Utente 322XXX
Salve,
Spero che ci sia qualche Dottore in linea nonnostante ci sia 1 gennaio a portare un po' di speranza e rispondere a qualche domandina. Grazie in anticipo.
Sono una donna di quasi 40 anni con 2 figli. Ho già chiesto un consulto mi vergogno a dire abbastanza volte.
Riassumo
Sono in cura da un psicologo.
Soffro di ansia generalizzata che porta un po' di depressione. Mi butto giu facilmente se dopo 2 mesi di cura sono ancora in ansia (ne soffro da 5 mesi). Prendo alprazig 15 gg la mattina, poi Citalopram 21 gg e la sera per dormire la mirtazapina da 30 mg e Tavor da 2,5.
Ho l'intenzione di cambiare il psichiatra (andare su privato, non so se faccio bene a pensare cosi, ma il privato mi da sensazione che possa star meglio. Il psichiatra attuale del Centro Mentale mi ha detto di darmi tutto quello che si poteva dare e non si può fare più niente.
Il psicologo mi dice di aspettare un mese prima di andare da un altro psichiatra.
Purtroppo in questo periodo di feste (per me il contrario) ho preso qualche bicchiere al giorno di birra o di vino e ansia è sparita. Poi certamente torna lìansia
1.domanda in attesa di andare da un altro psichiatra
Esiste una medicina che dà effetto di togliere la tensione che ho dentro come l'alcool tipo il Buspirone o Diapezam ? o altro ancora?
2.
Comincio avvertire che Tavor da 2,5 presso per tre settimane con la mirtazapina per dormire comincia a non fare il suo effetto. Devo aumentare la dose di Tavor? So che difficilmente non date i consigli di questo genere ma Vi prego cosa si fa in questi casi? Giusto per sapere, tanto farò solo quello che mi dice il nuovo psichiatra (per non star male con addosso un pensiero in più). Quando Tavor non funziona più o è pericoloso per prenderlo si può sostoruire con Diapezan(m) - non so se ho scritto bene il nome perchè giusto ho studiato un po' su Internet. Per me è fondamentale dormire (prima di star male con i bambini riuscivo a dormire anche di pommeriggio) adesso almeno vorrei dormire di notte. è POSSIBILE E COME ?
3.
Come ho già scritto prima l'ansia mi porta una tensione continua e se penso alle cose che faccio che devo dare, A PENSARE ALL'ANSIA STESSA che ho che mi porta ad avere una specie di nodo in gola, successivamente sento la tensione e i formicolii lungo le braccia. Vorrei tanto pensare all'ansia ed non avere nessun effetto. L'alcool mi dà questo effetto.
La domanda è questa: si tratta sempre si ansia generalizzata quando a scaturire l'ansia e l'ansia stassa o si tratta dell'ansia generalizzata nell'ansia generalizzata?
Spero di no perchè sono già molto giù di morale da ieri in partilolar modo e oggi perchè nella mia testolina sono convinta che non ne esco più.
Ho promesso a me stessa e a psicologo che non prenderò più alcool (non mi ubbriaco anche perchè ho 2 figli) ma l'alcool TOGLIE FACILMENTE ANSIA E PER UN PO' MI Dà UN CERTO BENNESSERE.
Rispondete per favore srupolosamente e sinceramente.
Buon Anno a Tutti

[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Sinceramente e scrupolosamente le dico che a distanza non é possibile fornire prescrizioni, per cui gran parte delle sue domande non possono trovare una risposta. Se la terapia attuale non sortisce gli effetti desiderati allora andrebbe cambiata. Se lo specialista del centro di salute mentale non ritiene di dover la cambiare allora può cambiare psichiatra, meglio prima che poi. Il fatto che lei trovi sollievo usando l'alcol, é un indizio sul che il suo problema attuale preponderante é di natura ansiosa e che le benzodiazepine usate non esplicano più il loro effetto, probabilmente perché andate incontro a tolleranza. É importante agire farmacologica mente in maniera corretta nel più bere e tempo possibile, proprio per evitare che lei cerchi sollievo nell'alcol, instaurandone una rapida dipendenza. Si rivolga al più presto ad uno specialista psichiatra.
Buon anno e in bocca al lupo. Ci aggiorni se vuole.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
Utente 322XXX

Dottore,
mi dica soltanto se c'è qualcosa per togliere la tensione. Io piango molto spesso, o perchè mi dispero o perchè lo chiede il mio cervello. Ma quando piango o sono in procinto di piangere la tensione cala e cala l'ansia.

[#3]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
Esistono molti farmaci per allentare la tensione in maniera temporanea e sintomatica e tanti farmaci per trattare il disturbo di base che genera questa tensione. É indispensabile che sia uno specialista psichiatra a vistarla direttamente e a decidere, dopo una valutazione diagnostica, quale sia il miglior trattamento per la sua condizione. Se vuole ci aggiorni.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#4] dopo  
Utente 322XXX

ma Citalopram 21 goccie dopo quasi 2 mesi non avrebbe dovuto fare un po' di effetto?

[#5]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Appunto per questo, nella prima risposta le ho suggerito di valutare l'eventualità di chiedere il parere di un altro specialista, considerato che lei dichiara che quello attuale ritiene di non poter apportare alcuna variazione al regime terapeutico che ha instaurato.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#6] dopo  
Utente 322XXX

Grazie mille

[#7] dopo  
Utente 322XXX

Salve,
l'altro specialista al posto di citalopram 21 gg mi ha dato Sertralina 50 mg al giorno in più ha confermato come prima la mirtazapina 30 mg la sera e tavor 2,5 (per dormire).
Volevo sapere il Vs parere. Aggiungo che i miei sintomi di natura ansiosa come se l'ansia fosse presente sempre (il nodo in gola scaturito da qualsiasi cosa, ogni pensiero, ogni piccola paura). Non veri attracchi ogni tanto nella giornata. Riesco a guidare a fare tutto solo che dentro di me ogni cosa fa scattare questi episodi d'ansia finendo in formicolii.
Grazie per l'attenzione
Non uso più l'alcool

[#8]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Adesso occorrerà attendere qualche settimane per verificare gli effetti della nuova terapia.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#9] dopo  
Utente 322XXX

Dottore,
l'ultima domanda
la mia ansia mi permette di fare tutto (la sento dentro, e si fa sentire anche davanti alle situazioni normali come prendere la medicina, aprire il computer, prendere il latte dal frigo. La sento in continuazione, Si scaturisce anche con il pensiero dell'incognito, paura della paura. A sentire le situazioni e parole degli altri come: è stato difficile ..., ho avuto l'ansia .... Si sfoga con formicolii e a volte con mal di stomaco.
Questo si chiama l'ansia generalizzata o l'ansia patologica. Si può uscire sia da una che dall'altra? E qual'è sostanziale differenza ?
Grazie in anticipo

[#10]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Per lei non fa alcuna differenza sapere di che tipo di ansia si tratti. É necessario che lo sappia lo specialista curante e che, di conseguenza, prenda i dovuti provvedimenti. Lo stesso specialista potrà chiarirle la diagnosi che, a distanza, può essere soltanto ipotizzata.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it