Utente 321XXX
Buongiorno,
Vorrei chiedere dei consigli per migliorare la mia qualità della vita perché non sono soddisfatta di come sto "vivendo" ora. Vorrei riuscire a fare le cose che programmo, essere più efficiente, energica, e sentire la felicità che mi circonda.
Ho tutto, non mi manca nulla, sono innamorata e razionalmente sono convinta che dovrei sentirmi felice, invece molto spesso mi sento depressa e triste.
Fisicamente parlando ho la tiroidite di hashimoto, fase ipo, assumo 25mg di eutirox al giorno.
Per il resto diciamo che in generale sono una persona ansiosa, ma se non ho particolari motivi di stress riesco a gestirla. In questo periodo invece sono molto stressata: vivo col mio ragazzo, devo gestire la casa, lavoro part time, e mi sto laureando...ultimi esami e la tesi!
Ultimamente l'ansia e il senso di depressione sono aumentati, soffro d'insonnia e a volte ho degli attacchi che non so definire, mi sembra di soffocare, mi manca l'aria, mi viene caldo o tachicardia.
Poi ho sempre mal di testa. Mi dimentico le cose, faccio una terribile fatica a studiare, concentrarmi, e memorizzare. Mi sento sempre molto stanca e debilitata, senza forze e senza voglia ed entusiasmo anche per fare le cose che dovrebbero divertirmi o svagarmi. Anche sessualmente ho pochissimo desiderio. Mi sento spesso frustrata, insoddisfatta della mia giornata.
In passato per l'insonnia ho usato Minias dalle 10 alle 16 gocce, l'ho usato anche un mese fa, ma durante il giorno mi dà un po' sonnolenza e non mi aiuta con lo studio.
Sono andata da un neurologo per il mal di testa che mi ha ordinato una RM che farò fra un po' di giorni, e poi Xanax 0,25 al bisogno (avendogli descritto i miei sintomi) che un po' mi ha aiutato a rimanere calma durante gli ultimi esami universitari fatti. Anche se la dose mi sembra blanda.
Oggi il mio medico di base mi ha detto di lasciar stare xanax e Minias e di prendere Sonirem 10 gocce! Ho letto il bugiardino e la dose consigliata è di 25 gocce, perché il mio medico me ne ha prescritte solo 10?
Come faccio se mi viene un attacco di ansia forte con la sensazione che mi comprime il petto e non posso prendere lo xanax? Anche il giorno dei prossimi esami universitari mi spaventa...l'ansia mi provoca dei crampi terribili in tutto il corpo, mal di testa, sudori freddi, diarrea, vomito.
Vorrei solo essere più serena, trovare la concentrazione per studiare (ora faccio veramente fatica), non sentire questa depressione che non so perché mi venga...superare questo difficile momento, e riuscire a laurearmi finalmente senza fare un esaurimento!
Grazie per gli eventuali consigli

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

in evidenza di una sintomatologia di tipo ansioso il trattamento farmacologico non può essere considerato di sole benzodiazepine come attualmente nel suo caso.

L'utilizzo di benzodiazepine nel lungo termine potrebbe provocare alcuni problemi nella memorizzazione.

Sarebbe il caso di sentire il parere di uno psichiatra.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Piergiorgio Biondani

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSSOLENGO (VR)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2020
Gentile utente,
la situazione che lei descrive appare complessa e di difficile valutazione a distanza.Accanto alla sintomatologia psichica pare coesistere anche una prettamente fisica.Penso che vada costruita una scaletta di approfondimento che partendo da una accurata visita ed anamnesi possa poi passare attraverso tutti quelli accertamenti che il medico di sua fiducia riterrà necessari per chiarire la stancheza e le difficoltà di concentrazione che lei riporta,per poter poi giungere ad una più precisa definizione della natura dei problemi esposti.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani
Dr. piergiorgio biondani

[#3] dopo  
Utente 321XXX

La ringrazio molto dottore per la sua celere risposta.
Forse i medici con cui ho parlato mi hanno prescritto questi farmaci perché io ho spiegato loro che fra soli 3 mesi dovrei laurearmi, perciò credo abbiano pensato ad una soluzione nel breve termine...? Perché magari hanno pensato che passato questo momento di stress si ridurranno tutti gli altri sintomi? Mi corregga se ho forse mal interpretato qualcosa.
Comunque anch'io sono dubbiosa sul da farsi perché non so se questa terapia possa essere la soluzione giusta (sia nel breve che nel lungo periodo).
Se comunque mi consiglia di sentire uno psichiatra cercherò di seguire il suo consiglio.
Per quanto riguarda il dosaggio del sonirem sa dirmi qualcosa?

Grazie infinite

[#4] dopo  
Utente 321XXX

È da un anno o due che ho iniziato a sentire questi sintomi e ho riferito tutto al medico di fiducia: mi ha fatto fare qualsiasi controllo possibile: analisi del sangue, delle feci, delle urine, varie visite specialistiche, penso di averlo controllato tutto il mio corpo ormai! Quello che è risultato dopo questo ciclo di controlli è stata appunto la tiroidite e qualche lieve allergia (piante, gatti, lieviti ecc) ma niente di più grave insomma. Ho provato anche rimedi naturali, training autogeno, fare sport ecc, ma poco è servito per la concentrazione, stanchezza, ansia insonnia ecc...
Per questo ora scrivo in internet, per un diverso parere.

Vi ringrazio molto

[#5]  
Dr. Piergiorgio Biondani

24% attività
20% attualità
8% socialità
BUSSOLENGO (VR)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2020
Gentile utente,
la valutazione del dosaggio di un farmaco rientra nelle prerogative del medico curanta,che,in base alla conoscenza approfondita che ha del paziente,può anche derogare da quanto consigliato dalla casa produttrice,beninteso assumendosene la completa resposabilità.
Per quanto riguarda la consulenza Psichiatrica,penso possa essere utile,ma non disgiunta da una approfondita e preliminare valutazione della sintomatologia fisica.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani
Dr. piergiorgio biondani

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

Tre mesi o poco più di trattamento con benzodiazeoine è comunque da considerarsi pratica non corretta.

Nel corso di poche settimane potrebbe stare meglio con un diverso trattamento che non provochi dipendenza ed assuefazione come questa classe di farmaci il cui uso deve essere limitato.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139