Utente 476XXX
Testo: Salve, volevo chiedere un consiglio oggi sono stato dal mio Psichiatra per valutare i risultati della sua cura Brintallix e Quietapina per curare l'ansia, ovviamente gli ho riferito che non ho avuto alcun giovamento e che sopratutto la quietepina mi fa effetti collaterali pesanti, dopo di che il dottore mi ha detto di togliere il Brintallix e la quietepina prendere 75 mg prima di coricarmi, e cominciare a prendere il Depakin chrono 300 mg una cmp la mattina alle 8 e un altra la sera , io sono confuso e disorientato perchè informandomi ho visto che e un antiepilettico, sono abbastanza preoccupato, secondo lei può essere adatto per la cura del ansia visto che il mio problema principale e quello?. Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Dovrebbe chiarire la diagnosi, la cura comprende due farmaci antibipolari. "Ansia" non significa niente di preciso, la diagnosi non equivale al sintomo, ci possono essere sintomi ansiosi in tutte le diagnosi psichiatriche.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 476XXX

Grazie per la risposta, mi spiego secondo il mio Psichiatra soffro di una forma di ansia che poi degenera in depressione, ero in cura con lo xanaxe il daparox e devo dire che per 5 anni sono stato abbastanza bene, poi prima di natale di questo anno ho avuto un crollo nervoso, e ho deciso di tornare dallo psichiatra, abbiamo deciso di sospendere la cura che avevo, e iniziare con una nuova che consisteva in 4 cps da 25 mg di quietepina al giorno, 1 cps di bintellix la mattina, in più ho sospeso lo xanax che assumevo in maniera casuale da 10 anni , il dottore mi ha detto di togliere 1 goccia al giorno fino ad arrivare a 5 poi toglierlo del tutto mente per il daparox di toglierlo direttamente ( secondo me andavano tolti molto più lentamente entrambi). Cmq ho seguito le istruzioni del Psichiatra e come immaginavo sto malissimo, a parte un ansia veramente forte ci sono sintomi tipo confusione mentale, distorsione della realtà e molti altri, questo ultimo mi fa venire sempre l'angoscia, cosi parlandone col dottore mi ha tolto il brintellix e mi ha messo il Depakin 300 mg 2 cps una il mattino e una la sera, sinceramente L'ansia con la quietepina non passa e lo Psichiatra contina a darmela non so cosa pensare.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La prima cosa che chiarirei è perché farmaci antibipolari: si ritiene che l'ansia sia un sintomo all'interno di un quadro bipolare ? (e allora ha un senso), altrimenti non è chiaro perché queste scelte. Anche il brintellix, è un farmaco per la depressione, se la diagnosi fosse altro non è indicato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 476XXX

Infatti è proprio questo che non mi torna, lo psichiatra mi continua a ripetere che con la cura attuale l'ansia mi passerà, invece io continua a stare male tutto il giorno, e vero anche che ho smesso di prendere lo xanax abbastanza velocemente, potrebbero essere sintomi di rimbalzo, cmq la mia opinione e questa visto che l'ansia che ho è causa di attacchi di angoscia, distorsione della realtà è altri sintomi che mi fanno stare veramente male e in conseguenza mi deprimono, non sarebbe utile agire su questa ultima?

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"'ansia che ho è causa di attacchi di angoscia"

L'ansia causa l'ansia ? Il cervello causa i sintomi, non i sintomi causano altri sintomi.

L'azione avviene sul cervello in base a ciò che si ritiene stia facendo, e la diagnosi è un modo per presumerlo e scegliere lo strumento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 476XXX

Grazie per la risposta, capisco probabilmente il mio problema è molto più complesso di quello che pensavo, e l'ansia è una conseguenza, io facevo solo una riflessione sul fatto che purtroppo la cura che seguo non mi calma l'ansia, che per me è veramente invalidante, non metto assolutamente in dubbio la terapia che mi ha dato.

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non si tratta di complessità, ma di precisione sui concetti. Il cervello produce i sintomi, i sintomi sono presenti in una determinata sequenza o tra loro associati, non è che si producono l'uno con l'altro come se dialogassero tra di loro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it