Utente 178XXX
Salve gentilissimi Medici, ho 19 anni ed in seguito a lutto avvenuto 15 mesi fa sono in cura da circa 6-7 mesi con Ludiomil con dosaggi che hanno variato da 50 a 105mg, ma che attualmente stazionano da un pò su 75mg al giorno (una compressa).
Dopo vari tentativi, soprattutto con antidepressivi SSRI il mio medico mi disse che un antidepressivo di nuova generazione SSRI non agiva sul livello di ansia che mi affliggeva in quanto era troppo "profondo da raggiungere con un semplice SSRI" (parole sue). Mi sono fidato e tutto questo si è rivelato vero, in quanto il mio livello di ansia, altissimo, si è riuscito ad attenuare molto bene (ma, ovviamente, non completamente) con Ludiomil. Sono spariti anche gli attacchi di panico tranne in situazioni rare, mentre prima mi capitavano molto spesso e potevo placarli solo con dosi molto elevate di tranquillanti: anche in quel caso, per la scomparsa dei sintomi avevo bisogno di doti più elevate del normale, anche di molto, per calmare le crisi. Ad esempio dalle 50 a 100 gtt di Xanax e Pasaden (ovviamente su prescrizione medica!). Può dipendere questo dal fatto che peso circa 105kg e sono alto 1,93m? Comunque l'utilizzo di tranquillanti è terminato da quando il Ludiomil ha fatto effetto quindi da circa 6 mesi fortunatamente non ne ho bisogno. Tornando al Ludiomil, nonostante abbia placato la mia ansia intensissima, sta diventando un problema il fatto che mi provochi astenia ed un aumento forte di appetito e quindi di peso. Diminuzione per molti interessi comuni e disinteressamento verso la mia persona, sia fisica che psicologica. Mi rende molto più difficile svegliarmi al mattimo in quanto ho letto che aumenta la fase REM del sonno. Non riesco ad essere produttivo, può dipendere questo fattore dal fatto che il Ludiomil su Serotonina e Dopamina ha un effetto quasi nullo (mentre ha una forte inibizione del reuptake della noradrenalina)?
Per un periodo ho assunto Ludiomil ed Elopram combinati, ma la dose di Elopram era irrisoria (meno della dose minima che se non ricordo male è 6-8 gocce, io ne ho prese da 4 a 6 circa). L'Elopram da solo comunque necessitava delle bdz per calmare gli attacchi di panico.
Quindi il Ludiomil mi ha risolto il problema ma continuo a soffrire di astenia, aumento di peso, pochi interessi e stimoli. Nella mia mente vorrei tante cose ma la voglia di fare e di mettere in pratica è ridotta a 0. E non vedere tutte le mie belle aspirazioni realizzarsi mi rende, quindi, infelice. Il mio corpo ormai riesce solo a fare ciò che è "istintivo"... come se non accettasse più regole dall'esterno, anche se legate a buone cause che mi renderebbero più felice e realizzato. Quindi o rispondo assecondando la mia mente e il mio corpo, anche se mi chiedono di fare nulla per tutto il giorno, o comunque la mia condizione mi provoca malessere e disagio non appena "forzo" la mia mente ed il mio corpo a fare cose che istintivamente non mi chiedono di fare. Spero di essere stato chiaro, e ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Se dopo diversi mesi di terapia, persistono ancora sintomi quali quelli che lei riferisce,astenia, mancanza di interessi, etc., questi potrebbero essere parte del quadro clinico e non effetti collaterali del farmaco. A questo proposito occorrerebbe sentire anche l opinione dello specialista di fiducia. Gli effetti collaterali che descrive, come l aumento di appetito e conseguentemente di peso, possono essere provocati dal ludiomil. Anche per questo occorre concordare una strategia da seguire con lo specialista per verificare se sia il caso di modificare il regime terapeutico. Quali ssri ha assunto, a che dosaggio e per quanto tempo?
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
Utente 178XXX

Gentile Dott. Martiadis, La ringrazio per la risposta.
Quei sintomi potrebbero essere parte del quadro clinico, ma la terapia (anche se forse non nella fase iniziale) era anche mirata a migliorare questi aspetti.
Dal punto di vista psicologico il mio psichiatra mi ha detto che per superare e "maturare" un lutto si necessita di un tempo che mediamente va dai 12 ai 18-24 mesi. Quindi secondo lei la terapia potrebbe mirare, ora che di mesi ne sono passati 15, ad un miglioramento anche di quegli aspetti che magari in presenza di attacchi di panico nella fase iniziale venivano considerati "secondari"?
Assumevo Elopram. Da 3 fino a 6-8 gocce al massimo associato al Ludiomil.
Ho assunto anche solo Elopram ma comunque a dosi non molto considerevoli, in un periodo precedente, credo 12-14 gocce al giorno, ma gli attacchi di panico continuavano e l'ansia lo stesso.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

Il dosaggio di elopram era comunque troppo basso per potersi considerate terapeutico.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 178XXX

Gentile Dott. Ruggiero, sì, infatti spesso la dose indicata era minore di quella minima quando lo prendevo in concomitanza con Ludiomil. Quando ho preso solo elopram comunque ricordo di aver preso 12-14 gtt al giorno.

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
In associazione o meno al ludiomil, il dosaggio di antidepressivo non andrebbe mosso verso il basso.

Non ho ben capito il razionale della variazione ma non mi sembra comunque opportuna.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 178XXX

L'abbassamento e la successiva eliminazione dell'Elopram è stata fatta per passare completamente a Ludiomil, in quanto farmaco più capace di agire sui miei stati d'ansia.
È stata una scelta del mio psichiatra, che comunque si è rivelata esatta in quanto il Ludiomil agisce in modo ottimale sui miei sintomi. Nonostante questo, ho letto che il Ludiomil non ha un effetto attivante nè un effetto (se non debole) sull'inibizione della captazione della serotonina... può essere questo causa dei miei sintomi sopra descritti? Dovrei parlarne al mio psichiatra affinchè la terapia venga modificata in quel senso?

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Di fatto pare che il ludiomil non abbia efficacia su tutti i sintomi

Da quanto ho inteso gli ssri non hanno raggiunto livelli di dosaggi massimi
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#8] dopo  
Utente 178XXX

Sì, il Ludiomil non ha migliorato tutti gli aspetti della mia situazione, ma il fatto che mi abbia permesso di evitare le bdz o meglio di eliminarle del tutto è stato un miglioramento da non sottovalutare, oltre che ad azzerare gli attacchi di panico che prima erano molto frequenti. Passare ad un SSRI dovrebbe migliorare l'aspetto attivante, dell'umore e del peso, rispetto ad un tetraciclico come il Ludiomil?
Mi rivolgerò al mio psichiatra a breve... e credo che un cambiamento eliminando completamente il Ludiomil sarà abbastanza drastico dato che è il farmaco che fino ad ora mi ha salvato...