? Nn è meglio fare pulizia tramite artroscopia?? Artrofibrosi è un problema che condiziona a vita?? Spero in una vostra risposta e vi ringrazio anticipatamente della vostra attenzione
[#1]
Attivo dal 2013 al 2014
Ortopedico

E' indispensabile una visita per poter essere preciso. Le aderenze post operatorie hanno maggiore possibilità di essere risolte con un artrocleaning artroscopico piuttosto che con una mobilizzazione in narcosi. Ma si deve essere anche certi della corretta posizione del trapianto che non deve essere posto in posizione anteriore, cosa che potrebbe determinare la difficoltà nella flesso-esensione. Per esserne sicuri occorre anche un esame rx ed una rmn.
Un caro saluto
[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore grazie tante per la risposta e per la velocità nel darla!!! La mia domande è ma puo essere che le aderenze possano nn risolversi in nessun caso?? Come detto devo fare sia rx e RMN per vedere la buona riuscita Dell intervento e la presenza di aderenze. Spero posso confidare ancora in un suo consulto nn appena ho effettuato e ricevuto esiti degli esami! Ancora grazie per la sua consulenza!
[#3]
Attivo dal 2013 al 2014
Ortopedico
Non mi fascerei la testa prima di essermela rotta.....
E' passato poco tempo dall'intervento e sarei assolutamente fiducioso!
A presto.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Veramente grazie di cuore!!
[#5]
dopo
Utente
Utente
salve dottore le riporto esiti esami. RX = nn si evidenziano lesioni ossee a focolaio o di tipo traumatico a carico dei segmenti scheletrici in esame.Rapporti articolari conservati.Esiti di intervento chirurgico di ricostruzione del lca. RM = esiti di intervento di ricostruzione del lca. neo legamento continuo sui piani di studio. Ridotto volume del corpo e corno posteriore del menisco mediale verosimilmente da esiti di rimodellamento meniscale con slaminamento del residuo meniscale. conservata morfologia e segnale del menisco laterale.Nella norma il legamento crociato posteriore.Falda fluida intrarticolare. Ispessimento delle pliche sinoviali in camera articolare anteriore. Rotula in asse. Ispessimento e disomogeneità di segnale del tendine rotuleo. cosa possono indicare questi esiti?? spero in una sua risposta. la ringrazio ancora una volta della sua disponibilità e gentilezza.
[#6]
Attivo dal 2013 al 2014
Ortopedico

Come pensavo, continui la terapia senza oltrepassare la soglia del dolore, abbia pazienza e se tra 3 mesi rimangono deficit importanti sarà il caso di pensare ad una visita.
Un caro saluto
[#7]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore.... il 26/03/13 mi sono rioperato in artroscopia, questo sono le cose emerse: artrolisi, nortplasty e iperpressione esterna della rotula (reelese). Però è emerso che dopo l operazione mi mancano ancora 5 gradi di estensione mentre la flessione è ancora da verificare. Mercoledì riinizio con le terapie!! Volevo chiedere se era normale che dopo l intervento mancassero ancora 5 di estensione o se già si dovevano recuperare dopo l intervento?? Ancora una volta spero in una suo risposta e la ringrazio come sempre della sua gentilezza e disponibilità

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio