x

x

Propanololo come alternativa alle benzodiazepine prima di un intervento?

Salve, soffro di un disturbo depressivo bipolare e devo subire un intervento chirurgico. Sono così terrorizzata da questa operazione che sono ricascata in una grave depressione, mi sentivo quasi bene fino a una settimana fa ma ora ho difficoltà ad uscire di casa, ho una tachicardia quasi costante, gambe deboli, confusione, ecc. Così mi chiedo, c'è qualche farmaco che può farmi affrontare l'operazione? Il propanololo? Una benzodiazepina? Ho avuto esperienze molto negative con le benzodiazepine, dal momento che sono già depressa penso che potrebbe essere pericolosa. Qualunque altra cosa?

In vista dell'operazione ho sospeso uno stabilizzante dell'umore per un mese, forse ho fatto male, ma il mio psichiatra mi ha suggerito di farlo per provare. Ora ho ripreso ad assumerlo, c'è qualcosa che potrei aggiungere? Soffro di una depressione ansiosa e agitata. Grazie
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3.7k 209
Quattro domande:
-qual'era lo stabilizzatore?
-che terapia sta assumendo attualmente?
-che disturbi ha avuto dalle benzodiazepine?
-che tipo di anestesia dovrà praticare?

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2]
dopo
Attivo dal 2014 al 2021
Ex utente
- Valproato (Depakin).

- Ho ripreso unicamente il valproato, credo che gli antidepressivi fossero responsabili di uno stato di acatisia, che ogni tanto riappare, ma in una forma molto più blanda. Inoltre non mi facevano dormire, mi facevano tremare, agitare, etc. Mi è stato detto che gli antidepressivi sono raramente una buona soluzione per un bipolare (da un luminare, un altro mi prescriveva antidepressivi con ansiolitici pensando si bilanciassero a vicenda con effetti disastrosi. Il luminare mi ha introdotto al valproato e diminuito l'antidepressivo, poi con un'altra psichiatra sono riuscita ad eliminarlo e sono migliorata ancora).

- Con le benzodiazepine ho avuto grande depressione, necessità di riassumerla anche dopo una sola assunzione come se il mio corpo richiedesse da subito quella sostanza, come se il mio corpo non riuscisse più da solo a far fronte ai picchi che diventavano sempre più intollerabili. In genere la prendevo solo durante gravissimi attacchi di panico, tipo all'ospedale. Non mi hanno mai stabilizzata, toglievano solo il picco ma l'ansia sotto restava, così come la tachicardia.

- Non è chiaro il tipo di anestesia, comunque locale. Non credo che con i miei disturbi potrei praticare altri tipi di anestesia. Eventualmente se mi consiglia qualcosa lo farei sicuramente presente al dottore, così che ci si possa adattare lui.
[#3]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3.7k 209
Abbastanza spesso gli antidepressivi peggiorano certi quadri, specie quando il disturbo dell'umore è misto (non è cioè una depressione pura, con inibizione psicomotoria, tristezza e vitalizzazione astenica).
Se l'anestesia non è generale si può assumere qualunque psicofarmaco.Per la tachicardia (prodotta dall'ansia ma spesso a sua volta aggravante l'ansia) il betabloccante è indicato,se non ci sono controindicazioni cardiologiche.
[#4]
dopo
Attivo dal 2014 al 2021
Ex utente
Attualmente mi ritrovo in uno stato generale di debolezza con gambe deboli subito dopo alzata dal letto. Stranamente appena sveglia non ho alcun disturbo, tutto comincia quando mi alzo dal letto. I pensieri li controllo più o meno come quando stavo relativamente bene, è come se si fosse rotto qualcosa dentro; non sono mai completamente energica ma fino alla settimana scorsa, prima dello shock, di energia ne avevo da vendere.

Non esiste un antidepressivo che non mi spari costantemente adrenalina nel corpo tanto da farmi soffrire di acatisia? Perché con i battiti a 80-90 al minuto non credo sia un problema di adrenalina. Pensavo fosse la serotonina a stimolare l'appetito invece sembra che l'abbassi, cosa serve allora a me se non la serotonina e l'adrenalina? Vitamine, N-acetyl cysteine o ormoni? Rifiuto in particolare gli zuccheri semplici; i biscotti, etc. mi aumentano la nausea.
Il valproato sembra non fare molto in questo momento, forse è più indicato nei periodi di up?

Grazie per aver fugato i miei dubbi sul propanololo.
[#5]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3.7k 209
Il valproato non ha un effetto stimolante. Se vogliamo restare nel discorso neuromediatori, in presenza di astenia (o meglio di vitalizzazione astenica) e sensazione di mancanza di energia, servirebbe piuttosto la dopamina. In realtà il problema è più complesso, perchè la dinamica dei mediatori è solo una parte della catena biochimica e neurofisiologica che entra in gioco nell'azione degli antidepressivi.
Se l'intervento chirurgico che tanto la sta preoccupando è a breve forse conviene aspettare e poi consultare il suo specialista.
[#6]
dopo
Attivo dal 2014 al 2021
Ex utente
La dopamina immagino che non mi sia utile perché può peggiorare la tachicardia che è uno degli elementi che mi alimentano l'ansia. Come dice lei gli antidepressivi hanno un'azione molto complessa e per questo probabilmente pericolosa nel mio caso, cercherò qualcosa dall'azione più blanda e semplice. Non credo che le vitamine o la NAC mi possano portare effetti negativi.

La ringrazio dottore per il suo supporto, le auguro buone cose.

Cercherò di rinviare l'intervento almeno finché non migliora un po' la situazione psicologica. Intanto faccio presente al medico curante la questione del Propanolo, in passato me l'aveva escluso... pur non avendo problemi di salute. Probabilmente dovrò ricorrere ad una visita dallo psichiatra per farmelo prescrivere.

Grazie di nuovo.
[#7]
dopo
Attivo dal 2014 al 2021
Ex utente
Dottore vorrei chiederle due altri pareri. Ci sono controindicazioni per la 'sedazione cosciente' nei pazienti soggetti a squilibrio psichico come nel mio caso?

In alternativa si può assumere il betabloccante assieme ad un ansiolitico (Delorazepam) prima di un'operazione?

Grazie